Penisola Sorrentina, Costiera Amalfitana e Cilento

Da Cuneo alla costiera più famosa d'Italia e poi tre giorni di relax sulle spiagge del Cilento

  • di marti00it
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 4
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Partenza ore 5 da Cuneo direzione Tenuta dell'Argento di Civitavecchia, splendido agriturismo con bovini allo stato brado che vengono macellati direttamente e cucinati nell'ottimo ristorante attiguo; gran cucina, carni ottime, bellissime stanze con volte in legno e piscina che si affaccia sul porto di Civitavecchia. Pomeriggio a mollo in piscina, cena ottima a base di bisteccone al sangue e il giorno dopo via verso la Campania. La strada è agevole e comoda e per parecchi chilometri si presenta come statale SS1 quindi gratis; ben tenuta e pulita, non fa rimpiangere l'autostrada, che rimane cara. Arrivati a Castellamare di Stabia usciamo dall'autostrada e la realtà che vediamo in televisione ci colpisce come un maglio: immondizia ovunque lungo le strade, case "sgarrupate" e non finite..capiremo poi che non è solo questione di corruzione o camorra... E' la mentalità che non va bene, perchè mangiarsi il panino insieme alla lattina di Coca sulla spiaggia di Sorrento e poi abbandonare il tutto sulla sabbia insieme al flacone di doposole terminato, è una cosa ignobile, con il cassonetto della plastica a 3 metri... ma tant'è... dopo un bel quarto d'ora di coda in galleria, a seguito di un paio di vetture che decidevano di fare dietro front a 180° non curanti del fatto che in un cunicolo tale manovra è pericolosa per sè e per gli altri, raggiungiamo Sorrento, bellissima, caotica e piena di soli stranieri a giugno, tanto che i ristoratori ti parlano in inglese, prima che in italiano.

Bellissimo Hotel Il Nido, comodo con navetta per il centro del paese, ottima colazione ed escursioni direttamente dall'hotel a Capri e Costiera.

Il giorno dopo gita a Capri alla caccia di vips... ma chi glielo fa fare a questi vips di venire nella bolgia dell'isola? Deludente la famosa e piccola piazzetta, carissimo tutto, splendida la circumnavigazione dell'isola con visita a Grotta Azzurra, Verde e Bianca, con bacio di rito sotto i famosi faraglioni.

Il giorno dopo, circumvesuviana comodissima da Sorrento verso Pompei, molto caldo sia sul treno che fra i bellissimi ruderi, meno male che c'è una bella aria condizionata nel bar Autogrill al centro degli scavi.

A seguire il giorno dopo bellissima gita in barca verso Amalfi e Positano; si consiglia di dimenticarsi l'autovettura non tanto per la strada panoramica (tortuosa ma identica alle strade della Corniche in Costa Azzurra) quanto per i parcheggi (fino a 5 euro per un'ora di sosta!).

Rientro in Hotel e pizza in piazzetta di Sorrento (a Cuneo le pizze sono identiche, e costano uguale...) con cantante in dialetto accompagnato da pianola: fantastico!!

Il giorno seguente lasciamo l'Hotel con rimpianto e ci facciamo tutta la costiera verso quella perla che è Ravello, tralasciando la delusione Vietri sul mare, non pulita, non ordinata. Destinazione Cilento!

Prendiamo la famigerata Salerno-Reggio Calabria sulla quale nonostante quanto si senta sempre dire, non si paga, è tenuta benissimo e non abbiamo incontrato un cantiere...mah?! Uscita a Battipaglia e poi giù in una statale eterna piena di semafori e lavori (ma non erano in autostrada?!) fino a Marina di Camerota e Palinuro. Due posti decantati come perle, almeno il secondo..nulla di che, per non dire di peggio: centri abitati sciatti, mal tenuti, non pulitissimi, ma il mare... che mare meraviglioso, sabbia a Marina di Camerota e rocce a Palinuro per gli amanti dello snorkeling e delle immersioni. A Marina di Camerota bellissima la spiaggia della Calanca, adatta ai bambini per la sabbia finissima ed il basso fondale..tre gg di relax totale e vita da spiaggia, seguendo gli europei in televisione nei numerosi e convenienti ristoranti sul porto. E poi via al ritorno verso la Tenuta a Civitavecchia per un ultimo tuffo in piscina e per un'ultima costata alla brace!

  • 9759 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Rob&Rita
    , 28/4/2014 11:31
    Siete passati a poche decine di metri ( davvero ! ) da una delle più belle aree archeologiche, a mio modesto parere, del mondo e non avete pensato di fare una puntata ?
    Paestum è un gioiello, patrimonio dell'Umanità, come il Cilento. E vi si mangia anche molto bene.
    Noi abbiamo alloggiato all'Hotel Pasquale a Mare, a pochi metri dagli scavi archeologici e vi assicuro siamo stati benissimo.

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social