Commovente Cambogia

Cambogia: un Paese che commuove, affascina, emoziona!!!

  • di Alese
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Questo e' ormai il mio quarto resoconto di viaggio e devo dire che condividere con voi altri viaggiatori le mie esperienze e' diventata ormai una bella consuetudine. Da una parte perché trovo sempre molto utili i racconti di viaggio di chi è partito prima di me e spero in questo modo di contraccambiare e poi perché il trascrivere le mie esperienze mi aiuta a ricordare e a rivivere quei momenti, quelle sensazioni e quelle emozioni che hanno reso speciale il mio viaggio. Mio compagno di avventura è Michele (io sono Alessandra), siamo partiti da Roma il 9 agosto e siamo tornati il 21. Abbiamo prenotato tutto via internet, sia i voli che gli alberghi. All'andata abbiamo fatto scalo a Bangkok mentre al ritorno abbiamo fatto Phnom Penh/Bangkok Bangkok/Monaco Monaco/Roma. Il biglietto lo abbiamo pagato uno sproposito (1300 euro a testa) ma perché lo abbiamo potuto prenotare solo all’ultimo momento. Al termine del mio resoconto riporterò i nomi degli alberghi dove abbiamo alloggiato! L’impatto con la capitale e' stato traumatico, nonostante abbiamo un grande spirito di adattamento e nonostante già in altre occasioni siamo stati in Paesi compresi in questa fascia climatica, nei primi due giorni il caldo afoso soffocante ci ha messo duramente alla prova. In realtà non è solo questo, c’è da dire che almeno in alcuni quartieri Phnom Penh, è veramente molto sporca, estremamente caotica e abbiate pazienza ma in alcuni tratti c’era una puzza insopportabilmente nauseante. Questi i lati negativi, d’altro canto è una città che va assolutamente visitata, innanzitutto per la magnificenza e l’eleganza del palazzo reale e della pagoda d’argento, per il museo nazionale, dove potrete veder custodite le statue originali di molti templi che vedrete poi a Siem Reap, per il brulicare dei localini briosi che costellano la passeggiata del lungofiume la sera e assolutamente per i mercati che per chi ama fare foto offrono diecimila spunti. Dagli altri racconti di viaggio ho letto che la visita ai musei delle torture e i killing fields è struggente, noi abbiamo preferito non andare.

Lasciata P.P. Ci siamo diretti col pullman (5$ a testa, 6 ore di viaggio, abbastanza comodo) a Battambang, in realtà volevamo fare una sosta anche ai villaggi galleggianti di Kompong Chhnang e Kompong Luong ma affittare una macchina con autista ci sarebbe costato 150$ e comunque non saremmo riusciti a vedere ciò che desideravamo per cui abbiamo rinunciato, ma se avete intenzione di prendere il battello che collega Battambang a Siem Reap, potete anche risparmiarveli perché lì ne vedrete tantissimi! A Battambang siamo andati per provare l'esperienza del mitico bamboo train (avevo letto in Italia che il governo cambogiano li aveva aboliti perché troppo pericolosi ma in realtà sono tuttora funzionanti). Gli abitanti di Battambang sono molto ben organizzati, per cui saranno loro a venirvi a cercare e a proporvi il giro sul treno. Noi l’abbiamo pagato 6$, un tragitto di un’ora tra andare e tornare da un villaggio a un altro. L’esperienza è molto divertente e poi si passa tra campi di risaie e paesaggi molto suggestivi. Non è un treno turistico loro li utilizzano per spostarsi tra i vari campi e villaggi, per cui vi capiterà senz’altro di incontrare altri trenini che trasportano riso, bambù e via dicendo! Da Battambang abbiamo preso il battello che ci ha portato a Siem Reap. Questa e' un’esperienza che non dovete perdere, il biglietto costa 20$ a persona, e il viaggio dura dalle 8 ore in sù. Vi verrà detto che la barca è una lancia modernissima (raffigurata anche sul biglietto) in realtà è una bagnarola tutta aperta con dei sedili di legno. Il mio consiglio e' quello di recarvi presto al porticciolo per accaparrarvi un posto sotto il tetto poiché l’alternativa è trascorrere le 8 ore in cima a questa chiatta e sotto il sole cocente sarebbe un’esperienza che non vi lascerebbe indenni

  • 2301 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, ,
Commenti
  1. AMORE73
    , 7/9/2010 20:21
    Leggere il tuo racconto sulla Cambogia mi ha fatto rivivere il viaggio che ho effettuato con mio marito nel 2003 proprio a Siem Rep via thailandia,noi avevamo un viaggio super organizzato che però per nostra GRANDE FORTUNA avevamo prenotato solo noi in quel periodo,quindi macchina con autista parlante italiano era solo per noi.......un esperienza immensamente fantastica,porto nel cuore l Ankhor wat e il tempio di Bayon,il canto delle cicale e il sorriso sdentato degli innumerevoli bambini che avevamo ribattezzato "One Dollar"........grazie è stato un bel ricordare. Ciao

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social