Viaggio negli states (parte seconda)

Finalmente motorizzati torniamo in appartamento per preparare dei mini bagagli contenenti l'indispensabile e per rivedere il programma di viaggio. La mattina successiva io, Diego e un'altro compagno di appartamento...... Ora sul nome di questo ragazzo sono ormai nate delle leggende....... ...

Diario letto 380 volte

  • di sasetti
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: da solo
    Spesa: Da 500 a 1000 euro

Finalmente motorizzati torniamo in appartamento per preparare dei mini bagagli contenenti l'indispensabile e per rivedere il programma di viaggio.

La mattina successiva io, Diego e un'altro compagno di appartamento... Ora sul nome di questo ragazzo sono ormai nate delle leggende... Infatti la mamma è di bombay (se non ricordo male) e il nome è di una lunghezza spropositata e penso contenga tutte le lettere dell'alfabeto ... A causa della mia scarsa memoria e di molteplici arrotolamenti di lingua non sono mai riuscita a chiamarlo col suo vero nome così dopo una notte di chiacchere abbiamo deciso di comune accordo che lo avrei chiamato sandokan in onore di una certa somiglianza con cabir bedi... Gli ho anche mandato la videocassetta del film...

Ad ogni modo io Diego e un novello e inconsapevola Sandokan... Inconsapevole di cosa sono due italiani matti in viaggio... Saltiamo in macchina sventoliamo i fazzoletti e partiamo.

Prendiamo la freeway sulla costa e ci dirigiamo verso S. Francisco.

Il panorama è meraviglioso km e km di strada spersi nel nulla con spiagge enormi... Lontre che sguazzano... La colonna sonora di un uomo da marciapiede che ci accompagna...

Prendiamo le cose con comodo e così ci fermiamo a fare il bagno e trascorriamo la serata e la nottata in un motel il primo e l'unico bello in cui abbia dormito .. Con vista oceano.

La mattina dopo ci carburiamo con pan cake e succo d'acero e riprendiamo la strada,simon e gurfunkel ci fanno cantare come matti.

Il golden gate mi appare davanti e mi sento piccola piccola... La baia di San francisco.. L'architettura georgiana che si mescola a quella ultramoderna ... I locali ..... Le strade che salgono e che scendono.

Una città bellissima che mi tira su il morale dopo la delusione losangelegna.

A cena mangiamo in una bettola ... Granchi da spezzare, schiacciare, maciullare a colpi di martelletto Alla fine non si mangia molto ci si macchia moltissimo,ma si ride da mal di pancia.

Conosciamo dei ragazzi di detroit coi quali trascorriamo una delle più divertenti serate della vacanza in un bellissimo locale animato da delle superlative drug queen... Costumi che superavano il più ricco gusto roccocò,praticamente delle centrifughe... Un'ironia fantastica e soprattutto assolutamente unpolitically correct...

Dopo tre giorni passati su e giù per San francisco decidiamo di affrontare il deserto...

Il paesaggio cambia notevolmente e la vegetazione ce la lasciamo alle spalle..... Il silenzio ci avvolge e le strade diventano sempre meno trafficate...

Pernottiamo in un motel che ci mancava poco ci fosse ancora disegnata la sagoma dell'amante assassinato dal marito geloso... Materasso ad acqua... Che è quanto di più antiortopedico si possa immaginare... Passiamo la serata in stanza a mangiare cibi ipercalorici e buonissimi bevendo birra... Ma soprattutto provando i nostri meravigliosi spazzolini da lingua per dire nel modo corretto "watzzzzzz upppppp"..... Eh si anche questo si sono inventati in america... Che grande paese!!!!!! Il paesaggio che ci circonda è meraviglioso anche se il caldo incombe... Di tanto in tanto incontriamo dei paesini,che non hanno nome o se lo hanno avuto nessuno lo sa... E così ora sono una volta il paese pepsi e una volta il paese cocacola,inevitabilmente i loghi dell'una o dell'altra capeggiano enormi e maestosi su insegne, degne del madison square garden, poggiate e soprattutto chissà come, sostenute da vecchissimi e polverosi tetti di stazioni di rifornimento attorno alle quali si sviluppa il drug store la parucchiera l'inizio e la fine del villaggio...

  • 380 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social