Da Nord a Sud, fantastica luna di miele

Amici viaggiatori, finalmente ho finito di scrivere il resoconto del nostro bellissimo e indimenticabile viaggio di nozze in Argentina. Dovete sapere che è passato molto tempo dalla nostra partenza però per niente al mondo avrei rinunciato al piacere di descrivere ...

  • di LELA78
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
 

Amici viaggiatori, finalmente ho finito di scrivere il resoconto del nostro bellissimo e indimenticabile viaggio di nozze in Argentina. Dovete sapere che è passato molto tempo dalla nostra partenza però per niente al mondo avrei rinunciato al piacere di descrivere i bellissimi posti che abbiamo visitato. Una descrizione che potrà, almeno lo spero, essere utile a chi vorrà seguire un simile itinerario.

1° GIORNO. Grande agitazione, si parte! Ci alziamo che è ancora notte fonda per percorrere il primo tragitto del nostro lunghissimo viaggio verso l’Argentina: Trento – Venezia. In un paio d’ore d’automobile arriviamo all’aeroporto, passiamo al check-in per sbrigare le pratiche dell’imbarco e ben presto arriva l’ora di partire. Arrivederci Italia ci rivedremo fra alcune settimane.

Dopo il primo e piacevole volo: Venezia - Madrid ci aspetta la parte più impegnativa della trasferta, le 13 ore di attraversata oceanica che ci porteranno a Buenos Aires. Le nostre previsioni erano pessime però, tra una dormita e uno spuntino, un film e un buon libro, il tempo passa velocemente e dopo quasi 24 ore di viaggio arriviamo a destinazione. La gioia di essere finalmente arrivati è tanta, però siamo sfiniti e non vediamo l’ora di raggiungere l’albergo.

(Davide ed io per l’organizzazione del nostro viaggio ci siamo affidati ad Andrea e Manuela dell’agenzia di viaggi “Argentina con noi” di Buenos Aires. Conosciuti grazie al sito di “Turisti per caso” ci sentiamo in dovere di menzionarli nel nostro resoconto di viaggio in quanto non potevamo fare scelta migliore. Sono stati un fondamentale punto di riferimento per tutta la nostra permanenza in Argentina).

2° GIORNO. È una bellissima giornata e il nostro primo pensiero è rivolto al freddo e alla poca neve che abbiamo lasciato in Trentino. Che strana sensazione indossare abiti estivi in dicembre! Per la prima volta incontriamo Andrea che ci fornisce un’accurata spiegazione del nostro itinerario viaggio e gentilmente risponde alle nostre domande e curiosità. Verso mezzogiorno siamo pronti per partecipare ad un City-Tour in italiano. Per noi, che vogliamo visitare questa città nel minor tempo possibile, questa ci è sembrata la soluzione migliore per ammirare, comodamente e velocemente, tutte le zone di maggiore interesse turistico.

Si parte dal Microcentro definito il cuore pulsante di Buenos Aires. La via principale è Av. Florida, una lunghissima strada pedonale piena di negozi, gente d’affari, turisti, musicisti, venditori ambulanti e mendicanti. Proseguiamo verso Plaza de Mayo dove troviamo la Casa Rosada, il Cabildo e la più importante cattedrale della città. La Casa Rosada, così chiamata per l’inconfondibile facciata rosa, è sede degli uffici del Presidente. Questa costruzione si affaccia direttamente sulla piazza che per molti anni è stata teatro di importanti proteste tra cui quelle delle madri dei Desaparesidos, le giovani vittime della guerra sporca. C’è tempo per visitare la Catedral Metropolitana che ospita le spoglie del generale José de San Martín. Dagli argentini è considerato un eroe, tanto che sulla facciata principale della cattedrale vi è una fiamma che arde perennemente, ad indicare che il suo spirito continua ad essere vivo nel paese.

Il nostro piccolo bus prosegue veloce verso Congreso dove l’Av. 9 de Julio lo separa dal Microcentro. Abituati alle stradine della nostra città, rimaniamo senza parole alla vista di questa super-strada.

Proseguendo in un traffico che diventa sempre più caotico, passiamo davanti al Teatro Colón e al Palacio del Congreso

  • 1845 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social