Le cicladi dei greci: Tinos e Andros

Alla scoperta delle cicladi meno conosciute

Diario letto 78990 volte

  • di silvia_enrico
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Io e mio marito, appassionati da diversi anni della Grecia, abbiamo deciso di vistare due isole meno conosciute dai turisti italiani: Tinos e Andros.

Organizzazione del viaggio

Volo aereo diretto a/r Milano Malpensa-Mykonos (a Tinos e Andros non c’è l’aeroporto) prenotato via internet sul sito della compagnia (Meridiana).

Spostamento tra le isole con traghetto Compagnia Hellenic Seaways e Cyclades Fast Ferries (entrambe ottime compagnie biglietti comprati on-line sul sito delle compagnie) N.B. Il voucher che si stampa on-line deve essere convertito in biglietto presso le agenzie presenti sulle isole. Non vi preoccupate ve ne sono moltissime e sul sito delle compagnie sono indicate le posizioni delle agenzie convenzionate. Noi abbiamo convertito tutti i biglietti in una agenzia a Mykonos prima di prendere il traghetto per Tinos. Se transitando da Mykonos dovete attendere qualche ora con i bagagli al seguito è possibile lasciare i bagagli presso l’agenzia che c’è vicino al porto vecchio (dovrebbe chiamarsi Harbour One) al costo di 5€ a bagaglio. La stessa agenzia affitta anche i motorini, se volete arrivare fino a qualche spiaggia nei dintorni di Mykonos, o può chiamarvi un taxi.

Pernottamenti: a Tinos abbiamo prenotato on-line una suite vista mare (circa 70 € a notte) presso l’albergo Voreades, una struttura molto caratteristica arredata in vero stile cicladico con ottima posizione vicino al centro di Tinos città. I proprietari sono stati carinissimi, ci hanno fornito tutte le informazioni necessarie per visitare l’isola e per conoscere anche gli eventi culturali che a Tinos non mancano mai. Ad Andros abbiamo prenotato uno studios tramite booking al Dora Studios 1 (circa 55€ al giorno) nella cittadina di Batsi, anche qui l’ospitalità e la gentilezza sono stati eccezionali. Gli studios sono molto puliti e carini con un bellissimo balcone vista mare e cambio della biancheria ogni due giorni. In entrambe le sistemazioni siamo stati trattati come ospiti e non come clienti.

Prima settimana - Tinos

Tinos è un’isola autentica, offre molte attrattive, ma non è stata snaturata dal turismo di massa. È famosa ai greci per il santuario dedicato alla Panaghia Evangelistria e per la presenza di numerose piccionaie a memoria della passata dominazione veneziana, ma in realtà offre molto di più. Nella mitologia greca Tinos è l’isola di Eolo e a detta degli abitanti il periodo compreso tra il 25 luglio ed il 25 di agosto è il più ventoso dell’anno (conferminamo!). Quando il vento è forte è sconsigliabile usare mezzi a 2 ruote (parola di motociclista). Noi abbiamo affittato una bella Panda da “Vidalis rent a car” al costo di 30€/gg.

Chora (Tinos città) è un cittadina animata a tutte le ore del giorno con i suoi caffè alla moda che si contrappongono ai numerosi ristoranti e taverne tradizionali. Offre anche una discreta vita notturna. Ospita il famoso santuario dedicato alla Panaghia Evangelistria, la sede del Centro Culturale di Tinos presso il quale vengono organizzate mostre o concerti ed un piccolo Museo Archeologico.

Sull’isola ci sono circa 40 piccoli villaggi tradizionali incastonati tra le montagne, poco abitati ma molto ben mantenuti.

I villaggi

Volax, piccolo borgo cicladico nel cuore dell’isola famoso per la produzione di cesti intrecciati. Perdersi per le sue viuzze bianche e blu è veramente un piacere. Un pranzo alla taverna Rokos è imperdibile.

Kardiani, abbarbicato al fianco della montagna con una splendida vista sul mare sottostante, ospita un piccolo museo del marmo che non siamo però riusciti a visitare a causa degli orari di apertura molto limitati

  • 78990 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social