L’eden: le seychelles

Durata soggiorno: dal 4/10/2008 al 19/10/2008 Compagnia aerea: Eurofly Itinerario: 05/10 – 14/10 Praslin 14/10 – 19/10 Mahè Dopo essere tornati dalle Maldive, abbiamo iniziato a pensare seriamente alle Seychelles. Ho iniziato a cercare tra i racconti qualcuno che avesse ...

  • di descriazzurro
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro

- Tramonto a Zimbawe: andando in direzione di anse Lazio, al bivio per la spiaggia proseguire a sinistra. La strada si inerpicherà, si sale, si sale..E poi c’è un cancello. Sì, proprio così, purtroppo c’è un cancello che blocca la strada. Ma da questo posto abbiamo visto un tramonto bellissimo. Eravamo solo noi due, il mare e l’orizzonte. Uno spettacolo! Spiagge e ristoranti annessi: - Anse Lazio: è situata all’estremità nord di Praslin. Per noi è la più bella spiaggia (a pari merito con Anse Georgette). Ha una spettacolare sabbia bianca che crea un gradevole contrasto con l’acqua azzurra. È possibile fare snorkelling e nuotare. Noi ci siamo stati 2 volte. La prima volta la marea era relativamente bassa, il mare calmo e c’era tanta spiaggia. La seconda volta il mare era mosso con le onde, quindi una parte di spiaggia era stata “portata via”, rendendo quasi impossibile il bagno, ma soprattutto eravamo tutti ammassati sul pezzetto di sabbia che era rimasta! Ci sono 2 ristoranti: Le Chevalier, al fondo a sinistra leggermente all’interno. È molto carino e pulito, ma anche abbastanza caro, se si pensa che la cosa che costava meno erano i panini a 11 €! L’altro ristorante è il Bonbon Plume, direttamente sulla spiaggia con i tavoli vista mare. Non ci siamo stati personalmente, ma mi hanno detto che si mangia bene e anche questo è abbastanza caro.

Per raggiungere Anse Lazio si può utilizzare l’auto (c’è un parcheggio proprio davanti la spiaggia), con il bus che però fa l’ultima fermata a circa un Km dalla spiaggia. La distanza da coprire non sarebbe molto lunga se non fosse in salita! In alternativa ci si può arrivare con il taxi: in genere chiedono 10 € per coprire la tratta fino alla Cote D’Or. Nel parcheggio si trova sempre un taxi disponibile.

- Anse Volbert: è la spiaggia davanti la nostra guest house. Purtroppo c’erano diverse alghe per tutto il periodo del nostro soggiorno. La cosa non ci ha disturbato più di tanto perché in ogni caso ogni giorno cambiavamo spiaggia. Personalmente, a parte le alghe, non mi è piaciuta molto. È molto lunga, quindi non si vedono le rocce di granito tipiche delle Seychelles, ed inoltre è molto affollata. Molti dei più grandi hotel presenti a Praslin sorgono proprio qui con conseguente sviluppo di lettini e ombrelloni che deturpano la vista. Bisogna però dire che è molto attrezzata come spiaggia. Ci sono mini market, ristoranti, dive center e quant’altro possa servire.

- Anse Takamaka: situata a nord-est tra anse Volbert e anse Lazio, è poco turistica. Durante la settimana è molto tranquilla, e ci si può trovare anche da soli. Ma di domenica ci sono le persone locali che fanno pic nic, grigliate, giochi in acqua e non solo. Una domenica ci siamo fermati con loro, e sono delle persone stupende, cordiali, gentili, ospitali. Ci siamo trovati benissimo, e nonostante fossimo degli “intrusi” ci hanno accolto come gente conosciuta. Bellissima esperienza, da provare! - Anse Georgette: situata a nord dell’isola, è la spiaggia che si trova dentro al Lemuria Resort. Per potervi accedere bisogna prenotare la visita qualche giorno prima. Si ottiene un permesso con il quale si potrà parcheggiare l’auto all’interno del resort. C’è una piccola camminata passeggiando nel campo da golf, per raggiungere la spiaggia. Noi ci siamo stati 2 volte. La prima volta abbiamo camminato, ma la seconda abbiamo provato a chiedere un passaggio al personale dell’hotel che giravano col caddy, e molto volentieri ci ha accompagnato alla spiaggia facendoci fare anche un giretto nei punti più panoramici. Gentilissimi! All’interno si può pranzare nei diversi ristoranti dell’hotel, ma non c’è un vero e proprio ristorante turistico, quindi i prezzi sono un po’ elevati! Escursioni: - Isola di St. Pierre e Curieuse: è situata a circa un km dalla costa davanti anse Volbert. Deve il nome di Curieuse ad una nave francese. Dal 1833 al 1965 ha ospitato una colonia di lebbrosi provenienti da Mauritius, che in base ad uno strano accordo fra i due stati, erano “scambiati” con i malati di mente delle Seychelles! Proprio per questo c’è anche da visitare la casa del medico, un bellissimo edificio rappresentativo dell’architettura creola che attualmente ospita un piccolo museo di storia

  • 6866 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social