Madagascar in 19 giorni

Percorso ad anello Tana-Ovest-Anakao-RN7-Tana
 
Partenza il: 27/07/2019
Ritorno il: 14/08/2019
Viaggiatori: 2
Spesa: 3000 €

Dopo due anni di gestazione siamo riusciti a fare il viaggio in Madagascar che desideravamo. Nonostante le nostre tempistiche, organizzare questo tipo di viaggio non è estremamente complicato, specialmente se, come abbiamo fatto noi, si svolge il giro “classico” ad anello che da Antananarivo ti porta prima al parco degli Tsingy nell’ovest del paese per poi scendere al mare e risalire sulla RN7 nuovamente alla capitale del paese.

Per quanto riguarda il driver noi ci siamo affidati a Sobeha (www.sobeha.com) tour operator locale che ci ha fatto un buon prezzo e di cui siamo rimasti molto soddisfatti. Probabilmente contattare un driver in privato può costare meno, ma la tranquillità di avere un tour operator che può permettersi di sostituire la macchina durante la vacanza in caso di necessità e l’idea di servirsi di un azienda malgascia che dà lavoro a 5/6 persone malgasce ci ha fatto propendere per questa scelta e non ne siamo rimasti delusi.

Il contratto con Sobeha prevedeva trasporto e ingresso ai parchi, non gli alberghi che abbiamo prenotato da casa quasi tutti tramite mail, ma in alcuni casi tramite facebook. A parte gli hotel sulla costa, non abbiamo mai speso più di 70000 ariary (18 euro) a notte per una camera con bagno privato.

La nostra vacanza è stata così strutturata:

  • Giorno 1: Arrivo Antananarivo
  • Giorno 2: Antananarivo – Antsirabe
  • Giorno 3: Antsirabe – Morondava
  • Giorno 4: Morondava -Bekopaka
  • Giorno 5: Parco Nazionale Parco de Tsingy de Bemaraha
  • Giorno 6: Bekopaka – Morondava
  • Giorno 7: Morondava – Manja
  • Giorno 8: Manja -Ifaty
  • Giorno 9: Ifaty -Anakao
  • Giorno 10: Anakao
  • Giorno 11: Anakao
  • Giorno 12: Anakao – Ranohira
  • Giorno 13: Parco del Isalo
  • Giorno 14: Ranohira – Ambalavao
  • Giorno 15: Ambalavao – Ranomafana
  • Giorno 16: Ranomafana – Ambositra
  • Giorno 17: Ambositra – Antananarivo
  • Giorno 18: Ritorno in Italia

Giorno 1 – ANTANANARIVO

Arrivando alle 2 di notte la mattina l’abbiamo passata a dormire mentre il pomeriggio abbiamo visitato la collina di Ambohimanga (patrimonio UNESCO) e la Rova nella città alta. Entrambe riguardano la storia della città e dei sovrani del paese quindi rischiano di essere un po’ ripetitivi. Ambohimanga è forse più interessante ma è un po’ più scomoda da raggiungere mentre la Rova è molto fotogenica e permette la vista della città. Non sono pentito di aver visto entrambe, ma sicuramente non è il motivo per cui venire in Madagascar.

ALLOGGIO: HOTEL NIAOULY: bell’hotel nella zona alta della città, pagate qualche euro in più (sempre sotto i 20 euro complessivi) e prendete una camera con vista città. Ottimo ristorante e buona colazione (prezzi bassi considerando che siamo nella capitale)

CONSIDERAZIONI DELLA GIORNATA: Antananarivo non è proprio una bella città e non fa neanche tanto piacere fare due passi per le strade, benché sia assolutamente sicura durante il giorno. Nonostante questo può essere piacevole passare due ore a informarsi sulla storia del paese considerando che dal giorno dopo la vacanza sarà solo natura.

GIORNO 2 – ANTANANARIVO –ANTSIRABE

In quattro ore di macchina su strada asfaltata si arriva ad Antsirabe, cittadina più carina di Antananarivo, ma senza alcuna attrazione a parte i due laghi vulcanici poco lontano. Noi abbiamo visto solo il lago Tritriva, più piccolo e più lontano, ma molto suggestivo che vale la pena di visitare. Portatevi il costume perché si può anche farci il bagno.

ALLOGGIO: CHEZ BILLY: ottimo posto e probabilmente la migliore cena fatta in Madagascar

CONSIDERAZIONI DELLA GIORNATA: giornata di spostamento senza troppe pretese, fate la gita ai laghi che danno un senso alla giornata

GIORNO 3 – ANTSIRABE – MORONDAVA

La giornata in cui siamo stati più in macchina, circa 8 ore, ma è un viaggio meno passivo rispetto al giorno precedente: la strada per arrivare a Miandrivazo è molto interessante e permette di ammirare molti paesaggi diversi, mentre prima di arrivare a Morondava iniziano a comparire i baobab sullo sfondo alle risaie. Prima del tramonto siamo andati alla via dei Baobab: temevo fosse una cosa un po’ finta da turisti invece riesce ad essere molto affasciante nonostante la gente e il fatto che il viale sia abbastanza corto. Arrivateci prima del tramonto per poter apprezzare la via con le diverse luci della giornata.

ALLOGGIO: CHEVAL DE MER: Il posto è carino con bungalow vicino alla spiaggia e con accesso al mare privato. Il proprietario è il classico francese antipatico che parla solo in francese e non fa il minimo sforzo per comunicare con te in modo diverso. Se riducete al minimo l’interazione con lui (magari parlando con la moglie malgascia) il posto merita. Sicuramente dovete capire un minimo di francese altrimenti l’interazione si fa difficile. Non ha un sito internet, noi lo abbiamo contattato tramite facebook.

CONSIDERAZIONI DELLA GIORNATA: il viale dei baobab è una di quelle cose che da sole valgono la vacanza.

GIORNO 4 – MORONDAVA – BEKOPAKA

Sveglia prima dell’alba per vedere il viale dei Baobab anche alla mattina, partenza per Bekopaka e visita del parco del Kirindy dove si possono vedere i primi lemuri e il fossa. Pranzo al Mad Zebù a Belo sul Tsibirinha e arrivo a Bekopaka prima del buio.

ALLOGGIO: ORCHIDEE: piccolo resort con piscina, avremmo voluto trovare un posto un po’ più alla mano, ma abbiamo avuto difficoltà a trovare qualcosa di meglio. Va però detto che il giorno dopo, dopo la visita del parco, un tuffo in piscina ha fatto piacere.

CONSIDERAZIONI DELLA GIORNATA: Vale la pena alzarsi alle 4 e arrivare al viale al buio senza nessuno e stare da soli immersi nella natura. Poi iniziano ad arrivare i turisti che fanno casino, ma anche l’alba è molto bella. Il parco del Kirindy è un piccolo parco dove gli animali praticamente sono addomesticati (pensate che ci hanno fatto vedere il fossa che dormiva dietro il pollaio, come fosse il gatto domestico). Non è sicuramente il parco più bello, ma in effetti i lemuri li vedi molto più da vicino che in qualunque altro parco. Pranzare al Mad Zebù è un’esperienza interessante: non abbiamo trovato una cucina stellata come abbiamo letto da qualche parte, ma neanche prezzi fuori dal mondo (in due abbiamo speso meno di 100000 ariary per un piatto e un dolce a testa). Sicuramente è una cucina diversa da quella che si può trovare in tutto il resto del Madagascar.

Guarda la gallery
madagascar-ybd7h

Viale dei Baobab



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Madagascar
    Diari di viaggio
    madagascar, viaggio tra terre rosse e autenticità

    Madagascar, viaggio tra terre rosse e autenticità

    Finalmente dopo tanti anni in cui l’avevo in testa, sono riuscita a realizzare un sogno: conoscere il Madagascar!È stata...

    Diari di viaggio
    30 giorni on the road in madagascar

    30 giorni “on the road” in Madagascar

    Un viaggio di un mese in giro per il Madagascar, io e il mio amico, amanti di viaggi "FAI DA TE" abbiamo deciso per viverla meglio di...

    Diari di viaggio
    madagascar in libertà, alla scoperta del sud ovest

    Madagascar in libertà, alla scoperta del SUD OVEST

    Un viaggio che ci ha portato a scoprire la parte sud ovest, forse la parte più aspra dell'isola grande ma che ci ha regalato delle...

    Diari di viaggio
    madagascar terra e mare

    Madagascar terra e mare

    cuore, con un isolotto in centro sul quale svetta un angelo dorato (detto angelo nero) che fu eretto nel 1927 in memoria dei malgasci...

    Diari di viaggio
    una settimana a nosy be, isola del madagascar

    Una settimana a Nosy Be, isola del Madagascar

    Circa due mesi prima della partenza, io e mio marito, abbiamo prenotato con agenzia, il pacchetto turistico all inclusive, 7 giorni, 9...

    Diari di viaggio
    madagascar - costa ovest e rn7

    Madagascar – costa ovest e RN7

    fuori i costi sono quelli del pranzo. Portate abiti, materiale scolastico, farmaci, tutto è utile. Se avete bisogno di info, chiedete...

    Diari di viaggio
    madagascar in 19 giorni

    Madagascar in 19 giorni

    Dopo due anni di gestazione siamo riusciti a fare il viaggio in Madagascar che desideravamo. Nonostante le nostre tempistiche, organizzare...

    Diari di viaggio
    la mia nosy be, andasibe, sainte marie

    La mia Nosy Be, Andasibe, Sainte Marie

    Quest'anno, dopo l'esperienza del 2018 in india in giro con il driver per 21gg, decido di organizzarmi un viaggio in Madagascar che fosse...

    Diari di viaggio
    madagascar in 4 settimane

    Madagascar in 4 settimane

    Ciao a tutti, Ho letto molti diari di viaggio sul Madagascar in questo forum, che spiegano alla perfezione tramonti, profumi, esperienze e...

    Diari di viaggio
    viaggio in madagascar

    Viaggio in Madagascar

    Un viaggio ricco di emozioni, esperienze diverse, incontri toccanti in uno dei paesi più poveri del mondo. È un viaggio che a volte può...

    Video Itinerari