POLINESIA "PER CASO" di Irene & Rossano

DIARIO di VIAGGIO – POLINESIA 2003 di Irene & Rossano “Il fascino del viaggio consiste nel predisporre il tuo animo a che accada sempre qualcosa di inatteso” (R.K.) Sab. 03 Maggio 2003 …Gli occhi non stanno più aperti. Non dormiamo ...

  • di Ire&ro
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
 

DIARIO di VIAGGIO – POLINESIA 2003 di Irene & Rossano “Il fascino del viaggio consiste nel predisporre il tuo animo a che accada sempre qualcosa di inatteso” (R.K.) Sab. 03 Maggio 2003 …Gli occhi non stanno più aperti. Non dormiamo da troppe ore, ma come riuscire a dire basta a questa prima giornata polinesiana senza almeno aver provato a catturare su queste … paginette di ricordi, qualcosa di tanta meraviglia odierna. Scrivo dal nostro letto triangolare … la capanna è di legno e foglie, e in questo momento i nostri corpi sono sospesi sulla laguna. Le onde si infrangono sulla nostra casetta … è tutto un po’ magico, questo posto ha un’atmosfera davvero incredibile. Sembra di vivere in un posto dei sogni, ma è tutto vero, e noi siamo qua !!! Il primo approccio con questo paese è stato davvero sconvolgente. E’ tutto vero, questo è proprio il paese della luce e dei colori. Ora capisco cosa vuol dire. La parola colori qua ha un significato ! I colori sono vivi, il verde mi chiedo se l’ho mai visto prima così verde. E si staglia nell’azzurro del cielo, si confonde con i mille colori dei fiori, con i colori della gente … Il nostro aereo dopo più di 24 ore di viaggio è arrivato a Papeete questa mattina alle 6:35 e noi ancora non ci siamo fermati un attimo, perché ogni attimo non vissuto è perso … Abbiamo noleggiato la macchina e non ci siamo fermati mai. Siamo andati … non so come si chiama quel posto, ma la guida lo definisce “la fine del mondo” … perché lì la strada finisce. Una gara internazionale di surf richiamava oggi tantissima gente, variopinta direi … una buona occasione per far festa, per fare il pic-nic sulla spiaggia. C’erano grandi e piccini, polinesiani e non, e c’era persino la televisione – deve essere stato qualcosa di davvero importante, d’altra parte, ce l’aveva detto Vai, ed era eccitatissima per l’evento ! Dopo essere stati là un po’ ci siamo rimessi in marcia, una sosta al Museo Gauguin e poi via verso Papeete per completare il perimetro di Tahiti e per renderci conto di dove ci troviamo.

Abbiamo cenato alle rulottes sul porto, dice che sia una tappa obbligatoria e noi non abbiamo disdegnato.

Ora sono le 21:00 – davvero a stento ce l’abbiamo fatta a trascinarci qua, a casa … e ora si dorme perché domani sarà un’altra lunga bellissima giornata.

Dom. 04 Maggio 2003 … e anche oggi ce l’abbiamo fatta a portare a termine la giornata, anzi la lunga giornata, perché la sveglia ha suonato alle 05:30 questa mattina. Il sole doveva ancora sorgere e l’atmosfera era magica. Noi ci siamo alzati così presto per andare al mercato di Papeete che alle prime ore della Domenica mattina, quando dai villaggi vicini tutte le famiglie vanno a fare gli acquisti per il pranzo del giorno di festa, dice essere nel momento di suo massimo splendore. Un gran brulicare di gente, un caos variopinto ed inconsueto. I pesci colorati, i cocchi, e quante cose sconosciute ai nostri occhi, strani frutti, strani ortaggi e altre mille cose … E le corone di fiori !!! Le portano davvero in testa !!! Bellissimo ! Dopo il mercato era prevista la visita di MOOREA, infatti abbiamo preso un traghetto “Aremiti” al volo ed in un’ora siamo arrivati. Abbiamo noleggiato una macchina e ci siamo girati l’isola in lungo ed in largo … si fa per dire perché ovviamente c’è una strada soltanto, il tour pertanto è standard, non permette troppe variazioni

  • 2147 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social