32 anni in provenza

11 agosto 2008 Oggi è il mio compleanno e lo festeggio in un modo che mi piace molto…con una partenza! Partiamo in macchina, come al solito da Forlì, il mio grande marito al volante, io navigatore umano…destinazione PROVENZA. La nostra ...

  • di MIKI76
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Fino a 500 euro
 

11 agosto 2008 Oggi è il mio compleanno e lo festeggio in un modo che mi piace molto...Con una partenza! Partiamo in macchina, come al solito da Forlì, il mio grande marito al volante, io navigatore umano...Destinazione PROVENZA.

La nostra prima tappa è Cabris a circa 6 km da Grasse dove ho prenotato un gite de France. Entrati in Francia già parecchio provati abbiamo l’ingenua e infelice idea di tentare di vedere Cannes...Dopo circa 40 minuti di coda ai semafori arriviamo al mare ed è impossibile anche solo accostarsi per fare una foto, figuriamoci parcheggiare!Proseguiamo verso Grasse quando, all’improvviso, ci sorprende un temporale fortissimo con lampi dorati che compaiono all’orizzonte. L’inizio è ottimo, il morale è al massimo!!! Miracolosamente troviamo il cartello per Cabris e una volta arrivati facciamo pace col mondo. Il temporale è appena passato, il paesino ricomincia a muoversi. Una volta sistemati cominciamo a gironzolare e a scoprire i vicoletti caratteristici, la terrazza che offre un ampio panorama. Una visita richiederebbe al massimo un’ora, forse meno. Può essere una buona sosta per mangiare (ci sono vari ristoranti) e rilassarsi se di passaggio.

Abbiamo cenato per 2 volte mangiando bene e spendendo il giusto al LE FLAMBEAU.

12 agosto Giornata dedicata alla gole del Verdon. Partiamo in direzione Castellane, non la visitiamo ma proseguiamo seguendo le indicazioni per Moustiers Ste-Marie. Durante il percorso facciamo diverse soste scoprendo ogni volta un panorama più bello. La strada è stretta e bisogna prestare attenzione. Quando troviamo il bivio tra riva destra e sinistra decidiamo di percorrere quella di destra e poco prima di La Palud sur Verdon troviamo il cartello per la routes de cretes e lo seguiamo. Si inizia a salire ed i panorami si fanno ancora più spettacolari...Vediamo anche planare trasportati dal vento i “condor” che fanno tanto Canyon!!!! Il belvedere da cui si vedono meglio è quello del Pas de la Baou, che è forse quello più alto dopo di che si comincia a scendere e la strada diventa a senso unico. Non ci resta che proseguire e ci ritroviamo a La Palud sur Verdon, piccolo paesino dove si può fare una sosta per il pranzo o rifornimento carburante. Da qui proseguiamo dirigendoci verso Moustiers. Curva dopo curva ci appare il lago di St. Croix, verdissimo e perdiamo la testa!!! Dopo le immancabili foto dall’alto scendiamo verso il lago e facciamo una sosta per rinfrescarci ...Solo i piedi perché ovviamente non abbiamo il costume. Ritorniamo indietro verso Moustiers ste- Marie (www.Ville-moustiers-sainte-marie.Fr). Dopo aver parcheggiato nella parte bassa del paese lo visitiamo e ne restiamo affascinati. La stella sospesa tra le 2 montagne, la cappella di Nôtre Dame de Beauvoir arroccata sul monte (che noi ammiriamo solo dal basso ovviamente) il fiume, le fontane, le case in pietra, i vicoletti. La passeggiata è davvero piacevole. Dopo una crepe cominciamo a rientrare e questa volta ci fermiamo a Castellane (www.Castellane.Org), che però non ci colpisce in modo particolare.

13 agosto Visita di Gourdon e Tourrettes sur Loup, vicino Grasse.

Arriviamo a Gourdon verso le 10 e ci sono pochissime persone. Il paesino è piccolo ma molto carino, persino i ristoranti e i negozi sono così caratteristici che meritano una foto. Dalla terrazza si scorge un panorama splendido sulla costa e sulla vallata. Dopo un’oretta ce ne andiamo e notiamo che il piccolo parcheggio (gratuito) comincia a riempirsi.

Ci spostiamo a Tourrettes sur Loup dove troviamo il mercato. Attraversiamo il paese con la macchina e andiamo a parcheggiare nel parcheggio delle scuole. Dopo pochi passi siamo in centro. Anche questo paesino è delizioso, nonostante il mercato sono poche le persone che lo stanno “esplorando” e anche qui ci perdiamo in foto. Pranziamo con la SOCCA comprata al mercato. E’ una sorta di crepe spessa cosparsa di sale e pepe e poi tagliata in modo grossolano. Abbiamo poi scoperto che è a base di farina di ceci ,è tipica di Nizza ed è buona! E’ giunto il momento di cambiare zona. Il prossimo gite de France ci attende a St.Etienne du Grès (dove non c’è niente, a parte dei campi di girasoli splendidi), vicinissimo a St. Rémy de Provence

  • 4200 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social