Tre amiche cinquantenni a zonzo nel sud ovest della Francia

Visita al Marais-Poitevin, polmone verde di Francia, poi verso la Francia medioevale per terminare sulle rive dell'Atlantico... sull'estuario della Gironda

  • di Mellix
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 4
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Il 17 Agosto, in perfetto orario, siamo giunte a Bordeaux con volo Easyjet da Milano Malpensa. Avevamo acquistato i biglietti a giugno spendendo Euro 70,00 cad., tariffa comprensiva di un bagaglio da kg. 20. Dall'aeroporto Merignac abbiamo iniziato il ns viaggio con una Renault Clio diesel che avevamo noleggiato via internet da Europcar al costo di Euro 387,00 per 12 giorni (costo secondo conducente incluso).

La ns prima tappa è a 200 Km a nord di Bordeaux: la cittadina di Marans nella regione Poitou-Charantes. All'arrivo abbiamo avuto la prima piacevole sorpresa: avevamo prenotato tramite internet al “Clos de Beauregard” e ci siamo ritrovate in una vecchia fattoria ristrutturata i cui proprietari producono e servono ai clienti marmellate, composte di frutta, torte e liquori tutto rigorosamente bio (camera doppia Euro 66,00 con colazione). La costruzione in pietra, la profusione di fiori, le camere mansardate con travi a vista unitamente alle crêpes alla crema di mandorle le ricorderemo per un po'. Alla sera abbiamo raggiunto La Rochelle, porto sull'Atlantico e punto di collegamento con L'Ile de Ré. La cittadina è una delle capitali al mondo della vela, con il grande porto Les Minimes che può accogliere 4000 velieri che è considerato il primo porto sportivo europeo sull'Atlantico. Il Vecchio Porto è il cuore della città. E' un susseguirsi di caffetterie e ristoranti dove si possono degustare crostacei ed ostriche mentre si osservano i numerosi artisti di strada che allietano i visitatori. Caratteristiche sono le quattro torri monumentali:

- la torre di San Nicola è alta 42 m, è leggermente inclinata ed è una fortezza edificata nel XIV secolo. Al suo interno si può visitare la Sala dei Governatori in puro stile gotico con una vista spettacolare sull'oceano e la città.

-di fronte si innalza un'altra torre del XIV sec. conosciuta come La Catena che collegata alla precedente delimita il porto. Qui è allestita una mostra permanente dedicata alla relazione della città con il Canada. Moltissimi sono stati gli emigranti che partirono da La Rochelle per recarsi in Canada e nelle colonie francesi d'oltremare.

-la Torre della Lanterna del XV sec. è stata utilizzata durante i secoli come faro e punto di riferimento per le imbarcazioni che si avvicinavano alla città. Caratteristico è il pinnacolo ottagonale che corona l'edificio.

- la Porta del Grande Orologio è un'altra imponente torre medioevale che collega il Vecchio Porto alla zona detta Casco Vecchio.

Dall'altro lato del porto si possono visitare il vecchio quartiere del Gabut con le case multicolori dei pescatori e la Ville-en-bois con le caratteristiche case in legno. Qui si trova l'acquario che attrae ogni anno migliaia di visitatori. Nel quartiere Casco Vecchio la Rue du Palais è zona commerciale della città. Nelle vicinanze si possono visitare la Cattedrale di San Luigi, la Piazza del Mercato, uno dei luoghi più animati di La Rochelle con le case tipiche decorate da legno ed ardesia ed il Municipio la cui spettacolare facciata fu costruita ai tempi di Enrico IV e Maria De Medici in puro stile italiano. L'Ile de Ré è lunga 32 km, larga 5 km ed è collegata a La Rochelle da un ponte di 16 km (costo transito Euro 16,50). E' totalmente pianeggiante e si può visitare facilmente anche in bicicletta poiché dispone di 100 km di piste ciclabili che permettono di raggiungere le belle spiagge. La capitale dell'isola Saint Martin, protetta da una fortificazione disegnata da Vauban è stata dichiarata patrimonio dell'umanità. All'estremo sud dell'isola si può ammirare il Faro delle Balene che con i suoi 57 m è uno dei più alti d'Europa. Vale veramente la pena di visitarlo, lo spettacolo dalla cima è impagabile. Con i paesini dalle case bianche che non superano i due piani, le distese delle saline, i vigneti ed i boschi l'Ile de Ré resta veramente nel cuore

  • 25811 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. annafabio
    , 31/7/2012 15:17
    Grazie per le vostre fantastiche informazioni abbiamo usato a piene mani i vostri itinerari e i vostri suggerimenti e abbiamo davvero goduto nel vedere una Francia diversa dai soliti itinerari scontati. Noi abbiamo poi proseguito per la Bretagna di cui ci siamo innamorati peccato non aver avuto i vostri suggerimenti. Siete Forti !!!!
    Ciao Fabio, Annamaria,Gulia e Rino
  2. ALOCCIC
    , 28/3/2012 19:08
    Ciao...ho da poco prenotato un volo x 2 persone da bologna x bordeaux dal 23 al 30.7. Complimenti x il vs racconto...ci servra' x pianificare il ns...e prenotare le chambre d'hotel come il passato anno x normandia e bretagna...se avessi bisogno di delucidazioni, ti posso disturbare? Ciao grazie barbara
  3. ulysse60
    , 23/3/2012 13:55
    Complimenti, che bel diario!
    Lo trovo dettagliato, ben scritto e ... utile!
    Conosco abbastanza bene la zona che avete visitato e secondo me il Sud Ovest è una delle zone più belle della Francia. Mi avete fatto venir voglia di tornarci, complimenti ancora.
    Antonia

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social