Il sogno di una vita

Il nostro viaggio ha inizio il 19 Giugno del 2004 fino al 29. Tutto è stato pianificato per un scopo fondamentale: visitare Legoland, il parco interamente costruito per far letteralmente impazzire i bambini! Bhè, non credo che la cosa sia ...

  • di Simona Scaccia
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Il nostro viaggio ha inizio il 19 Giugno del 2004 fino al 29. Tutto è stato pianificato per un scopo fondamentale: visitare Legoland, il parco interamente costruito per far letteralmente impazzire i bambini! Bhè, non credo che la cosa sia molto difficile visto l’effetto che ha avuto sul mio compagno di viaggio, un “bimbo” di 27 anni! Ma non andiamo troppo oltre... partiamo prenotando dall’Italia un b&b vicino Copenhagen ed uno vicino Billund (città di Legoland) e l’affitto di una macchina (sono riuscita a convincere il “bimbo” a visitare tutta la Danimarca visto che siamo li...Alla fine del viaggio abbiamo scoperto di aver persorso 3000 km!). Vi consigliamo b&b ( potete trovarli sul sito www.Bedandbreakfast.Dk) perché sono molto più economici e noi ci siamo trovati bene in entrambi.

Se potete, fate un salto all’ambiasciata danese in Italia (la sede è a Roma, via Monti Parioli 50): vi forniranno una bella cartina e una guida che trovate anche online ( www.Visitdenmark.Com ).

E’ arrivato il fatidico 19: in fase di decollo ci avvertono che a Copenhagen ci aspetta una temperatura di 12° C (contro i 25 circa che lasciavamo a Roma) e pioggia! Pioggia e freddo sono stati i nostri compagni di viaggio... siamo riusciti a vedere il “sole” solo per due giorni. Peccato perché in questo periodo c’è ancora luce all’1 di mattina! Probabilmente siamo stati sfortunati... Dedichiamo i primi 5 giorni alla Selandia (l’isola dove si trova la capitale): due giorni a Copenhagen (belle soprattutto le chiese), altri 3 per vedere i castelli del nord (andate sul sito www.Ses.Dk/english.Php e li troverete tutti con tanto di foto e mappe), la bellissima Roskilde, le scogliere di gesso dell’isola di Møn (Møns Klint; preparatevi ad una scarpinata di 500 scalini, ma ne vale la pena!!).

Il 6° giorno lo passiamo in viaggio verso Billund; attraversiamo il ponte ( il “grande bealt”, uno spettacolo! Soprattutto con quel vento...) che collega la Selandia con la Fionia (costa ben 250 DKK, circa 35 euro), fermandoci ad Odense e al castello di Egeskov, a Kværndrup (10 km da Ringe) (molto belli i giardini, superflua la visita del castello in quanto troppo costosa per quello che si vede).

Da qui passiamo attraversando il “piccolo bealt” (non a pagamento!) e finalmente raggiungiamo Billund. Il giorno dopo si va al famoso Legoland! Il mio “bimbo” sembrava una scheggia impazzita! E devo dire che tutto il viaggio vale la visita di questo parco stupendo! Tutto ricostruito nei minimi particolari con pezzettini Lego...Veramente indescrivibile. Il giorno successivo la grande traversata: direzione Skagen, la punta estrema della Danimarca! Le tappe intermedie sono state tante; da non perdere Aalborg e soprattutto Rabjers Mile, il deserto danese! Da qui Skagen dista circa 15 minuti di macchina. Arriviamo ormai al tramonto, per fortuna il tempo ci ha graziato... ci incamminiamo sulla spiaggia per raggiungere il punto più a nord, dove c’è l’incrocio dei due mari che bagnano la Danimarca! Anche per questo non ci sono parole, vorrei solo farvi entrare nella mia testa e farvi vedere le immagini bellissime che vi sono rimaste.

Siamo quasi alla fine del viaggio... le altre città che ci sono piaciute molto sono Ribe ed Århus (da vedere assolutamente Den Gamle By, un museo all'aria aperta creato nel 1914 dove gli edifici illustrano la storia dell'architettura e le attività artigianali tra il XVI e il XIX secolo).

Abbiamo visto tanti altri posti, ma quelli che vi ho segnalato sono assolutamente da visitare Che altro dirvi, buon viaggio e scrivetemi se volete altre informazioni! Ciao a tutti, Simona Da ricordare: · portate una bella giacca impermeabile; non solo abbiamo trovato pioggia, ma anche tanto vento! · tutti i negozi, bar, ristoranti chiudono non più tardi dell 21 (per mangiare è stato un vero problema...). Fanno eccezione alcune città dello Jutland.

· il sabato, domenica e lunedì la maggior parte dei musei e chiese sono chiusi (PS: anche per alcune chiese si deve pagare)

  • 3730 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social