Honeymoon in Giappone e non solo...

Prima tappa del nostro viaggio di nozze: Giappone Emozionante, particolare, stravagante, caotico, stancante, unico e molto molto altro.

Diario letto 6314 volte

  • di Linda M.
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Oltre 3000 euro

Per me assolutamente impossibile… se decidete di prenotare un pernottamento nel ryokan (locanda tipica giapponese) questo sarà il vostro pasto, senza possibilità di variare. Per una mattina ci si arrangia... più mattine sarebbe stato insostenibile. Informatevi bene prima di prenotare. La cucina dei ristoranti chiude relativamente presto max 21.30 soprattutto fuori Tokyo, inoltre i locali spesso sono piccoli e c’è fila. Organizzarsi per tempo se non si vuole finire al classico fast food.

JR PASS: assolutamente indispensabile. Noi siamo stati 12 giorni ed abbiamo acquistato il pass da 14 giorni perché economicamente più conveniente rispetto a prendere i singoli biglietti. L’abbiamo utilizzato praticamente tutti i giorni, anche a Tokyo al posto della metro e quindi senza fare la carta Suica. All'arrivo va convertito il voucher nel JR PASS vero e proprio da esibire ai controlli in tutte le stazioni. Non si può passare dai tornelli con il JR PASS. A Tokyo la Yamanote Line copre tutti i punti turistici, senza necessità di dover acquistare altri abbonamenti. Prima di partire scaricate l’applicazione Hyrpedia per consultare tutti gli orari dei treni, ma ricordatevi sempre di togliere i flag da Airplane, Airport Shuttle Bus, NOZOMI/MIZUHO/HAYABUSA, private Railway sotto “more option”. Il JR PASS non copre le linee private che devono essere pagate a parte.

POCKET WI-FI: a mio avviso assolutamente indispensabile... Senza saremo stati persi! Avevamo google maps sempre attaccato. Me lo sono fatto recapitare in aeroporto all'andata e bisogna rispedirlo prima di passare i controlli. Dopo non ci sono cassette della posta e dovete inviarlo con posta internazionale a vostro carico. La batteria ha un’autonomia di circa 8 ore… noi avevamo portato anche un power bank per sicurezza. Prima di partire fatevi un itinerario dettagliato di quello che volete vedere e delle tempistiche per raggiungerlo. Le distanze spesso sono lunghe e solitamente le attrazioni chiudono alle 17.00/18.00.

COIN LOCKER: si trovano in tutte le stazioni treni, autobus ecce cc. Sono comodissimi per non portarsi dietro i bagagli ed anche abbastanza economici. Li abbiamo usati tantissimo.

07/04/2019 – 08/04/2019

Dopo poche ore di sonno, torniamo a casa, carichiamo le valigie ed alle 15.00 circa siamo in aeroporto a Bologna. Atterriamo puntuali a Monaco, facciamo un giretto, cena tipica bavarese ed eccoci al gate ad attendere il nostro volo con destinazione Tokyo Haneda. Dormiamo praticamente tutto il volo... siamo sempre distrutti dal matrimonio del giorno prima e atterriamo puntuali alle 15.50 circa. Recuperiamo i bagagli ed il pocket wifi (al piano superiore rispetto agli arrivi) e ci mettiamo in fila per cambiare il JR PASS… fila abbastanza lunga. Raggiungiamo la stazione di Shinjuku, e dopo qualche difficoltà sull’uscita da prendere (la stazione è enorme con annesso centro commerciale) raggiungiamo il nostro hotel “Premier Hotel Cabin Shinjuku” dove dormiremo per le prossime 4 notti. La camera è minuscola, ma lo sapevamo già alla prenotazione, colazione con buffet decoroso, ottima la posizione. Tempo di riposarci un poco e usciamo per cena. la scelta ricade su ramen zundou-ya, vicinissimo al nostro hotel. proviamo per la prima volta il piatto molto buono anche se abbiamo scelto per errore quello piccante, veramente troppo piccante per i miei gusti. Siamo sfiniti così torniamo in hotel.

09/04/2019

Sveglia e colazione in hotel, raggiungiamo a piedi la stazione e prendiamo il treno per kamakura. Per la prima volta verifichiamo che anche in Giappone i treni sono in ritardo se pur di qualche minuto, che però ha fatto si che il treno non finisse la tratta ma tornasse indietro… panico! alla fine con un po’ di difficoltà siamo arrivati a destinazione. Per oggi abbiamo in programma la visita guidata di questa cittadina con una gentilissima signora giapponese. il tour è stato prenotato tramite Tokyo free travel guide che consiglio vivamente. La cultura giapponese è molto diversa dalla nostra e poter passare un po’ di tempo con una persona del luogo che ci spiega usi e costumi è stato un privilegio. Le guide non chiedono soldi, ma è gradito un regalo dall'Italia e il pagamento di tutti i trasporti, ingressi e pasti. Arrivati alla stazione e conosciuta chiyoko, acquistiamo il pass per gli autobus per l’intera giornata ed andiamo subito alla scoperta del tempio hokokuji (rimane un po’ fuori) e vediamo i primi ciliegi in fiore. Uno spettacolo!! Presentando il pass dell’autobus all'ingresso di ogni tempio vi sarà consegnato un piccolo omaggio (una cartolina, cartoncino portafortuna ecc). La visita è breve, la pace regna sovrana, la foresta di bambù veramente carina. Siamo già a mattinata inoltrata e decidiamo di fermarci in una vicina casa da tè per assaggiare il famoso tea macha in un tempio vicino. Entrando occorre togliersi le scarpe ed adagiarsi sui tatami a terra (spesso sono riscaldati) o se presenti ai piccoli tavoli che noi preferiamo molto per la comodità. Ci viene servita una tazza di tea molto denso e amaro (non zuccherano il tea) che va gustato a piccoli sorsi unitamente ad un dolcetto, insieme creano un mix particolare. Riprendiamo l’autobus e raggiungiamo il santuario tsurugaoka hachimangu, fermandosi prima a vedere il laghetto e la fioritura delle peonie, tutte protetta da ombrellini di carta

  • 6314 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social