Peru' zaino in spalla..

Ciao a tutti, siamo Matilde e Christian due backpackers della provincia di Venezia che quest'anno hanno deciso di andare in Perù..... Il nostro è stato un viaggio durato tre settimane.... 21 giorni tutto fuorchè rilassanti...però credeteci... ne è valsa veramente ...

  • di christian.lotto
    pubblicato il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Ciao a tutti, siamo Matilde e Christian due backpackers della provincia di Venezia che quest'anno hanno deciso di andare in Perù.....

Il nostro è stato un viaggio durato tre settimane.... 21 giorni tutto fuorchè rilassanti...però credeteci... ne è valsa veramente la pena!!! E' stato tutto molto gratificante!

Per la prima parte del viaggio ci siamo appoggiati ad una sig.ra di Lima ( Yolanda) che gestisce un albergo e organizza il tour del Perù assecondando le esigenze dei suoi clienti, per il 90% italiani.

Lei ci ha comprato i biglietti degli autobus, per il sorvolo delle linee di Nazca, prenotato gli alberghi a Paracas e ad Arequipa... Si avvale di un collaboratore italiano ( Angelo) che vive in Emilia-Romagna e un paio di volte l'anno la raggiunge a Lima.

Il sito internet è www.casayolandalima.it..... Noi l'abbiamo trovata una persona molto disponibile, onesta e a livello di organizzazione è veramente un fenomeno....!!!!!

L'itinerario che abbiamo scelto è uno dei più classici (la Lonely Planet lo chiama “Gringo trail), con l'aggiunta della foresta Amazzonica come ultima parte.

Le tappe sono state le seguente: LIMA (arrivo con il volo), PARACAS (visita alla riserva di Paracas e delle Islas Ballestas), “NAZCA”, AREQUIPA, CANION DEL COLCA (biglietto comprato all'Acuarius Travel di Arequipa), PUNO E LAGO TITIKAKA, CUZCO eDINTORNI (Valle Sacra e “gita” a MACCHU PICCHU), AMAZZONIA, LIMA.

NOTIZIE UTILI:

1)Il Perù è risultato un paese meno “economico” di quello che pensavamo. La Lonely del 2007 riporta prezzi che ormai sono aumentati di molto grazie allo sviluppo economico del Paese in poco tempo.

Scippi e borseggi a danno dei turisti sono calati ( è sempre bene comunque prestare attenzione ed evitare vicoli bui e strade isolate) e in giro c'è sempre molta polizia.

2)ATTENZIONE AGLI SCIOPERI!!! Qui sciopero è sciopero..non si discute!!! Noi purtroppo abbiamo perso il sorvolo delle linee di Nazca a causa dello sciopero dei minatori che hanno bloccato una parte della Panamericana per 3 gg; proprio il tratto che da Arequipa conduceva alle linee e quindi siamo dovuti tornare a Lima e prendere un volo per Arequipa (che Yolanda aveva prontamente prenotato).

Un secondo sciopero invece siamo riusciti ad evitarlo: quello dei contadini che hanno bloccato la strada da Puno a Cuzco....

3)CAMBIO: €1.00= $1.28 e $1.00= Nuovo Soles 3.00

4)Pranzate nei “ristoranti” dove mangiano i peruviani: è sicuramente un'esperienza mooooooooolto interssante. Il cibo è semplice ed è sempre accompagnato da molto riso, ma i prezzi sono concorrenziali ( 3 soles per aperitivo + piatto del giorno) e la compagnia è eccezionale!

Molto utilizzate dalla cucina peruviana sono anche le patate......fritte!

5)Una visita alla riserva naturale di Paracas vale veramente la pena: il deserto con lo sfondo dell'oceano merita una foto ricordo!

Non perdetevi assolutamente las Islas Ballestas: arcipelago protetto dove vivono pinguini, leoni marini(sono uno spettacolo), cormorani.... Da queste isole potrete anche ammirare il famoso “Candelabro”.

Yolanda ci ha prenotato il tour in taxi privato e l'albergo a Paracas.

6)Andate al Canyon del Colca! le gite di 2 gg partono la mattina presto da Arequipa e si concludono il pomeriggio/sera del giorno seguente con il rientro in città. Se volete potete chiedere all'agenzia alla quale vi appoggiate di continuare il viaggio verso Puno, in modo tale da guadagnare un giorno di viaggio.

Per il tour ricordatevi di comprare caramelle e foglie di coca. E di bere il famose matè di coca....vi assicuriamo che servono e non creano nessuna dipendenza. Aiutano il sangue a defluire meglio ad altezze di 5.000 m (esperienza da vivere...garantito!) e vi evitano giramenti di testa, nausee ed emicranie.

Il Canyon è un posto che toglie il fiato. Le Ande sono uno spettacolo inesauribile di forme e colori, profumi e suoni..... Sembra di toccare il cielo con un dito...... E mentre sei lì che osservi questo spettacolo che la natura ti ha riservato......con il fiatone ad ogni passo ....ti volti e vedi i ragazzini del posto che giocano a calcio!!!!!

Noi siamo riusciti a vedere anche i condor! Maggio è il mese ideale perchè sfruttano le correnti di aria calda per spostarsi

  • 6183 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico