Al mare in Montenegro

Viaggio alla scoperta del Mare montenegrino

  • di palanka
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Quest’anno io e la mia bella abbiamo scelto il Montenegro come meta per le nostre vacanze estive. Siamo partiti domenica 7 agosto da bari, con la compagna Montenegro Lines. Tutto prenotato tramite la MORFIMARE: 2 persone + la macchina , tasse incluse, per un totale di 380 euro. La traversata, della durata di 9 ore è iniziata con 3 ore di ritardo a causa del gran numero di viaggiatori che ha rallentato di molto le operazioni doganali, ed è stata abbastanza estenuante, visto che l’impianto di condizionamento della nave sembrava avere problemi, per cui all’interno la temperatura era insopportabilmente alta e allo stesso tempo all’esterno era troppo ventoso per dormire. Comunque siamo abituati a questi piccoli disagi e la mattina non vedevamo l’ora di scendere dal traghetto e partire alla scoperta di questa nazione a noi sconosciuta.

Va detto in primis che la scelta che abbiamo fatto (soprattutto per i pochi giorni a disposizione) è stata quella di visitare più spiagge e più posti di mare possibili, visto che il mare è la nostra vera passione, quindi non abbiamo visitato posti, come il lago di Skutari, alcune città e le montagne della zona centrale che sicuramente sono meritevoli di gite, soggiorni ed escursioni varie.

Per quanto riguarda il soggiorno abbiamo scelto di stare a Budva, il centro del divertimento del Montenegro, situata oltretutto in una posizione abbastanza strategica per visitare il Nord come il Sud (parlando sempre di costa). Sia al porto che sulle strade per arrivare alle varie cittadine troverete centinaia di cartelli (e di persone con un cartello in mano)con scritto Apartmani (appartamenti) o Sobe (Stanze): a seconda di quanti siete tutte e due queste sistemazioni sono ottime ed economiche soluzioni logistiche se si ha voglia di trascorrere un po' (o un bel po', a seconda del periodo) di tempo a visitare case contrattando sul pezzo per il soggiorno. Noi abbiamo optato per un albergo trovato su booking, un 3 stelle, il Grbalj hotel (http://www.hotelgrbalj.com/budva.html): Devo dire che è stato un’ottima scelta per diverse ragioni: intanto è vicinissimo alla SLOVENSKA OBALA, il viale più animato della città, ci si arriva tranquillamente a piedi con una passeggiata di neanche 5 minuti, poi è pulitissimo, le camere sono molto carine, la doccia è enorme, il condizionatore efficiente, la colazione buona e soprattutto il personale è molto disponibile, cordiale e tutti parlano inglese (e un po’ d’italiano), cosa non molto frequente (ancora) da quelle parti. Oltretutto abbiamo pagato 390 euro in 2 per tutta la settimana, compresa la prima colazione e visto il periodo ci è sembrato un ottimo prezzo.

Iniziamo col dare alcune indicazioni e curiosità di massima: la gran parte delle spiagge è di ghiaia/ciottoli (con un’acqua di una limpidezza incredibile), arrivare in spiaggia e buttare a terra il telo da bagno è gratuito OVUNQUE (tranne in due spiagge a Sveti Stefan), mentre la media per il noleggio giornaliero di 2 lettini e 1 ombrellone è di 5 euro (5 euro!!). Consiglio vivamente il noleggio, visto il basso costo, anche perché sdraiarsi sulla ghiaia potrebbe non essere l’esperienza più comoda della vostra vita! Si mangia OVUNQUE e a qualsiasi ora, ogni spiaggia ha il suo ristorantino nei paraggi dove potete mangiare dall’insalatina, alla macedonia per finire alle ben più corpose pietanze a base di carne e pesce. Per gli spuntini in spiaggia passano di frequente dei venditori di KUKURUZ (La pannocchia bollita o arrostita), li riconoscerete dalle classiche ghiacciaie con la scritta “kukuruz 1€”, oppure venditori di anguria, melone, o di palline di massa fritta condite con miele o nutella (non proprio uno spuntino leggero). Inoltre ad ogni angolo troverete un chiosco del vero protagonista dello street food montenegrino: la Palacinka! Si tratta, nella versione dolce (SANE PALACINKA) di una crepe enorme, farcibile con una miriade di ingredienti a scelta tra nutella, varie marmellate, nocciole, noccioline, mandorle, polvere di cocco e chi più ne ha più ne metta. Esiste anche la versione salata (SLATNE PALACINKA), che sarebbe una pizzella fritta, farcibile con diversi tipi di carne (salsiccia, petto di pollo, spezzatino, hamburger) fatta sul momento da esperti grigliatori immersi in nubi di fumo. In pratica loro mettono dentro la carne, ti consegnano la palacinka e tu devi farcirtela prendendo verdure e salse varie disposte sul bancone in ciotole e barattoli, vi giuro è un’esperienza indimenticabile. Per quanto riguarda invece le strade e la guida, va detto che tutte le località della costa sono ben collegate da un’unica strada statale che diventa abbastanza trafficata in prossimità dei grandi centri (come Budva e Bar) ma che rappresenta comunque un’ottima infrastruttura per gli spostamenti. Le varie stradine che si prendono per arrivare nelle spiagge sono invece una bell’avventura, nel senso che sono strette, fatte per una sola macchina, e ogni volta che se ne incrocia un’altra non è sempre facile trovare uno slargo dove passare o far passare l’altro. Una cosa molto importante da tenere a mente è che la polizia Montenegrina è molto rigida sui limiti di velocità, che peraltro sono sempre piuttosto bassi, e le strade sono continuamente monitorate da pattuglie fornite di radar che al rilevamento dell’infrazione vi fermano e vi fanno pagare la multa all’istante (a quanto pare portandovi in questura se non la volete o potete pagare perché al momento sprovvisti di contante). Altri elementi a favore del turista sono la presenza ovunque e fino alle 21 (a volte 22) di minimarket e market più grandi e il fatto che in ogni spiaggia ci siano locali e localini con bagni SEMPRE puliti (Parlando della zona nella zona del centro-nord , come spiegheremo meglio dopo)

  • 62524 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, , ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social