Etiopia il cuore del mondo

La cosa che per prima mi ha colpito al mio arrivo in Etiopia sono stati gli occhi della gente. Occhi grandi, occhi profondi e infiniti come l’Universo, occhi che raccontano storie e leggende , occhi capaci di regalarti emozioni , ...

  • di AZanazzo
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in gruppo
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

La cosa che per prima mi ha colpito al mio arrivo in Etiopia sono stati gli occhi della gente. Occhi grandi, occhi profondi e infiniti come l’Universo, occhi che raccontano storie e leggende , occhi capaci di regalarti emozioni , occhi che sanno come guardarti nell’anima , occhi sinceri , fieri e limpidi come il loro cielo azzurro, occhi che sembrano custodire per sempre il segreto del grande mistero che ci circonda... Quando si arriva qui in Etiopia si ha l’ impressione di essere giunti nel cuore del Mondo .

Noi esseri umani proveniamo tutti da qui . Siamo tutti africani .

Un Paese che cinge in un solo immenso abbraccio Storia, Cultura, Arte, Archeologia, Religioni, Tradizioni , Paesaggi e Genti diverse .

Qui tutto è speciale, unico, diverso. In Etiopia i mesi dell’ Anno sono tredici . Le note musicali sono dieci . L’ ora del giorno e della notte è in continua mutazione e viene calcolata dal sorgere del sole e dal tramonto . In Etiopia esistono e convivono 83 (ottantatre) lingue diverse. Questo ci da la dimensione culturale e spirituale di questo Paese unico e meraviglioso, un vero diamante dell’ Africa , dai mille riflessi di luce e dalle mille sfaccettature .

Qui ogni giornata è intensa e autentica , ogni giornata sembra un miracolo divino . Forse perché c’è abbastanza spazio ovunque per essere se stessi.

In Etiopia regnò Ras Tafari, imperatore col nome di Hailé Sellassié , e il suo stupendo e solenne discorso tenuto a New York durante una conferenza alle Nazioni Unite , nel 1963 , è divenuto il testo della canzone di Bob Marley “War”. E sempre qui il poeta francese Arthur Rimbaud ha vissuto e ha scritto alcune delle sue superbe pagine .

Questa Terra abbraccia come una madre nobile e generosa tribù che si differenziano le une dalle altre per usi, costumi e caratteri somatici. In questa Terra d’ Etiopia si trova “la Gerusalemme d’ Africa”, Lalibela , una delle meraviglie del Mondo . Una serie di chiese dall’ inimmaginabile bellezza , magicamente intagliate nelle rocce, tra le quali quella di S.Giorgio , a strapiombo su un baratro, sembra inghiottita dalla terra, a pianta cruciforme, ricavata da un unico blocco di tufo rosato lavorato dall’esterno all’ interno . Si narra che durante la sua creazione, di giorno vi lavorassero gli uomini e che di notte gli “ Angeli “ continuassero l’ opera umana...Alcuni studiosi ora pensano che quegli “Angeli” fossero i Templari . Ma il tempo, inesorabilmente e invisibilmente avvolge come nebbia la leggenda .

E qui in Etiopia lo spirito di Makeda, la favolosa “Regina di Saba” regna ancora sovrano nella ineguagliabile bellezza e nel fascino inimitabile delle donne etiopi . Suo figlio Menelik portò ad Axum l’ Arca dell’ Alleanza, il sacro contenitore delle tavole di Mosè , anche denominato “Santo Graal “, che qui si dice sia ancora custodito . L’Arca dell’Alleanza... Che tanto ha fatto e fa sognare archeologi , esploratori, scienziati, filosofi, artisti e ricercatori ... L’ Etiopia è un Paese dagli inebrianti profumi speziati e d’ incensi , dai sapori indimenticabili . Dove il tempo si espande in significati prima sconosciuti e lo spazio dell’anima si erge maestoso come un inno all’ Umanità .

Qui dal settembre 2007 ( il loro Anno inizia il mese di Settembre) si celebra il Millennio . Nel corso del nostro 2007 gli Etiopi sono entrati nell’anno 2000 .

La ragione per la quale mi trovo qui è che sono stato invitato a fotografare un evento organizzato per le celebrazioni ufficiali di questo Millennio “ Miss Tourism of the Millennium “

  • 3837 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social