Da Londra a Cardiff, parchi nazionali gallesi e terme inglesi!

Da Londra a Cardiff per tifare Italia, passando per i parchi nazionali del Galles, la Waterfall Country, le miniere, ma anche bellissime città inglesi!

  • di brus79
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 3
    Spesa: Fino a 500 euro
 

PRIMO GIORNO: heathrow- stonehenge-cardiff.

Dopo aver affittato una piccola Golf e aver istallato il tomtom ci dirigiamo verso Stonehenge. Dopo circa 1ora e mezza di guida arriviamo al sito (aperto al pubblico tra le 9.30 e le 18), e dopo aver pagato 6.60£ ciascuno, entriamo. Ci viene fornita una audioguida che chiarisce (fino ad un certo punto) simbologie e significati degli impressionanti monoliti. Finito il tour ci rimettiamo in viaggio, destinazione cardiff north park inn hotel (75 pound per una tripla) a 4 miglia dal centro di cardiff. L’hotel ha una mini palestra e una piscina e ne approfittiamo per fare un po di moto e rilassarci. La sera prendiamo un taxi e andiamo in centro. Mangiamo in un pub molto economico (spesi 16 pound in 3), dal servizio rustico, pieno di tifosi italiani e gallesi

SECONDO GIORNO: Cardiff

Il giorno dopo è il giorno del tanto atteso match, ma visto che la partita inizia alle 14, decidiamo di esplorare un po’ Cardiff. La città ci appare pulita, a misura d’uomo e piena di edifici moderni e antichi in armonia tra loro. È consigliabile un giro alla Cardiff Bay, nel mercato al coperto (con tanti prodotti locali in vendita), oppure si può andare a vedere il Cardiff National Museum, raggiungibile in pochi minuti di cammino dal centro. A pranzo ci concediamo un po di take-away locale, cioè una cornish pastry, un calzone farcito in vario modo, economico e gustoso. Non siano andati al Cardiff Castle per mancanza di tempo, in ogni caso costa ben 10.50£ ciascuno per accedere. Dopo il match ci avviamo verso nord, al confine col Breacon Beacon National Park. Dopo 1ora di macchina troviamo l’hotel che avevamo prenotato (il tomtom è essenziale!), il Ty Newydd Country Hotel. Anche qui avevamo prenotato una tripla per 75£ (colazione inclusa) ma quando arriviamo in camera ci sono solo 2 letti. Alla reception ci viene detto che è stato un errore loro perciò decidono di darci una doppia e una singola senza problemi e ci fanno pure 10£ di sconto sulla camera! Grandi! Visto l’orario decidiamo di provare il ristorante annesso all’hotel, e non è stata una decisione di cui pentirsi: servizio attento ai dettagli, cibo ottimo e ben presentato, prezzi non eccessivi.

TERZO GIORNO: Tour delle Cascate e Big Pit

Il giorno dopo ci avviamo verso le cascate e facciamo una camminata di 9 km per vedere le 4 cascate (Sgwd y Eira è la più importante). Il sentiero é ben segnalato e pulito (per il tracciato e le foto potete dare un'occhiata su http://www.etnatracking.com/index.php?option=com_wrapper&view=wrapper&Itemid=105&lang=it). Si sta facendo tardi, quindi decidiamo di rimetterci in macchina e dirigerci verso Big pit: national coal museum. (ingresso gratis, orario di apertura 9.30–16.30). L’ultimo tour parte alle 15.30 e noi arriviamo giusto in tempo per fare uno spuntino e unirci all’ultimo tour. Il tour dura circa 1 ora: nella prima parte si vanno a vedere le miniere sotto terra con tanto di elmetto e torcia, nella seconda parte viene mostrato un video su come le tecniche di estrazione si siano evolute nel tempo. Il tour è davvero ben fatto e lo consigliamo a tutti. All’uscita da big pit decidiamo di rimetterci in macchina e guidare fino a bristol, in modo da essere più vicini a londra il giorno seguente. Passiamo la notte al Washington hotel, a 4 min di cammino dal centro, che ci offre 1 singola e 1 doppia per 80£ (colazione inclusa). Le camere sono molto piccole e i materassi un po’ troppo morbidi, ma nel complesso la struttura è funzionale. Dopo aver fatto il check-in andiamo al centro di bristol e ceniamo in un pub. Davvero imponente la cattedrale, peccato non avere più tempo per visitare la città QUARTO GIORNO: Bath e ritorno a Heathrow

Il giorno dopo ci avviamo verso Bath, citta termale unica nel suo genere nel Regno Unito. La cittadina è piccola e curata, ma sembra si debba pagare per qualsiasi attività! Decidiamo di comprare dei costumi da bagno e andiamo alle terme. Paghiamo 24£ ciascuno per 2ore, abbastanza caro, ma è una cosa che si fa una volta nella vita! Se volete andare munitevi di tovaglia e ciabattine, sennò vi toccherà pagarli come extra! Oltre ad una grande piscina al coperto e ad una enorme zona sauna, vi è anche una piscina sul tetto dove si può fare il bagno mentre magari piove (come è successo a noi)! Rinfrancati dal bagnetto ci rimettiamo in macchina e torniamo a Londra. Il traffico pesante ci fa perdere l’inizio del musical Wicked, che chiude il nostro viaggio nel migliore dei modi.

  • 3431 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, , ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social