Madagascar in 19 giorni

Percorso ad anello Tana-Ovest-Anakao-RN7-Tana

Diario letto 6486 volte

  • di Gi4r
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 2000 a 3000 euro
 

Dopo due anni di gestazione siamo riusciti a fare il viaggio in Madagascar che desideravamo. Nonostante le nostre tempistiche, organizzare questo tipo di viaggio non è estremamente complicato, specialmente se, come abbiamo fatto noi, si svolge il giro “classico” ad anello che da Antananarivo ti porta prima al parco degli Tsingy nell’ovest del paese per poi scendere al mare e risalire sulla RN7 nuovamente alla capitale del paese.

Per quanto riguarda il driver noi ci siamo affidati a Sobeha (www.sobeha.com) tour operator locale che ci ha fatto un buon prezzo e di cui siamo rimasti molto soddisfatti. Probabilmente contattare un driver in privato può costare meno, ma la tranquillità di avere un tour operator che può permettersi di sostituire la macchina durante la vacanza in caso di necessità e l’idea di servirsi di un azienda malgascia che dà lavoro a 5/6 persone malgasce ci ha fatto propendere per questa scelta e non ne siamo rimasti delusi.

Il contratto con Sobeha prevedeva trasporto e ingresso ai parchi, non gli alberghi che abbiamo prenotato da casa quasi tutti tramite mail, ma in alcuni casi tramite facebook. A parte gli hotel sulla costa, non abbiamo mai speso più di 70000 ariary (18 euro) a notte per una camera con bagno privato.

La nostra vacanza è stata così strutturata:

  • Giorno 1: Arrivo Antananarivo
  • Giorno 2: Antananarivo - Antsirabe
  • Giorno 3: Antsirabe - Morondava
  • Giorno 4: Morondava -Bekopaka
  • Giorno 5: Parco Nazionale Parco de Tsingy de Bemaraha
  • Giorno 6: Bekopaka - Morondava
  • Giorno 7: Morondava - Manja
  • Giorno 8: Manja -Ifaty
  • Giorno 9: Ifaty -Anakao
  • Giorno 10: Anakao
  • Giorno 11: Anakao
  • Giorno 12: Anakao - Ranohira
  • Giorno 13: Parco del Isalo
  • Giorno 14: Ranohira - Ambalavao
  • Giorno 15: Ambalavao – Ranomafana
  • Giorno 16: Ranomafana - Ambositra
  • Giorno 17: Ambositra - Antananarivo
  • Giorno 18: Ritorno in Italia

Giorno 1 – ANTANANARIVO

Arrivando alle 2 di notte la mattina l’abbiamo passata a dormire mentre il pomeriggio abbiamo visitato la collina di Ambohimanga (patrimonio UNESCO) e la Rova nella città alta. Entrambe riguardano la storia della città e dei sovrani del paese quindi rischiano di essere un po’ ripetitivi. Ambohimanga è forse più interessante ma è un po’ più scomoda da raggiungere mentre la Rova è molto fotogenica e permette la vista della città. Non sono pentito di aver visto entrambe, ma sicuramente non è il motivo per cui venire in Madagascar.

ALLOGGIO: HOTEL NIAOULY: bell’hotel nella zona alta della città, pagate qualche euro in più (sempre sotto i 20 euro complessivi) e prendete una camera con vista città. Ottimo ristorante e buona colazione (prezzi bassi considerando che siamo nella capitale)

CONSIDERAZIONI DELLA GIORNATA: Antananarivo non è proprio una bella città e non fa neanche tanto piacere fare due passi per le strade, benché sia assolutamente sicura durante il giorno. Nonostante questo può essere piacevole passare due ore a informarsi sulla storia del paese considerando che dal giorno dopo la vacanza sarà solo natura.

GIORNO 2 – ANTANANARIVO –ANTSIRABE

In quattro ore di macchina su strada asfaltata si arriva ad Antsirabe, cittadina più carina di Antananarivo, ma senza alcuna attrazione a parte i due laghi vulcanici poco lontano. Noi abbiamo visto solo il lago Tritriva, più piccolo e più lontano, ma molto suggestivo che vale la pena di visitare. Portatevi il costume perché si può anche farci il bagno

  • 6486 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social