Penisola di Pelion e Grecia continentale

Nella Grecia classica e weekend nella penisola di Pelion, dove le montagne si tuffano nelle acque dell’Egeo

Diario letto 11221 volte

  • di nadia.bravo
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 8
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Viaggio di un gruppo formato da 8 persone (4 coppie adulte), prenotato con largo anticipo dall’Italia in quanto la nostra principale finalità era quella di partecipare ad un matrimonio, la cui celebrazione si è tenuta nell’incantevole località di Tsagarada (penisola di Pelion). Da qui, con l’occasione abbiamo approfittato per organizzare un tour di una settimana nella Grecia continentale.

Informazioni generali: Voli A/R da Venezia ad Atene con la compagnia low cost Volotea.

Spostamenti interni con auto a noleggio, prenotate dall’Italia tramite call center Alamo. Sul posto stipuliamo l’assicurazione SCDW per l’azzeramento di tutte le franchigie.

Pernottamenti: guesthouse e hotel. Abbiamo privilegiato soluzioni mediamente economiche in quanto il budget di viaggio era contenuto. In ogni caso i prezzi pagati erano in linea con i servizi offerti.

Pagamenti: auto e hotel con carta di credito. Tutto il resto con contanti, principalmente per una questione pratica legata alla gestione della cassa comune di un gruppo di 8 persone.

Condizioni climatiche: assolutamente fantastiche! Temperatura media di 25° e clima ventilato nella penisola di Pelion; circa 30-32° alle Meteore e ad Atene, ma sempre con leggera ventilazione e clima secco, dunque ampiamente sopportabile.

Il nostro programma:

3 pernottamenti a Tsagarada, penisola di Paelion (presso Guesthouse Stilvi);

2 pernottamenti a Kalambaka, vicino ai templi delle Meteore (presso Mythos Guesthouse);

2 pernottamenti ad Atene (presso Athens Lotus Hotel).

Di seguito come si sono svolte nel dettaglio le nostre giornate:

Weekend 1-2-3 luglio

Venerdì 1 luglio alle 6.20 decolliamo per Atene, dove atterriamo puntuali alle 9.40 circa. Abbiamo qualche inconveniente al ritiro dell’auto, perché non sono disponibili vetture della categoria media che abbiamo prenotato. Ci rifiutiamo di accettare delle auto più piccole perché siamo in 8 e abbiamo bisogno di bagagliai capienti per le valigie. Ci impuntiamo e alla fine, dopo circa un’ora di attesa, ci vengono consegnate due auto della categoria richiesta.

Partiamo infine diretti alla penisola di Paelion, ci aspettano circa 400km di strada e 5 ore di viaggio. Resteremo in quella zona per tutto il weekend per assistere ai festeggiamenti del matrimonio di Sophia (cugina londinese del mio compagno) con il suo fidanzato Makis. Scopriremo così un posto bellissimo, frequentato per lo più da turisti inglesi, circondato da montagne che si tuffano nel mar Egeo, piccole spiagge nascoste, acqua fantastica e trasparente, casette isolate nei boschi e strade ripide e tortuose. Soggiorniamo alla Guesthouse Stilvi, piuttosto spartana ma con una vista a dir poco spettacolare!

La sera ci aspetta l’aperitivo di benvenuto organizzato dagli sposi, e una cenetta in una piazza ombreggiata da platani immensi e illuminata da file di lampadine appese agli alberi, tipico scenario che ci accompagnerà anche nelle serate seguenti.

Il giorno dopo ce ne stiamo in relax sulla spiaggetta sassosa di Milopotamos, dove l’acqua è assolutamente invitante e facciamo un bagno rinfrescante.

Il pomeriggio andiamo tutti a prepararci la cerimonia più originale cui mi sia capitato di partecipare!

All’ora del tramonto, in cima ad un promontorio affacciato sul mare e illuminato dal sole che scende, gli sposi si scambiano le loro promesse in uno scenario da favola. Un breve rito informale, un brindisi, le foto di rito con amici e parenti e poi via, a cena. Mangiamo in lunghe tavolate all’aperto, sotto alberi frondosi e in una tipica atmosfera greca

  • 11221 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social