India del Sud e Dubai

Consigli di viaggio

  • di frasca giuseppe
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 10
    Spesa: Da 2000 a 3000 euro
 

Quando un Paese ci affascina in modo particolare, evitiamo, con mia moglie, di ritornarci per il timore che gli inevitabili cambiamenti economici-culturali, verificatesi nel tempo, offuschino il ricordo gioioso e pieno di magia dei luoghi precedentemente visitati e vissuti.

Quindi è con una certa riluttanza che organizziamo, dopo 15 anni, un ritorno in India, questa volta del Sud.

Fissiamo, come data di partenza, il 12 di gennaio per due ordini di motivi: fuggire i rigori invernali della pur temperata Sicilia e godere delle ottime condizioni climatiche -assimilabili al nostro mese di giugno- del Kerala e del Tamil Nadu (che intendiamo visitare) in questo periodo. Scegliamo di partire con gli Emirates per la fama (non tradita) di orari rispettati e di comfort e per potere effettuare, al ritorno, uno stop-over di 48 ore a Dubai. L’organizzazione tecnica del viaggio l’affidiamo all’agenzia Primavera viaggi di Firenze.

Partiamo, in dieci, da Siracusa, alle ore 3 del mattino per arrivare a Cochin, in perfetta forma, alle ore 8 del 13 gennaio.

Notiamo immediatamente che, rispetto a 15 anni orsono, non ci sono mendicanti, la città è pulita, non ci sono famiglie che dormono per le strade. Merito, ci dicono, del governo comunista, liberamente eletto nel 1957 ed ancora in carica. Il traffico, invece, è immutato, con una differenza: nel 1996 le strade erano brulicanti di persone ed animali, ora ci sono mezzi di ogni tipo i cui conducenti suonano il clacson in continuazione e non rispettano alcun articolo del codice stradale (ammesso che ci sia ). Al pari di 15 anni orsono, per gli spostamenti da una città all’altra non si superano i 35 Km l’ora.

Premesso che un viaggio in India del Sud è per viaggiatori e non per turisti (peraltro non ne abbiamo incontrati), mi limiterò ad alcuni consigli sui luoghi che, a mio avviso, vanni visti e sui luoghi che si possono sorvolare.

Cochin

Il Rosary Convent: la prima missione cattolica che ho incontrato nel mio lungo girovagare per il mondo. I bambini ci accolgono con danze e, nelle scuole, con canti ed applausi. Vedo che i bambini vengono trattati bene e, per la prima volta in vita mia, lascio un contributo non alla chiesa ma alle monache che credono in quello che fanno.

Passeggiata sul lungomare: da vedere il forte portoghese e le reti cinesi le quali, nel pomeriggio, vengono immerse, con un sistema di contrappesi, nella laguna per ritornare in superficie cariche di pesci e di inaspettati serpenti marini.

Tradizionale danza Kathakali: basata essenzialmente sui movimenti del viso e, in particolare, degli occhi. Per comprendere bene questo tipo di danza consiglio di leggere il romanzo “Padrona ed amante” di Anita Nair. Vale anche come introduzione al Kerala.

Città da visitare.

Alleppy

Lungo le coste del Malabar. In un dedalo di canali del delta fluviale.

Ci imbarchiamo su delle barche di bambù tenute insieme da spaghi di fibre di cocco. Queste barche venivano usate, nel passato, per trasportare carichi di riso. Ora sono state trasformate in alberghi galleggianti di lusso ed utilizzate per osservare l’ecosistema del luogo e l’attività degli agricoltori e pescatori che vivono lunghe le rive del fiume. Escursione dal primo pomeriggio al mattino successivo.

Buona per turisti.

Trivandrum

Tempio di Shree Padmanabhaswamy: tantissimi pellegrini. Vietato ai non indù l’ingresso al tempio.

Si può sorvolare.

Powar

Da soggiornare nel resort “ Isola Di Cocco”, sia per la bellezza del luogo in cui è situato sia per la possibilità di effettuare, dal molo dell’albergo, delle escursioni in barca nei canali che circondano il sito. E’ possibile vedere scene di vita quotidiana delle comunità che vivono lungo i canali, una rigogliosa flora e migliaia di uccelli fra cui aquile di mare, cormorani, aironi, martin pescatori…. Il resort è attrezzato anche per i massaggi ayurvedici con l’olio caldo.

  • 6320 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social