Siria e Giordania I love you!

Un viaggio intenso, tra natura e storia
 
Partenza il: 24/06/2010
Ritorno il: 05/07/2010
Viaggiatori: due
Spesa: 2000 €

Siria e Giordania 2010

24-06 Italia 25-06 Damascus 26-06 Damascus- Palmira 27-06 Palmira-Aleppo 28-06 Aleppo 29-06 A Aleppo-Ebla-Apamea- Noria Ama- Krak des Chevalieres-Damasco 30-06 Damascus 01-07 Damascus-Bosra-Jerash-Amman 02-07 Amman-Madaba-Mt.Nebo,dead Sea-Petra 03-07 Petra-Wadi Rum 04-07 Wadi Rum-Amman 05-07 Amman-Italia

Introduzione: per questo viaggio ci siamo appoggiati ad un’agenzia di Damasco, l’organizzazione è stata ottima.

Costi: per il tour 1140 € a persona, per il volo: 464 € per persona

Questi gli alberghi in BB: Antique Khan Hotel 4* a damasco, Palmyra Heliopolis hotel a Palmira, Aleppo Tourath house a Aleppo, Gardens Hotel Amman a Amman, Petra Inn Hotel Petra a Petra, Hellawi camp Wadi Rum al Wadi Rum. Tutti molto puliti e decorosi.

Avendo più tempo, questo viaggio si può fare in modo xompletamente autonomo, le città sono tutte ben collegate con un buon servizio di bus. I taxi sono ovunque e non sono cari. La gente è sempre disponibile a aiutare, senza mai essere invadente.

Il volo lo abbiamo ordinato via internet con Turkuch da Milano via Istambul. In tutto il nostro viaggio è durato 11 gg. Veramente troppo poco, c’è talmente tanto da vedere…

Racconto:

Syria e Giordania I ♥ you!

24 Giugno 2010

Sono un pochino confusa! Sono accadute tante cose ultimamente!!! Posso cominciare da luglio 2009 a Samarkanda, scatto tante foto, una donna mi viene vicino e mi chiede se ho voglia di scattare una foto alla sua figlia o nipotina? La bimba è veramente piccolina, stento a credere che capisca, ma sembra in effetti mettersi in posa per lo scatto. Il suo sorriso gioioso e sereno mi ha accompagnato per tanto tempo. Quando, una volta rientrata in Italia, apprendiamo la notizia tanto attesa, diventeremo presto nonni. Inutile dire che siamo felici. Il ricordo di quella bimba lo prendo come un buon augurio!

Poi, l’attesa, l’apprensione,la nascita, tutte le preoccupazioni che ne conseguono, tanti mesi di trepidazione… Poi la situazione si stabilizza, possiamo rilassarci un pochino, siamo ormai a maggio inoltrato, decidiamo di organizzare un breve viaggio. C’è poco tempo, per motivi di lavoro abbiamo solo pochi giorni e solo a giugno. Giusto il tempo di cercare su internet degli operatori, sceglierne uno, comperare il biglietto aereo e ci siamo, quasi… Pochi giorni prima della partenza faccio la mammografia, c’è qualcosa di sospetto, Abbiamo trovato delle calcificazioni sospette, mi dice la dottoressa, e alla mia domanda: cosa vuol dire, lei mi risponde: vorremmo saperlo anche noi… Mi sento strana…ma mi dicono che posso partire lo stesso, VOGLIO essere ottimista a tutti i costi e si parte aspettando l’esito delle analisi!

Milano Malpensa, Quest’anno cambiamo parcheggio, il Parking Ferno è molto conveniente, prenotiamo via internet. Abbiamo passato i controlli, la lettera d’invito dell’agenzia per ottenere il visto all’arrivo in Siria ha funzionato, bene! Sono le 16.00 e inizia la partita. Quest’anno ci sono anche i mondiali, Emirates ne offre la visione, ci sono tanti schermi giganti un po’ ovunque, dove siamo noi, un capannello di passeggeri stanno seguendo con interesse, sono quasi tutti arabi, le donne velatissime sono sedute per terra sono molto attente, non capisco niente di calcio, per me lo spettacolo sono gli spettatori. Il nostro volo partirà alle 17.45. La nostra nipotina oggi ha una visita di controllo, aspettiamo notizie, benedetti i telefonini! Uscita B5 e siamo già a bordo. Il volo è molto tranquillo, Turkich offre un ottimo servizio a bordo. L’aeroporto di Istambul ci accoglie in tutto il suo splendore, è magnifico, modernissimo esageratamente grande, molto trafficato. La Turchia, in dieci anni, da quando l’avevamo visitata, ha fatto dei passi da gigante. Facciamo un giro, il tempo scorre veloce e siamo già sull’altro volo per Damasco. Troviamo ad aspettarci il corrispondente dell’agenzia Syrian Holidays, con il documento originale per ottenere il visto, tutto a posto, sono le 2.30 ora locale, c’è stato un piccolo ritardo sull’orario di partenza. La vettura che abbiamo a disposizione è molto comoda e moderna, l’albergo è bello, è stato ricavato da un’antica abitazione, qui li chiamano “boutique hotel”, è arredato con mobili antichi di discreta fattura. Siamo molto stanchi, ma io non voglio pensare quindi mi addormento tranquilla, dormiamo tranquilli. Dopo la colazione prima esplorazione di Damasco, oggi è venerdì, è quasi tutto chiuso, la città si gira in tutta tranquillità, certo non si può visitare in Gran Bazar, ma dedicare una giornata solo alla città e al riposo non è male. A prima vista i siriani sembrano molto socievoli e allegri, non infastidiscono, sono molto disponibili a dare un aiuto quando non riusciamo più a trovare la strada per l’hotel, ogni tanto qualcuno saluta e quando si accorgono che siamo italiani “HAI HAI” ci dicono, infatti la nazionale italiana è stata eliminata…. Anche qui, come in tutti i paesi arabi, la donna ha un ruolo importante all’interno della famiglia. Ci sono anche moltissimi iracheni fuggiti dal loro paese, uno di questi si avvicina, vorrebbe parlare ma lui non sa l’inglese e noi non sappiamo l’arabo. Quanti km. A piedi abbiamo percorso oggi? Difficile dirlo ma penso che siano molti! E’ venerdì, ma è anche bassa stagione, è difficile trovare un ristorante aperto, a furia di girare ci siamo anche persi, abbiamo presto un taxi, Damasco è una città enorme, anche i tassisti non la conoscono capilarmente, quindi telefona al nostro hotel per farsi spiegare la via, ma a un certo punto si ferma, scende dall’auto e si va a prendere un panino e una bibita, tranquillamente, poi torna e riparte… Ma ci ha fatto venire un’idea per la cena: ci prendiamo anche noi un magnifico panino al kebab: buonissimo!

26 giugno

Partenza per Palmira. Abbiamo l’appuntamento con l’autista in una piazza… E siamo anche riusciti a trovarla! Prima tappa: Manula, qui c’è un bellissimo convento dedicato a S.Sergio e uno dedicato a S.Tecla, la prima martire cristiana. I conventi sono raggiungibili sia in auto che a piedi attraverso uno stretto passaggio, scavato tra le gole alte dal fiume, inutile dire che li raggiungiamo a piedi. La visita dei due conventi è assolutamente da consigliare. Le decorazioni e gli affreschi sono di notevole fattura. Mi ha fatto molto piacere vedere delle famiglie di mussulmani fare visita a questi luoghi. Qui si parla l’aramaico, la lingua parlata da Gesù. Proseguimento per Palmira. Piccola delusione, siamo arrivati, almeno io, molto stanchi, alle 13.00 del pomeriggio, la luce è molto dura, il sole picchia forte, il caldo è da star male… Non riesco a emozionarmi, vedo delle cose bellissime intorno a me, vedo la storia ma resto comunque un pochino distaccata, sono furiosa con me stessa, eppure l’autista ci aveva avvertito, consigliandoci di fare la visita in serata, ma era troppa la curiosità, che sbaglio! Se avessimo aspettato qualche ora, verso sera… Con le ombre lunghe… Non vedrò mai questo sito con la luce giusta. La maestosità di questo luogo meritava tutte le attenzioni, tutti i riguardi. La città nuova non è un gran che, ma è sempre interessante dedicarci un piccolo momento. In serata saliamo alla Cittadella medioevale, sovrasta tutta la pianura, la vista di quassù è struggente, non c’è molta gente, in tutto forse una quindicina, tante donne velate con i loro bimbi, qualche famiglia, pochissimi turisti, aspettiamo tutti insieme il tramonto… Appena il sole è scomparso dietro l’orizzonte, il Muezzin ha iniziato la preghiera, dall’alto delle mura, la luce vivida, le luci accese e il canto hanno fatto di questo momento un momento magico. Per la cena abbiamo assaggiato il famoso “Hummus” una sorta di pappetta di ceci macinati e olio, si mangia con il pane tradizionale: buono!



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Aleppo
    Diari di viaggio
    ricordi di siria

    Ricordi di Siria

    Questo non è un racconto di viaggio, ma è il ricordo di un viaggio, ricordo stimolato dalle notizie di distruzioni che sentiamo e vediamo...

    Diari di viaggio
    emozioni e sensazioni... siria e giordania.

    Emozioni e sensazioni… Siria e Giordania.

    La premessa di questo diario di viaggio è che non si parlerà di costi, avendo noi comprato un pacchetto, veramente tutto compreso, volo,...

    Diari di viaggio
    dall'antilibano all'eufrate. viaggio in siria

    Dall’Antilibano all’Eufrate. Viaggio in Siria

    DALL’ANTILIBANO ALL’EUFRATE. VIAGGIO IN SIRIA 7-14APRILE 20107 APRILE. BOLOGNA - ALEPPOPartiamo in sei: Teresa e Maria...

    Diari di viaggio
    italia fans club siria

    Italia Fans Club Siria

    Periodo: Dal 26 Dicembre al 6 Gennaio Volo: Turkish Airlines 400 euroGuida: Touring, niente di che, però era la più...

    Diari di viaggio
    le strade della siria in camper

    Le strade della Siria in camper

    dal 25.09.2010 al 16.10.2010 Partecipanti: Cinzia & Luca, Paola & Goffredo“La Siria è un paese canaglia”, “Ti fidi ad andare in...

    Diari di viaggio
    siria e giordania i love you!

    Siria e Giordania I love you!

    Siria e Giordania 2010 24-06 Italia 25-06 Damascus 26-06 Damascus- Palmira 27-06 Palmira-Aleppo 28-06 Aleppo 29-06 A Aleppo-Ebla-Apamea-...

    Diari di viaggio
    siria per caso

    Siria per caso

    Non mi sarebbe mai venuto in mente di fare un viaggio in Syria se non fose stato che la mia amica Patrizia, invitata dal suo amico Alaa,...

    Diari di viaggio
    giordania & siria in scooter 2009

    Giordania & Siria in scooter 2009

    Siria e Giordania (2009) Periodo : dal 1/8/2009 al 24/8/2009 Partecipanti : 2 (Massimo e Sabrina) Itinerario: Italia – Grecia – Turchia...

    Diari di viaggio
    siria culla della civilta' e fascino orientale

    Siria culla della civilta’ e fascino orientale

    La siria è un paese che mi ha affascinato molto, ricco di storia, siti archeologici, la cordialità e disponibilità del popolo siriano in...

    Diari di viaggio
    siria & giordania in scooter di 2009

    Siria & Giordania in scooter di 2009

    Siria e Giordania (2009) Periodo : dal 1/8/2009 al 24/8/2009 Partecipanti : 2 (Massimo e Sabrina) Itinerario: Italia – Grecia – Turchia...