Sporadi e ioniche: racconto di una magica Grecia

Sabato 2 luglio 2005…..finalmente!!!!! Dopo mesi e mesi passati ad aspettare le tanto sognate vacanze, ecco che finalmente arriva il giorno della partenza!!!!!!!!!!!!! Le ferie di quest’anno per me e per Fabrizio (il mio fidanzato) sono un po’ una scommessa….infatti ...

  • di Daniela Di stefano 1
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
 

Sabato 2 luglio 2005...Finalmente!!!!! Dopo mesi e mesi passati ad aspettare le tanto sognate vacanze, ecco che finalmente arriva il giorno della partenza!!!!!!!!!!!!! Le ferie di quest’anno per me e per Fabrizio (il mio fidanzato) sono un po’ una scommessa...Infatti (al contrario degli anni precedenti) decidiamo di non prenotare niente e di stabilire solo un itinerario di massima...La destinazione ??? beh, le isole sporadi, Skiathos, Skopelos, Alonissos, poi le Meteore, e ancora Paxi e Antipaxi per terminare la vacanza a Lefkada... Ma cominciamo dal principio...

Ci mettiamo quasi 6 ore per arrivare a Brindisi per imbarcarci e dopo una notte di mare mosso, ma che dico mosso, (qualcuno ha mai visto il film “La tempesta perfetta”?...Peggio...) comunque arriviamo ad Igoumenitsa...E finalmente cominciamo le nostre tanto sognate vacanze!!!! Dopo un paio d’ore però il cielo si annuvola e comincia a piovere...Va beh, poco male, tanto il nostro primo giorno di ferie lo trascorreremo in macchina per raggiungere il porto di Volos... attraversiamo una catena montuosa di quasi 2.000 m e ci fermiamo a pranzo in un pittoresco villaggio di montagna, dal nome Metzovo. Il paese è molto bello, ci sono un sacco di negozi dove si lavora il legno, e si mangia della carne alla griglia buonissima...Da vedere!!! Poi riprendiamo il viaggio e nel pomeriggio arriviamo a Volos (tempo totale di percorrenza, quasi 7 ore!!!!), andiamo al porto e facciamo i biglietti del traghetto per andare a Skopelos il giorno successivo, dopo di che decidiamo di dormire a Makrinitza, un paesino poco distante, a 800 m di altezza, con vista stupenda sul mare e su Volos. Troviamo un alberghetto e dopo una bella doccia andiamo a visitare il paese, che è stupendo: vicoletti di pietra, tanti negozietti di artigianato (dove facciamo acquisti), una piazza con degli immensi platani, tanti ristorantini e un panorama stupendo sul mare!!! Peccato per il tempo, è ancora brutto, fa freddo e dopo cena dobbiamo scappare in camera perché ricomincia a piovere! Pazienza... Il giorno successivo, ci svegliamo presto e andiamo a Volos, alle 9:00 ci imbarchiamo per Skopelos, ma il tempo è ancora piovoso e fa freddo... il mare è sempre mosso e le 3 ore e mezza, di attraversata non sono proprio piacevoli!!!! Facciamo scalo a Skiathos, il porticciolo ci sembra carino, va beh poi vedremo... a mezzogiorno arriviamo a Glossa, a Skopelos, e dobbiamo attraversare tutta l’isola prima di arrivare alla Chora. Durante il tragitto, non vediamo un gran che di mare, perché il cielo è ancora nuvoloso, ma rimaniamo subito sorpresi dalla vegetazione fittissima dell’isola! Dopo aver trascorso le ultime vacanze alle isole cicladi che sono praticamente desertiche, non ci sembra vero di vedere tanti alberi!!!! Cerchiamo un hotel e troviamo degli studios in affitto, a un paio di km dalla chora. Sono carini, hanno l’aria condizionata, il televisore, la piscina, il biliardo e la colazione. Paghiamo 40,00 euro a notte. Sono le due di pomeriggio, finalmente il cielo si rasserena, almeno in parte, così decidiamo di correre in spiaggia!!! Andiamo a Limnonari (una bella spiaggia di sabbia e ciottoli dall’acqua verde smeraldo trasparentissima) e ci trascorriamo il resto della giornata. Finalmente le ferie sono davvero iniziate!!!!!!! Non starò a raccontare tutti i minuti delle nostre giornate, altrimenti scriverei decine e decine di pagine ...Comunque a Skopelos rimaniamo 5 giorni e le mie impressioni sull’isola sono più che positive!!!!!!!! La nostra spiaggia preferita è stata quella di Kastani, (l’unica sabbiosa, con dei colori dell’acqua stupendi). Bellissima è anche la lunghissima spiaggia di Milià, con ciottoli bianchi e acqua turchese, da dove la sera si può ammirare un suggestivo tramonto; molto carino è anche il golfo di Panormos, dove spesso ci rifugiavamo alla spiaggetta di Linarakia, meno affollata della spiaggia principale. In generale le spiagge dell’isola sono tutte molto belle, ma quasi sempre di ciottoli, l’acqua è pulitissima e la vegetazione arriva letteralmente fino al mare. Siamo andati a visitare anche il nord dell’isola, abbiamo visto il paese di Glossa e quello di Loutraki e poi siamo andati alla cappella di Aghios Ioannis, costruita su un enorme scoglio a picco sul mare; per salirci bisogna fare quasi 200 scalini ma il panorama sul golfo sottostante è bellissimo e la spiaggia di Aghios Ioannis, quando il mare è calmo (condizione abbastanza rara nel nord dell’isola) è davvero bellissima. La chora è stata un colpo di fulmine, con le sue viuzze strette e le chiesette bianche...Davvero molto bella. La cosa più simpatica a cui abbiamo assistito, è che in questo paesino (come del resto anche ad Alonissos) non passa il camion della nettezza urbana per raccogliere i rifiuti, ma passa un signore con degli asinelli...(questo soprattutto a causa delle viuzze troppo strette). La sera andavamo spesso a mangiare ad Agnondas, sulla spiaggia, dove ci sono 3 tavernette in fila. Si mangia del pesce molto buono e uno di questi ristorantini ha i tavoli proprio sulla sabbia! Dopo cena andavamo alla chora dove sul lungomare ci sono una serie di pub tutti in fila e ogni sera una crepes, un gelato, un dolcetto e ...Addio alla linea!!! La giornata più bella è stata quella in cui abbiamo affittato una barchetta (di quelle con un motore piccolino, 25-30 cavalli che si possono portare senza patente nautica) con cui abbiamo visto delle spiaggette favolose non accessibili da terra... minuscole calette deserte dove stavamo praticamente da soli...I giorni comunque sono volati e a malincuore siamo partiti. La cosa che ci è rimasta più impressa era l’odore intenso di pini che si sentiva fino in spiaggia e la vegetazione davvero fitta e rigogliosa!!! Salutata Skopelos, prendiamo il traghetto per Alonissos. Arriviamo la sera tardi perché il traghetto parte con 2 ore di ritardo. Considerata l’ora tarda abbiamo qualche difficoltà a trovare una sistemazione per la notte, a Patitiri molti hotel sono al completo...Alla fine stanchi e affamati troviamo una cameretta presso l’hotel Kavos. Ci chiedono solo 20.00 euro a notte, ma la stanza è davvero troppo piccolina, e un po’ scomoda così il giorno successivo decidiamo di cercare un’altra sistemazione. La proprietaria dell’hotel ci dice di avere degli alloggi poco distanti e così li andiamo a vedere. Decidiamo di prendere l’appartamento. Il prezzo non è basso, 50,00 euro, ma l’appartamento è pulito e grande, con salotto, cucina, bagno, camera da letto e un’ampio terrazzo e poi era compresa la colazione che andavamo a fare tutte le mattine all’hotel Kavos, distante solo un centinaio di metri. Una volta risolto il problema dell’alloggio decidiamo di regalarci una giornata di completo relax, così andiamo alla spiaggia di Chrissi Milia e passiamo li tutta la giornata, pranzando nella taverna della spiaggia. Chrissi Milia, che viene spacciata per la spiaggia più bella dell’isola, in realtà a vista un po’ delude, l’acqua è cristallina e il fondale sabbioso (a parte nei primi due metri quando si entra) ma Alonissos, offre sicuramente spiagge molto più belle. Il giorno dopo facciamo l’escursione al parco marino e visitiamo l’isoletta di Psathura e Kira Panagia. A Psathura, c’è una spiaggia bellissima,un lungo lido con sabbia finissima e acqua bassa e trasparentissima. Qui ci siamo fermati un paio d’ore. Poi a Kira Panagia abbiamo visitato il monastero che di per se non era niente di speciale, ma la vista sul golfo sottostante era davvero molto bella. Ad Alonissos siamo andati alla spiaggia di Milia, Chrissi Milia, Kokkinokastro, Tzortzi Gialos, Lefto Gialos e Aghios Dimitrios. La spiaggia più bella è quella di Tzortzi Gialos che ha dei colori davvero incredibili! Suggestiva è anche la spiaggia di Kokkinokastro, sormontata da un promontorio rosso tipo “Far west”. Milià anche è molto bella anche se il lido di ghiaia è un po’ scomodo. Le spiagge di Alonissos sono in maggioranza sassose, ma al contrario di Skopelos, in alcune spiagge (come Tzortsi Gialos, Milià e Chrissi Milià) una volta entrati in mare è possibile trovare un fondale sabbioso. Anche ad Alonissos abbiamo affittato una barchetta per un giorno e ci siamo fatti il bagno in calette incantevoli. La vecchia Chora poi, ci ha incantato, veramente troppo bella...Andavamo sempre alla pasticceria Xagiati a rimpizzarci di dolci (starò a dieta per i prossimi sei mesi)... il tramonto poi da questo paesino era veramente romantico...Abbiamo trascorso anche ad Alonissos 5 giorni, poi al sesto siamo partiti per Skiathos...Disastro!!!!...Già l’ultimo giorno ad Alonissos, il cielo è stato quasi sempre coperto ma senza pioggia. Ma arrivati a Skiathos, è stata una tragedia...3 giorni di pioggia ininterrotta...Intervallati solo da un paio di ore di sole in cui ci siamo rifugiati sulla prima spiaggia che ci è capitata...Tremendo! Che dire, non abbiamo visto nulla, a parte la Chora sotto la pioggia...Comunque carina ma non quanto quella di Skopelos e Alonissos...Sarei voluta andare a vedere la spiaggia di Lalaria e l’isolotto di Tsougria di cui avevo visto delle foto molto belle su internet, ma ci è andata male!!!! Sicuramente l’isola è molto movimentata, ma per me un po’ troppo caotica...Ma di come fossero le spiagge non ho davvero idea!!!! Fatto sta che dopo 3 giorni di pioggia ininterrotta, ci arrabbiamo, andiamo al porto e facciamo i biglietti del traghetto... ce ne andiamo, tanto la Grecia è grande, troveremo un posto dove non piove!!! Da Volos andiamo a Kalambaka (2 ore di macchina) e visitiamo forse uno dei più bei posti della Grecia: Le Meteore. E’ difficile spiegarlo... Una vallata con al centro delle altissime rocce levigate sulle cui punte sono stati eretti dei meravigliosi monasteri...Un paesaggio assolutamente mozzafiato!!!! Ci siamo fermati a Kalambaka per la notte e poi il giorno dopo abbiamo visitato un monastero con una vista bellissima!!! Comunque il giorno dopo siamo partiti per Igoumenitsa (altre 5 ore di viaggio), fermandoci a pranzo sempre a Metzovo, il paesino di montagna dell’andata. Arrivati ad Igoumenitsa abbiamo pensato: “bene, abbiamo ancora 6 giorni di vacanza, e ora, dove andiamo????” . Abbiamo pensato, la scelta non è difficile “Davanti Igoumenitsa ci sono le isole ioniche: 4 ne abbiamo già visitate, (Lefkada, Itaca, Cefalonia e Zante), 1 non ci attira più di tanto (Corfù)...Troppa confusione...Beh ne rimangono solo 2: Paxi e Antipaxi (due minuscole isolette, quasi invisibili sulla cartina, di cui abbiamo sentito parlare molto bene...Belle spiagge e tanta tranquillità)...Allora è deciso, si parte!!!!” Prendiamo un traghetto e in 1 ora e 45 minuti sbarchiamo al porto di Gaios, sull’isola di Paxi. Troviamo una camera a 45 euro a notte, spaziosa con cucina, aria condizionata, televisore, ma senza colazione...(premetto Paxi è un’isola meravigliosa, ma un po’ più cara delle altre isole greche.). Il giorno dopo prendiamo accordi con una piccola agenzia che affitta barchette e ne prenotiamo una per tre giorni!!! Il primo giorno andiamo ad Antipaxi, una minuscola isoletta a 20 minuti di barchetta da Paxi, famosa per le sue meravigliose spiagge. Su quest’isoletta però non si può soggiornare considerato che c’è un solo minuscolo villaggio con 120 abitanti e nessuna struttura ricettiva. Tutte le persone che trascorrono le vacanze a Paxi, ogni mattina prendono il battello che le porta al mare ad Antipaxi, perché qui si trovano 3 o 4 spiagge, davvero tra le più belle della Grecia...Sabbia fina, acqua bassissima, mare turchese...Il paradiso dietro l’angolo!!! Passiamo tutto il giorno sulle spiagge di questa magnifica isoletta e la sera torniamo a Paxi. Il giorno successivo, sempre con la nostra immancabile barchetta visitiamo la costa ovest di Paxi, che è davvero uno spettacolo raro: rocce bianche alte 100 metri che si immergono a picco nel mare, decine di grotte marine, minuscole spiaggette e un mare turchese indimenticabile!!!!!!! Un tratto di costa davvero meraviglioso che però non può essere visitato da terra, ma solo dal mare, quindi l’affitto di una barchetta è indispensabile!!! Il terzo giorno decidiamo di girare la costa est dell’isola tramite un motorino affittato al porto, e troviamo qualche difficoltà perché la strada principale che attraversa l’isola è asfaltata, ma quelle secondarie che portano alle spiagge sono davvero dissestate! Comunque visitiamo un po’ di spiaggette di sassolini, tranquille e molto pittoresche. L’isola da questo versante è molto verde, piena di ulivi che arrivano fino in spiaggia. I tre centri principali si trovano su questo tratto di costa e sono minuscoli paesini immersi nel verde, davvero molto belli e romantici. Il più bello è Lakka, chiuso in un golfo naturale incantevole, ma anche gli altri due, Gaios e Logos non sono da meno. Il giorno successivo affittiamo di nuovo la barchetta per visitare la costa est di Paxi dal mare, e per vedere le spiagge che non abbiamo potuto raggiungere il giorno prima col motorino. Tutte molto belle , di sassolini, piccoline, con un’acqua dal colore verde, molto simili a quelle di Skopelos e Alonissos. L’ultimo giorno lo passiamo fino alle tre del pomeriggio in spiaggia e poi andiamo al porto per riprendere il traghetto per Igoumenitsa. Anche a Paxi trascorriamo in tutto 5 giorni. Arriviamo a Igoumenitsa alle 5 del pomeriggio. Abbiamo la nave per l’Italia il giorno dopo alle 11 di sera. Insomma non possiamo mica sprecare così l’ultimo giorno di mare in Grecia!!!! E allora l’ultima pazia delle nostre vacanze... A Fabrizio si accende una lampadina di quelle esplosive e mi dice...” Amore, se parto subito tra un’ora e trenta minuti stiamo seduti a una bella taverna in riva al mare ad Aghios Nikitas a Lefkada...” E io “ Ma sei un genio!!!” ...E così la mia ultima giornata in Grecia per questa estate la trascorro sulla mia isoletta preferita!!!! Lefkada è per noi ormai una vecchia conoscenza, ma di tante isole che abbiamo visitato in Grecia rimane sempre la nostra preferita!!!!!! La sera ceniamo ad Aghios Nikitas, quando la rivedo dopo tre anni quasi mi commuovo...Il giorno dopo abbiamo l’intera giornata a disposizione, e la sfruttiamo al meglio: fino a mezzogiorno stiamo in spiaggia ad Aghios Nikitas, poi prendiamo la strada panoramica che porta a Laguna Bay (panorami, da togliere il fiato...) arriviamo fino a Porto Katsiki per un altro bagno e dopo un bel pranzo a base dell’ultimo tzatziki dell’estate, andiamo alla spiaggia di Katisma dove restiamo fino alle 7 di sera. Le ore a Lefkada volano e finiscono le nostre vacanze. Alle sette riprendiamo la strada per igoumenitsa, alle 11:00 ci imbarchiamo...E così si concludono le nostre ferie... Va beh, bisogna rassegnarsi, tutte le cose belle, finiscono...Ma abbiamo trascorso delle giornate stupende (anche se il tempo non ci ha sempre assistito)..E così ritorniamo a casa dopo 23 giorni, dopo aver percorso oltre 3.000 km e dopo aver toccato 6 isole Greche ...Che dire...Anche quest'anno la Grecia ci ha incantato...Al prossimo viaggio!!!!!! ...YASAS HELLAS!!!!!!!

  • 5929 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social