Penisola malese

Kuala Lumpur, Taman Negara e isole del mar della Cina in bus, treno, barca...

  • di fwaterty
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Vorrei raccontare il mio ultimo viaggio in Malesia (luglio 2012) e approfittarne per suggerire alcune idee su come organizzare, in generale, un viaggio nel sud est asiatico, destinazione eccezionale per arte, mare, shopping, ma, soprattutto, per la gente, la sua umanità, la sua cultura. E anche per la sicurezza! In Thailandia, Laos, Cambogia, Vietnam, Malesia non esistono problemi a riguardo, e vi sentirete sicuri anche nella strada più buia e isolata. Non saró molto dettagliato sui commenti a luoghi, alberghi, ecc, per i quali rimando alla guida della Lonely Planet o a Trip Advisor o a Booking.com: tra i criteri di scelta per gli hotel, peró, segnalerei, oltre naturalmente alla posizione e al prezzo, la disponibilità gratuita di wifi, fondamentale per le comunicazioni a casa a costo zero e per navigare sulla rete alla ricerca di notizie su luoghi, parole, animali che non avevate considerato alla partenza e che invece vi ritrovate in viaggio (spesso vi dicono il nome in inglese e poi ?). Torniamo alla Malesia: scelto il periodo, la destinazione viene di conseguenza sulla base dei monsoni: in estate, quindi, mar della Cina (costa est Malese o Borneo).

Comunque, prima cosa da fare è comprare una bella guida, integrarla con informazioni sulla rete, e farsi un’idea di dove si vuole andare e con quale tempistica. Se siete in 4 è meglio perchè questo semplifica molto spostamenti ed escursioni, abbattendone i costi e rendendovi autonomi; in 2 spesso dovete condividere, il che non è un problema, ma comporta una perdita di tempo (se non ci si riesce niente panico, i costi sono comunque bassi). Sulla rete cercate un volo 3-4 mesi prima, in modo da avere prezzi favorevoli (in genere sotto i 650 euro con Emirates, Ethiad o altre compagnie che fanno scalo in zona Emirati): noi abbiamo trovato un Malpensa-Singapore-Kuala Lumpur, Singapore-Malpensa a 573 euro con Singapore Airlines.

Piccola divagazione: la città nella quale vale la pena di tornare più volte, e quindi utilizzabile come base di partenza anche per i paesi vicini, è Bangkok, perchè c'è molto da vedere dal punto di vista artistico e perché è molto ben collegata con tutta l’Asia (anche con voli low cost affidabili, come quelli di Air Asia, Bangkok Airways o Nok air). Ma torniamo al nostro viaggio: questa volta abbiamo scelto la penisola malese, percorrendola da Singapore al confine con la Thailandia in aereo, minibus, barca, treno e taxi, per un mix di città, natura e mare piuttosto “facile”.

G 1: Kuala Lumpur

Partiti da Malpensa alle 12, arriviamo a Kuala Lumpur, dopo scalo a Singapore, alle 8.30 del giorno dopo, in perfetto orario: prendiamo un taxi fino al Novotel City Center, scelto per offerta su Booking a 76 euro, zona centrale e wifi. La città già la conosciamo, per cui ci fermiano solo un giorno per riposare un pò, limitandoci ad un giro in Petaling street (a Chinatown, per shopping low cost) e in zona Bukit Bintang per la cena e cambio soldi: cambio da fare assolutamente perchè molto più vantaggioso rispetto qualsiasi altra città malese, e da preferire all'uso delle carte di credito perchè, se è vero che ora non viene più utilizzato il sovrapprezzo, neppure sulle isole, è anche vero che il tasso di cambio utilizzato non è quello ufficiale ma quello applicato dalla banca, in genere inferiore del 3% o più (di fatto, un sovrapprezzo).

GG 2-4 Taman Negara

Il giorno seguente partenza per il Taman Negara, 2 ore di minibus e 2,5 ore di barca (14 posti, tipo long tail) sul fiume Tembeling: la navigazione è piacevole, si osserva la giungla circostante e la vita sulla riva (pacchetto acquistato su internet, 3 notti, chalet e colazione, con viaggio, 140 euro/cad sul sito del Mutiara Resort, l'unico situato sulla riva del fiume dove ci sono il parco ed i suoi sentieri). Il Taman Negara è una destinazione facile, si vedono cinghiali, scoiattoli, qualche scimmia e 2 tapiri che sono probabilmente stanziali nel resort; non aspettatevi altro, ma qualche passeggiata nella giungla (i sentieri sono ben tracciati, fatela da soli ma leggete bene i consigli Lonely: dopo pochi minuti siete fradici di sudore!) e un paio di escursioni sul fiume valgono la visita. Certo, il Borneo e il safari sul Kinabatangan (consigliatissimo!) sono un'altra cosa..

  • 14854 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social