Tour della Tunisia zaino in spalla

Tour della Tunisia dai siti archeologici, alle oasi di montagna, ai villaggi berberi, alle città arabe, al deserto, alle mete classiche del turismo di massa, con mezzi pubblici e non.
 
Partenza il: 11/03/2012
Ritorno il: 29/03/2012
Viaggiatori: 4
Spesa: 1000 €

Viaggio in Tunisia Partenza 11/03/2012 da Malpensa ore 12,40 -AIRONE

Cambio 1 euro =2dinar Affitto auto 23 euro al giorno Benzina 065 euro al litro

Arrivati all’aeroporto ci attende l’auto che abbiamo noleggiato per 2 giorni, per visitare dei siti archeologici difficilmente raggiungibili con i mezzi pubblici. Prima tappa Bizerte. l’hotel Jalta è un po’ in disarmo ma ha un bel giardino sul mare. Stanza 36 euro, con colazione scarsa. Abbiamo visitato la Medina accompagnati da una “guida” improvvisata. Abbiamo cenato da Jandoubi (25€ in 4 con cuscus alle verdure e oratina grigliata con verdure) segnalato dalla guida.

La mattina successiva una breve escursione a CAP Blanc, non ci ha entusiasmato: tirava un forte vento,il mare era mosso e la decantata spiaggia, forse nascosta da un piccolo promontorio di rocce, non si è vista.

BULLA REGIA – Picnic sulla gradinata della cavea del teatro appoggiato sul fianco di una dolce collina con panorama sulla verdeggiante pianura. Alle spalle uliveti e pecore. Il decumano viene utilizzato dai bambini per accorciare la strada di ritorno da scuola.Il sito è veramente bello, soprattutto le ville romane sotterranee con splendidi resti resti di pavimenti musivi, e le terme.

LE KEF – Chiuse la fortezza e la basilica bizantina Aperto invece il miglior bar dellaTunisia, il più ricco di atmosfera secondo la guida, in realtà è molto bella la posizione in una piazzetta deliziosa sotto la moschea, ma il bar è un buchetto senza fascino dove abbiamo bevuto un pessimo caffè espresso e del te con i pinoli, tiepido e non molto buono. Le terme romane sono ridotte per metà a discarica e metà a parco giochi. Un gruppo di adolescenti indemoniati si rincorrevano su e giù per le rovine. Abbiamo dormito all’Hotel Les Pins (camera 31€) cena in hotel, con la scolaresca, wifi nella hall.

DOUGGA – Esperienza davvero emozionante. Splendido il sito, visitato sotto un forte vento che ci ha costretto a vestirci di tutto punto, cappucci compresi. Pochissimi i turisti. Panorama indimenticabile: dalla terrazza del capitolium, un tuffo nella piana sottostante, amplissima, con profili di montagne a perdita d’occhio…difficile staccarsene

Ci siamo dissetati con alcune arance comprate sulle bancarelle in paese, veramente squisite. Il paesaggio al nord è molto verde con numerosi corsi d’acqua e laghi. In questo periodo di frequenti piogge, molti campi sono esondati ed hanno allagato ampie zone. I fianchi delle montagne sono coperti di vegetazione: eucalipti e pini.

TUNISI 13/3 – Mario trova parcheggio in mezzo ad un traffico caotico, proprio davanti al Grand Hotel de France. Buona sistemazione in hotel d’atmosfera 23€ la Stanza. Solo i letti erano scomodi e rumoreggiavano ad ogni movimento, per lo meno il nostro. Wi fi nella hall. Visitando la Medina siamo stati agganciati da pescatori di turisti che con il pretesto del festival dell’artigianato ci hanno portato nel ” palazzo del sultano”, ci hanno fatto visitare la terrazza sul tetto con bella vista sulla città. Ci hanno fatto vedere, ammiccando, il lettone del sultano e delle “quattro mogli” e infine hanno srotolato un tot di tappeti, svelando il vero scopo della loro sollecitudine. Usciti di li a mani vuote la nostra “guida”ha tentato, millantando presunte parentele, di portarci in un negozio di essenze. A quel punto ne avevamo avuto abbastanza e ci siamo sfilati. Cena al Carcassonne, segnalato dalla guida (Lonely Planet) perchè economico, rapido e… Buono il cuscus, piccantissima l’harissa, la mechouia amara e piccantissima, buona solo per bocche foderate d’amianto. Matteo ha fatto di tutto per portarci anche il giorno dopo, ma senza successo. 13 € in 4

Per il MUSEO DEL BARDO Tram n. 4. da Place Barcellona Purtroppo molte sale erano chiuse per la ristrutturazione del museo. I mosaici romani , alcuni dei quali provenienti dai siti archeologici precedentemente visitati, sono veramente straordinari. Mai visti di così belli, neanche a Piazza Armerina. Enormi pavimentazioni , montate a parete descrivono scene mitologiche. Altri più piccoli descrivono scene quotidiane di caccia o attività agricole, prodotti della campagna, animali, immagini di donne catturate nel momento del bagno o della toeletta. Un pescatore, contemporaneo nel succinto costume e nel cappellino a tese larghe, ha riempito di pesci il suo retino; una Diana in gonnellino corto e splendide gambe muscolose tende il suo arco; una borraccia incorniciata, sembra un oggetto di design….

SIDI BU SAID – Dal Bardo abbiamo preso il metro di superficie n 3 per Tunisi Marina e poi il treno per Sidi BU Said. Delizioso paesino bianco e blu tradizionale rifugio di artisti, è ricco di negozietti ed offre una bella vista sulla costa di Cartagine. Il villaggio è ben ristrutturato, tinteggiato di fresco e molto pulito. Abbiamo pranzato con omelettes e patatine in un ristorante all’aperto sotto un caldo e piacevolissimo sole primaverile. Qui ci siamo separati : Matteo ed Adri sono scesi nella spiaggetta sotto il paese ed io e Mario non ancora sazi di antichità siamo andati alla ricerca delle vestigia dell’antica Cartagine. Le rovine dell’antica città sono sparse in vari punti della costa in mezzo alle più recenti urbanizzazioni : c’è un piccolo museo, le terme, fondamenta di un quartiere, un teatro… Incredibilmente una volta rientrati a Tunisi marina con il treno, alla stazione ci siamo incontrati in mezzo ad una grande folla e siamo tornati insieme all’hotel.

Al ristorante Orient, segnalato dalla guida, abbiamo consumato un’ottima cena a base di merluzzo dorato, insalata di cuori di carciofi, zuppa di pesce e orata il tutto. innaffiato da vinello rosé , per poco più di 10 € a testa.

DA TUNISI A TOZEUR – Viaggio in louage Partenza dalla grande stazione di louage di Tunisi dove il nostro mezzo in attesa di completare il carico e partire, ha scaldato i motori per almeno venti minuti, intossicando tutti con i fumi di scarico. Verso Sbeitla le colline si fanno più basse e coperte di uliveti, ! Non capiamo perché con tutti gli ulivi che ci sono, in tavola l’olio sia così pallido Arrivati a Sbeitla con il taxi abbiamo raggiunto il sito, che si trova a circa un km sulla strada che proviene da nord ovest. Nel sito, enorme e deserto siamo stati avvicinati da presunte guide e venditori di presunte antiche lucerne o monete o profili di matrone romane scolpite nella pietra. Ci siamo fatti impietosire da un uomo piuttosto maturo timido e riservato e Matteo gli ha dato 10dinar di tasca sua; io ho tenuto il sasso scolpito con la testina di dona romana.

Guarda la gallery
veneto-autrh

Chenini

veneto-rbd2f

Sousse

veneto-vpnya

Monastir

veneto-gqnrs

Moschea di Kairouan

veneto-rufn3

Hammam geghez

veneto-8prvy

Museo del Bardo

veneto-bm5qb

Sidi Bou Said

veneto-vmmx3

Villaggio berbero

veneto-jdym7

Tomba di marabutto

veneto-7vsdk

Deserto

veneto-a3e1h

Sbeitla

veneto-ryqw1

Matmata

veneto-bsyr8

Moschea dei sette dormienti



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Djerba
    Diari di viaggio
    la mia tunisia: da djerba a tozeur attraverso il deserto e i set di guerre stellari

    La mia Tunisia: da Djerba a Tozeur attraverso il deserto e i set di Guerre Stellari

    Da Djerba a Tozeur attraverso il deserto e i set di Guerre StellariLa Tunisia è vicina La Tunisia è vicina e costa poco....

    Diari di viaggio
    djerba e il sud della tunisia

    Djerba e il sud della Tunisia

    Una settimana low-cost nell'isola di Djerba con pacchetto volo + hotel all inclusive, l'ideale per chi vuole abbinare mare, usi e costumi...

    Diari di viaggio
    vacanza nel sud della tunisia: benvenuti alla fine del mondo

    Vacanza nel sud della Tunisia: benvenuti alla fine del mondo

    Appena rientrato in Italia da una riuscitissima vacanza in Tunisia. Lascio un'immediata impronta di viaggio sul web, anche per non perdere...

    Diari di viaggio
    tour della tunisia zaino in spalla

    Tour della Tunisia zaino in spalla

    Viaggio in Tunisia Partenza 11/03/2012 da Malpensa ore 12,40 -AIRONE Cambio 1 euro =2dinar Affitto auto 23 euro al giorno Benzina 065 euro...

    Diari di viaggio
    la tunisia che non ti aspetti

    La Tunisia che non ti aspetti

    Una settimana fra mare e cultura: dall'isola dei Lotofagi, dove la leggenda narra che Ulisse e i suoi persero la memoria in seguito...

    Diari di viaggio
    tour delle oasi tunisia in fuoristada

    Tour delle oasi Tunisia in fuoristada

    Tour delle oasi - Tunisia Quest'anno, per le vacanze natalizie, decidiamo di sostituire la settimana bianca, con un viaggio in Tunisia...

    Diari di viaggio
    tour tunisia fai-da-te!

    Tour Tunisia Fai-da-te!

    Colpiti dal fascino marocchino, quest'anno organizziamo una nuova avventura, nella speranza che possa offrirci le stesse emozioni! Volo...

    Diari di viaggio
    eden village djerba: al mare con una bimba

    Eden Village Djerba: al mare con una bimba

    Ciao a tutti ! finalmente si torna a viaggiare fuori dall’Italia ! Adesso che Gaia ha appena compiuto 2 anni ci siamo concessi una...

    Diari di viaggio
    tunisia in 4x4 2

    Tunisia in 4×4 2

    TUNISIA 2010 DOMENICA 28\02\2010 Sveglia alle 4:15,partenza in treno per Bologna,sosta per la colazione con ricerca affanosa di un Bar...

    Diari di viaggio
    fine dicembre in tunisia

    Fine dicembre in Tunisia

    Itinerario: 24 Dicembre: Milano – Tozeur 25 Dicembre: Tozeur – Chott el Jerid – Douz 26 Dicembre: Douz – Matmata – Ksar Haddada...

    Video Itinerari