Baviera in camper

Siamo partiti in camper l'11 settembre 2006, per ragioni tecniche dopo pranzo. Fortunamente poco traffico autostradale e siamo arrivati oltre confine che ancora non era totalmente buio. Dopo il Brennero ci fermiamo in un area con grill per acquistare la ...

  • di cantasv
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Siamo partiti in camper l'11 settembre 2006, per ragioni tecniche dopo pranzo.

Fortunamente poco traffico autostradale e siamo arrivati oltre confine che ancora non era totalmente buio.

Dopo il Brennero ci fermiamo in un area con grill per acquistare la Vignette valida per 10 giorni per le autostrade Austriache.

Ripartiamo e arriviamo a Innsbruck dove seguiamo le indicazioni per garmisch-Pertenkirchen. La strada è buona e larga, lungo il tragitto ci sorprende un castello stupendamente illuminato di azzurro. Putroppo e notte e solo percepiamo il bel paesaggio che ci circonda. Passato Garmisch seguiamo fino a Linderhoff, ormai è notte. Il paese è piccolissimo e non c'e' nulla di aperto. Pur non sapendo se è permesso decidiamo di entrare nel parcheggio a pagamento del castello (2€ ogni 24h mi pare), nella zona camper, dove è tutto deserto. Qui passiamo la notte, nell'assoluto silenzio, si sente solo lo scorrere di un fiume o di un ruscello.

La mattina il paesaggio si svela ed è una splendida sopresa, tutt'intorno bosco e montagne,e vicino a noi un ruscello.

Facciamo colazione e andiamo verso la biglietteria che apre alle 9. Giretto nei negozi di souvenir e poi entriamo nel parco, fino ad intravedere lo splendido castello. Piccolo ma splendido, con piscine, fontane e colorati giardini. Sembra veramente il paradiso.

Alle 9.30 entriamo per la visita dell'interno con un gruppo spagnolo. Tutto è perfettamente intatto e sfarzoso. Ogni stanza piu bella della precedente. All'interno non si possono fare foto o filmati (diciamo che non si potrebbe). Dopo circa 20 minuti si esce da una porta 'segreta' in un giardino. Da li seguitiamo la visita del parco che vale la pena di essere visitato e vissuto per un po' . Visitiamo poi la Grotta di Venere, l'ennesima sorpresa. La visita è molto suggestiva, accompagnata dalla musica di Wagner, i colori delle rocce, i riflessi del lago e il dipinto di sfondo. Un ambiente da favola, con anche la barchetta con sedile a conchiglia.

Una giornata fantastica in un vero paradiso.

Nel tardo pomeriggio partiamo direzione Fussen ammirando gli splendidi paesaggi di questa regione fino a fermarci in una area attrazzata per camper di fronte ad una palestra (nella quale c'e' la reception) e vicino al Lidl.In questa zona ci sono due aree ed è facile trovarle, la distanza dal centro è di circa 7-800 metri percorrendo la la Augsburgerstrabe.

La sera con le bici arriviamo nel centro del paese. Piccolo, carino con le case tipicamente colorate, è un piacere passeggiare. Le soluzioni per cena sono tante. "Grazie" al turismo si trova ogni tipo di ristorazione kebab,cinese,fast food,italiano ecc. Abbiamo ovviamente optato per un locale tipico tedesco, assaggiamo un piatto unico con gli immancabili wurstel e crauti, abbondantemente accompagnato dalla birra del re ludwig. La mattina successiva partiamo in bici per la visita dei castelli. Sbagliamo ciclabile e arriviamo al confine Austriaco (vicinissimo) , è comunque un piacere pedalare in queste zone.

Arriviamo al punto ticket, facciamo il biglietto per entrambi i castelli, tra l'una e l'altra visita ci sono 2 ore di tempo.

Saliamo a Hohenschwangau con la carrozza, è comunque possibile salire anche a piedi, strada in salita ma sono poche centinaia di metri.

Hohenschwangau è il 'castello dei genitori', dove Ludwig ha passato l'infanzia e seguito i lavori per il suo piu famoso castello. Il castello è ben conservato e il panorama stupendo, il fascino però non è quello di Linderhoff

  • 1881 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social