Ville di Tivoli e Musei Vaticani

Giro fra le storiche ville di Tivoli ed un'immersione storico-artistica nei Musei Vaticani.

  • di ielenia77
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 5
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Durata: 2 giorni e mezzo Viaggio: auto Persone: 5 Hotel Villa Plauzi*** (Tivoli) Ottimo rapporto qualità/prezzo, gentilezza del personale, buona cucina del ristorante, pulizia ottima, belle camere. Unico difetto: al piano terra l’hotel dispone di un pub e fino a tarda notte si dorme difficilmente.

Le Ville di Tivoli ed i Musei Vaticani

Venerdì 6 maggio 2011

Partiamo da Viareggio intorno alle 13.15, dopo il lavoro. Alle 16.30 siamo a Villa Adriana. La Villa fu fatta costruire dall’imperatore Adriano fra il 118 ed il 134 d.C. ; occupa una vasta superficie ed è formata da un insieme di edifici come le terme (Piccole Terme e Grandi terme), la biblioteca, il canopo, una grande vasca circondata dai resti di un porticato e da Cariatidi, vari templi, il Teatro Marittimo in cui un piccolo canale circolare circonda una sorta di isola sulla quale sorgono i resti di un piccolo palazzo, forse il luogo più amato dall’Imperatore in cui amava isolarsi e meditare. All’interno del Museo del Canopo, posto di lato allo stesso Canopo, sono esposte statue rinvenute nello stesso luogo. La visita di questa Villa è molto suggestiva e ci riporta indietro nel tempo, ai fasti dell’Impero. Unico neo, diciamo così, è che durante la visita il percorso non è segnalato e, se non si sta attenti, c’è il rischio di lasciarsi alle spalle qualche edificio.

Cammina cammina è arrivato il momento di andare in hotel. Sistemiamo i bagagli e ceniamo al ristorante dell’hotel (11 € ca. A testa). Il sonno sarà disturbato dal chiasso dei ragazzi presenti al pub. Alle 2 del mattino, finalmente, arriva il silenzio e possiamo dormire.

Sabato 7 maggio 2011

Di buon mattino prendiamo la macchina, percorriamo la via Tiburtina e, in circa 15 minuti, siamo a Roma. Parcheggiamo al parcheggio nelle vicinanze della fermata metro Rebibbia (periferia della città). Prendiamo la metro (linea B), scendiamo a Termini. Qui prendiamo la Linea A per poi scendere alla fermata Cipro – Musei Vaticani. Questa mattina visitiamo i Musei Vaticani. 60 giorni prima della visita abbiamo prenotato i biglietti. In questo modo si evita le lunghissima coda per accedere. Prima di entrare nei Musei si deve esibire al personale, posto al servizio della fila riservata ai prenotati, il voucher; passati i controlli sicurezza si deve andare ad una cassa “OnLine e Gruppi” per ritirare i biglietti. Alle 9.00, senza fare alcuna coda, siamo all’interno dei Musei. Vistiamo ed ammiriamo tutto quanto è possibile: la statuaria antica, il Museo Egizio, il Museo Etrusco, le Stanze di Raffaello, la Sala delle Carte Geografiche, la Cappella Sistina, il Cortile del Belvedere, la Pinacoteca, etc. Non c’è bisogno di alcun commento, le opere d’arte parlano da sole!!!

Nel pomeriggio, tornati a Tivoli, visitiamo Villa d’Este.

La villa è adiacente il Duomo, in zona pedonale, perciò se arrivate in auto parcheggiate nelle vicinanze. Villa d’Este fu costruita dal Cardinale Ippolito d’Este, figlio di Lucrezia Borgia e di Alfonso I Duca di Ferrara, nel 1550. L’architetto incaricato della progettazione fu Pirro Logorio. Le sale della villa sono molto belle, ma lo spettacolo vero e proprio è offerto dal giardino, ricco di piante e di fontane, tra le quali il viale delle Cento Fontane, la Fontana dell’Organo, così chiamata perché qui era collocato un organo suonato da un meccanismo meccanico azionato dall’acqua, la Fontana di Rometta che riproduce, in miniatura, alcuni edifici dell’Antica Roma

  • 3493 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social