In giro per le alpi

IN GIRO PER LE ALPI L’idea c’è venuta così, per caso. Il mio ragazzo lo scorso autunno si è comperato una Guzzi California Stone "Black" Metal 1100, che non aspettava altro che essere messa alla prova… E così è stato! ...

  • di Claudia Affricani
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Fino a 500 euro
 

IN GIRO PER LE ALPI L’idea c’è venuta così, per caso. Il mio ragazzo lo scorso autunno si è comperato una Guzzi California Stone "Black" Metal 1100, che non aspettava altro che essere messa alla prova... E così è stato! Per chi non fosse intenzionato a leggere tutto il racconto, ma ha interesse solo per il percorso, eccovi una tabella di viaggio: GIORNO TAPPE KM 1° Ancona-Asti (usciamo dall'autostr 692 ada)-Alba-Bra-Pinerolo-Pragelato 2° Sestrière-Susa-Monte Cenisio-Par 274 co Naz.Della Vanoise-Colle dell'Ise rand-Tignes-Colle del Piccolo San Bernardo-Courmayeur-Traforo del Monte Bianco-Chamonix 3° Martigny-Sion-Brig-Passo del Sem 359 pione-S.Maria Maggiore-Val Canno bia-Ascona-Locarno(L. Maggiore)- Lugano(L. Di Lugano)-Menaggio(L. di Como) 4° Chiavenna-Sankt Moritz-Pontresina- 190 Passo del Bernino-Livigno-Trepalle- Bormio 5° Passo dello Stelvio-Trafoi-Gomagoi- 277 Prato allo Stelvio-Spondigna-Silandro -Merano-Passo del Monte Giovo-Vipi teno-Bressanone-Brunico-S. Vigilio di Marebbe-La Villa 6° Passo Gardena-Passo Sella- Passo 325 Pordoi- Passo Campolongo-Corvara -La Villa-Passo del Falsarego-Cortina D'Ampezzo-Passo delle Tre Croci-Mi surina(L.Di Misurina)-Dobbiaco-Passo Montecroce di Comelico-Santo Stefa no di Cadore-Sappada-Arta Terme- Tolmezzo-Pontebba-Tarvisio 7° Kranjska Gora-Parco Nazionale del 595 Tricorno-Soca-Bovec-Zaga-Udine (imbocco autostrada)-Ancona TOTALE KM: 2712 TOTALE SPESA: 400 euro a testa tutto compreso 28 luglio 2003 1° GORNO Partiamo da Recanati, il mio paese, alle 4.15 del mattino, assonnati e con soli 10 euro di benzina, ma con tanta, tantissima voglia di intraprendere quest’avventura; imbocchiamo l’autostrada semi deserta quando ancora il sole non è uscito all’orizzonte. Prima tappa obbligatoria per caffè e rifornimento a Rimini verso le 5.45, seguita dalla seconda circa due ore più tardi verso Parma.

Ad Asti, alle 10, abbandoniamo finalmente la strada a pagamento per le free way... E qui inizia la vera avventura! Puntiamo ad Alba, immaginando un paese caratteristico dove mangiare, ma non ci piace poi molto; così via verso Bra, Pinerolo... e incominciano le prime salite. Finalmente si mangia in una piccolissima (e orrenda!) trattoria accanto al torrente Chisone.

Giungiamo alle 15.30 alla nostra prima tappa: Pragelato, a pochi km dal Sestrière; troviamo alloggio presso un piccolo ma accogliente albergo ad una stella dove ci riposiamo in attesa della cena.

E’ davvero piacevole infilarsi il maglione per la passeggiata serale e dormire sotto ad un enorme piumone! 29 luglio 2° GIORNO Ore 8: sveglia. Apriamo la finestra ed entra subito un’aria freschissima... Così decidiamo di vestirci molto bene per il nostro secondo giorno d’avventura. Mega colazione a base di pane fresco, burro, marmellate e brioches e via, verso il Sestrière.

Il Sestrière è un insieme d’agglomerati turistici, poco caratteristico a dire la verità. Ci avviamo verso la Val di Susa che, cantieri a parte per le Olimpiadi invernali del 2006, è davvero molto bella.

Da Susa ci avviamo alla frontiera francese, ormai chiusa, salendo su per il Colle del Mont Cénis, davvero fantastico, con ai piedi uno stupendo lago azzurro, costeggiato da una stretta stradina

  • 4633 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social