Palermo, Cefalù e la val di Noto

Eravamo perfettamente consapevoli che 16 giorni di permanenza (dal 17 luglio al 3 Agosto) non sarebbero stati sufficienti a vedere tutto quello che avevamo voglia di vedere. Del resto, questo non è altro che un validissimo pretesto per tornare in ...

  • di alistair
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Eravamo perfettamente consapevoli che 16 giorni di permanenza (dal 17 luglio al 3 Agosto) non sarebbero stati sufficienti a vedere tutto quello che avevamo voglia di vedere.

Del resto, questo non è altro che un validissimo pretesto per tornare in questa meravigliosa terra non appena ne avremo nuovamente voglia, per inebriarci dei suoi profumi, per deliziarci dei suoi inimitabili sapori, per respirarne la storia e la cultura, per tornare ad ammirare il suo superbo barocco e godere del suo sole e del suo mare.

La prima delle due settimane è stata dedicata alla Sicilia Sud Orientale ovvero, alla Val di Noto, quel territorio compreso tra le province di Siracusa e Ragusa nel quale si trovano in un raggio di 70 km, le perle del Barocco siciliano.

Abbiamo scelto tramite Internet il nostro agriturismo “La valle degli Dei” appena fuori Noto ma distante soltanto poche centinaia di metri dal centro storico.

Ottima la struttura, dotata di cucina ed elettrodomestici e fornita di aria condizionata (indispensabile da queste parti nei mesi estivi) con mobili nuovi di zecca e di semplice eleganza. Gradevole la collocazione nella verde vallata di agrumeti che si estende ai piedi di Noto che sorge in una collina che degrada verso il mare (a 4 Km di distanza). Appena un po’ sostenuti i prezzi (abbiamo pagato 650 euro per una settimana per l’appartamento, senza colazione, i prezzi di Luglio sono identici a quelli di Agosto mentre normalmente dovrebbero essere decisamente più bassi).

La cittadina di Noto è un vero gioiello del barocco. Percorrendo il suo centro storico si resta rapiti dalla bellezza dei suoi numerosi palazzi e dalle sue chiese, prima fra tutte la Cattedrale recentemente restituita agli antichi splendori grazie ad un restauro. Monumentale e imponente la scalinata che conduce alla bella facciata, un po’ deludenti gli interni. Molto bello è anche l’edificio del Municipio che sorge proprio di fronte alla Cattedrale ed il pregevole teatro comunale di fine ‘800 che sorge sul principale Corso Vittorio Emanuele ai cui lati si susseguono i palazzi più belli.

Possiamo consigliare a tutti la trattoria Ducezio a Via Ducezio nel centro storico dove abbiamo mangiato bene (primi piatti spaventosamente abbondanti, ambiente alla buona, prezzi contenutissimi). Abbiamo dedicato le mattinate al mare avendo a disposizione ampie possibilità di scelta. A 4 o 5 Km sono raggiungibili il litorale di Noto Marina ( affollato ma non troppo, spiaggia sabbiosa, mare discreto) e la spiaggia di Calabernardo (più tranquilla e più bella con un piccolo ruscello alle spalle). Appena un po’ più distanti sono l’oasi di Vendicari (non ci siamo stati) e la spiaggia di Calamosche (bella ma è piuttosto faticoso arrivarci sotto il sole battente, circa 20 minuti a piedi su un sentiero in una riserva naturale) mentre proseguendo verso sud si arriva al suggestivo borgo di Marzameni ed infine alla estrema punta meridionale della Sicilia: Portopalo di Capo Passero. In questa località, su di un isolotto che si raggiungeva a bordo di un barcone in pochi minuti (5 Euro a persona A/R) abbiamo fatto il più bel bagno della settimana.

Un capitolo a parte va dedicato ai deliziosi e succulenti prodotti gastronomici di questa parte della Sicilia. A questo proposito desideriamo segnalare e raccomandare vivamente a tutti un negozietto di Noto sul Corso principale che vende i prodotti della ditta Campisi (come dire dal produttore al consumatore ed infatti il rapporto prezzo-qualità è a mio parere strepitoso), una sterminata serie di leccornie, dal patè di pomodoro pachino, alla crema di pesce spada, ai capperi ed alla bottarga alla crema di pistacchio ed a quant’altro questa generosa terra sa offrirci per deliziare i nostri palati

  • 6429 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social