Siria culla della civilta' e fascino orientale

La siria è un paese che mi ha affascinato molto, ricco di storia, siti archeologici, la cordialità e disponibilità del popolo siriano in un mix emozionale di profumi e cultura. Sfatiamo anche il mito di un paese definito "canaglia" politicamente ...

  • di barba
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
 
Annunci Google

La siria è un paese che mi ha affascinato molto, ricco di storia, siti archeologici, la cordialità e disponibilità del popolo siriano in un mix emozionale di profumi e cultura.

Sfatiamo anche il mito di un paese definito "canaglia" politicamente o quello del mangiare (in ufficio come prima cosa mi hanno chiesto "sei stata male?").

Per quello che ho visto io è un paese tranquillo, non abbiamo avuto nessun problema nè in dogana nè in giro nei suq. Nessuno t'importuna e ti assilla per vendere qualcosa come in altri paesi medio orientali.

Anche il mangiare è molto buono, questo nei grandi alberghi o ristoranti tipici, forse un pò monotono. Ottimi gli antipasti chiamati mezze a base di Hummus (purè di ceci), purè di melanzane o zucchine, olive verdi e nere, melanzane fritte condite con olio, aglio e spezie o con pomodorini molto buone. Il pane arabo khubz non lievitato è buonissimo, provate ad assaggiare quello appena sfornato dai fornai di damasco o aleppo.

Buona anche la carne di montone, di pollo o capra. Gustoso il kebab siriano, salsiccette di capra cotta alla brace con spezie, solo un pò pesantine da digerire, ma ottime accompagnate dal pane. E' una cucina speziata con cumino, cardamomo, aglio e altre spezie. Noi abbiamo sempre mangiato piatti cucinati, niente pomodori o cetrioli o insalata e niente frutta e siamo stati benissimo.Certo sono molto invitanti le spremute di more o di arancia o melograno che si vedono in giro per le strade ma non ho voluto rischiare. Il problema è l'acqua inquinata, ricordiamoci che non hanno un sistema fognario e l'igiene. Però ognuno è fatto in modo diverso e ognuno è medico di se stesso. Da provare il tè alla menta con foglie profumatissime e il loro caffè arabo aromatizzato al cardamomo. Molto buoni anche da regalare i biscotti barazi con sesamo e pistacchi e miele.

Iniziando a raccontare del nostro viaggio vorrei semplicemente dare qualche consiglio spero utile senza soffermarmi troppo sui monumenti dato che ogni viaggiatore si documenta leggendo delle guide.

VOLO: noi siamo partiti con sirianair da roma per damasco. Lo consiglio vivamente perchè si arriva ad un orario decente 18,30 e si ha tutto il tempo di arrivare e cenare tranquillamente. Con altre compagnie si arriva di notte tardi dopo 4 h di volo e pensate come all'indomani si può iniziare un tour. L'unico inconveniente è che se si parte da altre città come noi da malpensa non ci hanno imbarcato le valigie diretti per damasco, ma abbiamo dovuto ritirarle e rifare checkin. Quindi attenzione a fiumicino calcolare almeno solo 1 h per ritiro bagaglio. Tenere alcune ore per la coincidenza dell'altro volo.

DAMASCO: noi eravamo al CHAM EBLA PALACE moderno, grandissimo (il più grande della siria), pochissima gente ma a 17 km dalla città. Per poter fare dei giri anche serali consiglierei di stare in città, da fuori molto bello il Four season o il semiramis (dove dovevamo alloggiare). La città è antica ma non mi ha entusiasmato più di tanto, forse perchè legata al nome dell'antica damasco e le aspettative erano superiori. Da vedere sopratutto per il loro valore cristiano la chiesa di s. Anania e la cappella di san paolo. Bellissima la moschea degli Omayyadi, sopratutto il cortile con richiami ai mosaici bizantini. Per le donne in qualsiasi moschea bisogna indossare un mantello con cappuccio, oltre a togliersi ovviamente le scarpe come per tutte le moschee del mondo. Il mantello con cappuccio è obbligatorio anche se si ha un foular o pantaloni lunghi. Vale anche per gli uomini se indossano pantaloncini corti al ginocchio

Annunci Google
  • 4837 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social