In viaggio fra Polonia, Ucraina, Moldavia, Transnistria e Romania

Il viaggio di quest’anno prevedeva di attraversare quattro stati riconosciuti: Polonia, Ucraina, Moldavia e Romania e una repubblica de facto: la Transnistria. Ce l’abbiamo fatta.

  • di Korowa
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Il viaggio di quest’anno prevedeva di attraversare quattro stati riconosciuti: Polonia, Ucraina, Moldavia e Romania e una repubblica de facto: la Transnistria. Ce l’abbiamo fatta.

Giorno 1: Polonia > Varsavia

Sono partito con il volo Lot Polish delle 10:55 ora italiana e atterrato a Varsavia alle 13:05 ora locale (+ 1 ora). Spesa: 50 euro. Ho trovato una camera doppia in ostello, il Kanonia. Costo della camera doppia: 40 euro.

La posizione è eccezionale, praticamente si trova a 1 minuto a piedi dalla Piazza del Castello e a 30 secondi dalla Piazza della città vecchia. Pulito dotato di wi-fi e confortevole.

Giro della città vecchia, delle mura, visita alla Piazza del Castello.

Verso le 18:00 mi sono spostato verso i suburbs della zona occidentale, oltre Swietokrzyska per vedere qualche casermone.

Aperitivo in un bar vicinissimo all’ostello, proprio di fronte alla Vistola. Verso mezzanotte mi ha raggiunto anche il mio compagno di viaggio che invece volava WizzAir. Rientro in ostello a piedi.

Giorno 2: Polonia > Varsavia e Cracovia

Colazione al bar-latteria Mleczny Pod Barbakanem. Da vedere.

Visita a piedi del quartiere popolare di Praga, oltre la Vistola. Niente più di un povero suburb operaio, non capisco perché LP ne consigli la visita.

Acquisto dei biglietti per Leopoli (Lviv, Lvov) alla stazione di Warszawa Centralina. Il biglietto è costato circa 35 euro. Agli sportelli niente inglese, però si trova facilmente qualcuno che lo parla nella fila. Fatevi aiutare.

Usciti dalla stazione siamo saliti fino al 30esimo piano del Palazzo della Cultura e della Scienza. Purtroppo la giornata bigia non ci ha permesso di scorgere le pianure della Masovia.

Alle ore 14.30 siamo partiti per Cracovia.

Rapida passeggiata in centro in attesa del treno per Leopoli. Certo Cracovia avrebbe meritato più di una passeggiata di qualche ora (il numero di turisti schiacciati nei tavoli della piazza principale impressionante), ma nella tabella di marcia rappresentava solo una tappa di transito.

Alle 22:20 siamo partiti da Cracovia per Leopoli.

Nota 1: a Varsavia ci hanno venduto biglietti per i soli posti passeggero assicurandoci che i wagonlit erano ormai esauriti. Con sorpresa, mista a fastidio, abbiamo scoperto che il treno è composto da soli due vagoni, entrambi wagonlit e nessuna carrozza con posti a sedere.

Il “gentile” capo-treno ci ha trovato i posti wagonlit per la modica cifra di 20 euro cad. Nessuna ricevuta, che “carino”.

Durante la notte siamo stati svegliati due volte per il controllo passaporti, i doganieri polacchi sono veloci e risoluti. Gli ucraini meno, ma si tratta pur sempre di poche domande rituali in inglese. Il passaporto viene vistato con la data di ingresso.

Giorno 3: Ucraina > Leopoli

Siamo scesi dal treno alle 6:00. L’area della stazione è desolante, molte le pozzanghere e le strade sono male asfaltate. Un sacco di scavi per i lavori in corso. Molti i tassisti insistenti e nessuna possibilità di fare colazione prima delle 8:00.

Siamo arrivati in centro con qualche difficoltà dovuta al primo approccio con le indicazioni in cirillico. Abbiamo trovato un ostello quasi per caso, l’Old City Hostel è un grosso appartamento con varie stanze, pulito wi-fi e ben organizzato.

Tour a piedi della città, sicuramente molto più gradevole di Varsavia e meno affollata di Cracovia. Le piazze del centro sono tranquille e straripanti di caffè e ristoranti, ma l’atmosfera resta sonnacchiosa e rilassata.

Non posso non consigliare le orecchie di maiale fritte, guarda qui: http://www.diariapenna.com/2011/08/terzo-giorno-summertrip2011/

Nel pomeriggio siamo saliti ai giardini del castello, dalla cima della collina è possibile vedere tutta la città e le colline che la circondano. Nel tardo pomeriggio siamo tornati in stazione per acquistare il biglietto per Kiew. Dopo vari “niet” siamo riusciti, con qualche difficoltà, a prenotare due posti sul treno delle 10:20 del giorno dopo. Circa 35 euro cad

  • 16334 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social