Egitto... non solo Marsa Alam

Un viaggio alla scoperta del Mar Rosso, dell'antico Egitto e delle tradizioni beduine

  • di gigimarika
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 
Annunci Google

Sabato 28 aprile

Finalmente si parte, sveglia alle 2:00 con partenza prevista da Milano Malpensa alle 6:30. Purtroppo per pochi muniti perdiamo la priorità al decollo e dobbiamo attendere quasi un'ora. Noi siamo Luigi e Marika e si vola con Air Italy. Assonnati per la levataccia cerchiamo di riposare ma ogni poco il nostro sguardo punta fuori dal finestrino. Ci colpiscono i colori del deserto ed il contrasto con cielo e nuvole. Il colore della terra rossa ci ricorda l'Africa. I ricordi del Kenya e della sua gente si riaccendono in noi. Poco prima dell'atterraggio vediamo anche il Nilo. E' imponente e crea una lunga gola scura tra il deserto. Alle 12:00 si arriva a Marsa Alam (porto delle bandiere). Il clima è caldo secco e molto ventilato, non c'è una nuvola. Per le pratiche d'ingresso c'è un sacco di gente, dopo quasi un'ora di attesa riusciamo a fare il visto d'ingresso (25 Euro): noi entriamo con il passaporto; è più facile che usare la carta di identità. In tal caso occorrono anche due foto tessera dall'Italia. Finalmente raggiungiamo il pullman, mentre aspettiamo gli altri compagni di viaggio ci colpiscono le insegne dei resort/ ristoranti. Tutte le indicazioni stradali sono indicate come Km a nord e a sud dell'aeroporto privato di Marsa Alam. La strada è una e quello basta come distinzione. Il nastro d'asfalto è tutto dritto e movimentato da sali e scendi: taglia in due la grande distesa del deserto arabico orientale. Vediamo solo, sparse qua e là, alcune case / resort modernissimi e tante fondamenta in costruzione. Raggiungiamo il Tulip Beach Resort (17 Km sud di Marsa Alam) è un ottimo villaggio con ogni comfort: piscine enormi, buona cucina, pontile di 700 m e lunga spiaggia sabbiosa. Un paradiso per il relax. Sono già le 14:00 pranziamo e sperimentiamo i primi cibi con tipica speziatura. Non male! Poco dopo ci dirigiamo in esplorazione verso la spiaggia. Tante palme, prato verde e lettini con accanto ampio paravento di foglie di banano. Passeggiamo sul pontile e vestiti fuori acqua facciamo già il nostro primo "snorkeling". L'acqua è limpidissima e si vede perfettamente il fondale. All'inizio solo sabbia poi finalmente barriera. Subito vediamo diverse meduse quadrifoglio (ci dicono che non sono urticanti), poi accanto alla scaletta un grande pesce leone, una specie di "serpente di mare", enormi ricci diadema e una piccola murena. Fantastico! Bagno in piscina e poi cena e passeggiata nell'altra ala del resort. E' ancora più moderna e attrezzata. Qui non ci manca proprio nulla! Tisana alla menta ed ibisco e poi quattro passi ai negozietti sulla spiaggia. Qui incontriamo Ciccio che vende papiri e ci spiega la tecnica di preparazione della carta: scopriamo una versione più scura e pregiata di papiro. Impariamo anche un po' di simbologia egizia: albero della vita, segni zodiacali, occhio di Horus, patto del matrimonio. Che fascino la storia di questa civiltà!! Ciccio spegne la luce del negozietto e vediamo tutti i papiri illuminati e fosforescenti. Alcuni sono fantastici e sembrano in 3D. Dopo tappa al negozio di collane artigianali dal "Romano" Gennaro - e poi profumi e spezie da Alex. Ciascuno ci accoglie al meglio e scherza con noi. In ogni bottega riceviamo un regalo di benvenuto. Ci colpisce la loro intraprendenza! A diversità dal Kenya dove la gente era talvolta insistente e assillante qua sono veramente accoglienti. Sfiniti alle 23:00 ci guadagniamo il letto.

Domenica 29 aprile

Sveglia alle 7:00, fuori c'è una luce fortissima, sembrano le 11:00. Il sole illumina già tutto il resort. Scattiamo alcune foto mentre ancora tutti i turisti dormono. Colazione e poi si parte per il primo snorkeling vero. Inauguriamo pinne, mutino e macchina subacquea. Il mare è calmo e fortunatamente c'è poco vento. Vediamo un sacco di pesci chirurgo, alcuni pesci balestra, pesci scatola, fuciliere lunare e di Suez, pesci farfalla di diversi colori. Non mancano i pesci damigella a ventre bianco, un grosso pesce unicorno arancione con la tipica coda allungata e il lungo pesce ago adagiato sul fondale. Ci colpiscono i colori vivi della barriera: sfumature gialle, rosate e azzurre e numerose tridacne. Si vedono il corallo poroso, dito, madrepora lattuga e cervello, la sinularia e vari tipi di gorgonie. Per ora però vediamo meno pesci in branco rispetto alle Maldive. Pomeriggio di relax in piscina con passeggiata in spiaggia dove ci sono molti granchi violinisti dal color azzurro brillante e dalla lunga chela. Per cena menù indiano con ottimi piatti!

Lunedì 30 Aprile

Sveglia presto per fare snorkeling di buon mattino. Luce ideale e mare molto calmo. Anche oggi fortunatamente poco vento. Il guardiano del molo ci accompagna subito in acqua per vedere la tartaruga verde. Dopo 10 minuti di attesa risale in superficie per respirare e pensare che noi stavamo desistendo. La immortaliamo con la macchina fotografica: sale a galla e dopo poco torna sul fondale. E' fantastica! Vediamo anche un’aquila di mare, purtroppo è troppo veloce e un po' lontana per fotografarla. Nuotiamo verso il reef e vediamo una grande murena che pattuglia la barriera sotto di noi! E' veramente grossa! Riusciamo anche a filmarla. Proseguiamo il viaggio tra coralli molli colorati, idrozoi e madrepore. Per puro caso vediamo un pesce pietra che si mimetizza perfettamente, diversi pesci angelo imperatore che mangiano i coralli e pesci farfalla filamentosi e mascherati. Viaggiano sempre a coppie, hanno colori gialli intensi. Accanto alla scaletta del pontile, a pelo d'acqua, alcuni pesce trombetta. Infreddoliti, dopo oltre un'ora e mezza di nuotata, usciamo dall'acqua con ancora negli occhi l'esperienza vissuta. Lungo il pontile, il mare ci regala ancora la vista di una razza a macchie blu

Annunci Google
  • 14539 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social