Vedi Napoli e poi ci torni

È un delirio di suoni, rumori, odori, rancori. Scoppi di risa, vanità eccessivamente ostentata, campanilismo campano
 
Partenza il: 19/12/2015
Ritorno il: 23/12/2015
Viaggiatori: 2
Spesa: 500 €

si può scendere nella nuova metropolitana oppure proseguire verso Montesanto, con la sua umanità assiepata all’entrata della funicolare e i colori variopinti di un commercio in cui la plastica ha preso il sopravvento su vimini e vetro. Il profumo dei negozi di dolciumi, la polvere delle rivendite di fumetti usati, gente ferma a fumare attendendo chissà quale evento, qualche paniere sceso dalle finestre aperte sui vicoli. La domenica, da quelle stesse finestre fuoriesce il profumo del ragù, il lento borbottio di migliaia di pentole in cui la carne mista scioglie il proprio grasso nel sugo di pomodoro. ‘O rraù è un’istituzione a Napoli, come testimonia il film “Sabato, domenica e lunedi” di Lina Wertmuller. Il locale Tandem di via Paladino propone la ricetta, sia associata alla pasta, che da gustare con la mitica scarpetta, concessione di una cucina popolare nata per sfamare rioni popolosi.

Il pomeriggio si torna oltre via Toledo a fare compere al mercato di Pignasecca. La leggenda legata a questa piazza risale al tempo in cui tutto era foresta, e una maledizione lanciata dal vescovo fedifrago ai danni delle gazze impiccione, causò la morte della pineta. Altro non restò che una pigna secca, ove ora brulica uno dei mercati alimentari più importanti della città. Qui è consigliato l’acquisto di limoni della riviera, caciocavallo, caffè, persino essenze per riproporre a casa propria le ricette dei dolci locali – sebbene sia piuttosto inarrivabile il babà di Scaturchio, in via Croce.

Tornando in tardo pomeriggio in zona Montesanto, basta prendere la funicolare per salire al Vomero, il quartiere “bene” della città, da cui si può godere di un bel panorama dai 250 metri d’altezza della Certosa di San Martino.

Ultimo giorno, gita a Pozzuoli. Sulle sue alture, ben oltre il bollore dei campi Flegrei, vi è un’azienda biologica che fa dell’olio di gomito il proprio valore aggiunto. L’azienda agricola si chiama Contrada Salandra, produce solo due tipi di vino, Piedirosso e Falanghina, ma di una qualità sopraffina. Dopo averli conosciuti al Vinitaly, non possiamo esimerci dal fare un salto al punto vendita Dolci Qualità a due passi dall’anfiteatro Flavio per acquistare qualche bottiglia. Rapido giro alla ex-Olivetti, ma dato che è praticamente impossibile visitarne gli interni sconsigliamo altamente la gita; meglio dedicarsi alla Solfatara. Poi si finisce un po’ per caso a pranzare in uno dei migliori ristoranti di pesce della zona, la Frasca. Qualità altissima e prezzo contenuto, dato che tutto il miglior pesce della città arriva da qui.

Dimenticato qualcosa, prima di lasciare la città? Mai scordarsi di fare un salto al Duomo di San Gennaro, ove tre volte l’anno – il sabato precedente la prima domenica di maggio, il 19 settembre ed il 16 dicembre – sin dalla fine del 1300 avviene la liquefazione del sangue del Santo. Solo in pochi casi, narra la leggenda, le polveri non si sarebbero disciolte all’interno dell’ampolla. In realtà il Cicap avrebbe molto da ridire a tal riguardo, ma per una volta non diamo adito alle ragioni della mente ma a quelle del cuore, che è poi la miglior predisposizione per vivere fino in fondo le mille e mille sfaccettature di questa magnifica città. Più che una città, un “componente dell’animo umano che so di poter trovare in tutte le persone, siano esse napoletane o no.”

Guarda la gallery
cultura-jpadu

Mercato perpetuo

cultura-rdraf

Napoli dal Vomero

cultura-s739r

Chiostro di Santa Chiara

cultura-g3vs2

Pompei

cultura-a6q7n

Vesuvio1

cultura-ry1bz

Nelle vicinanze del Maschio Angioino

cultura-w7v7k

Piazza del Gesù Nuovo

cultura-py736

Vesuvio2

cultura-zmjpt

Vesuvio3



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Campania
    Diari di viaggio
    napoli, storia della fine di un pregiudizio

    Napoli, storia della fine di un pregiudizio

    Desideravo fare una vacanza che fosse piena di colori, di profumi, che mi riempisse il vuoto grigio lasciato dai due anni di Covid. Mentre...

    Diari di viaggio
    viaggio a passo lento con lo zaino sul sentiero degli dèi

    Viaggio a passo lento con lo zaino sul Sentiero degli dèi

    Quello che amo fare nei viaggi che scelgo di organizzare è unire l'esperienzialità del gusto con l'esplorazione senza filtri del...

    Diari di viaggio
    campania intima

    Campania intima

    Giorno 1, Napoli - Fontegreca Caricato anche l’ultimo bagaglio in macchina, finalmente siamo partiti. Un traffico insolitamente...

    Diari di viaggio
    jazz nel sud italia in vespa

    Jazz nel Sud Italia in Vespa

    Sarà una lunga notte. Lunga, lunga, lunga. Lunga perché domani, nel primo pomeriggio, inizieremo il nostro nuovo lento viaggio (che...

    Diari di viaggio
    salerno in 2 giorni

    Salerno in 2 giorni

    Bologna - Salerno: Treno Italo € 75 a/r (4 ore e 30 min) Alloggio: B&B Santi e Saraceni (in pieno centro a 2 passi dal...

    Diari di viaggio
    certosa di san lorenzo

    Certosa di San Lorenzo

    La Certosa di San Lorenzo è il più grande monastero dell’Italia meridionale.L’ho visitata casualmente, perché andando in Alto...

    Se non ora, quando? Tour in moto lungo tutta l’Italia

    È dal 2014 che viviamo in the road insieme (io, Andrea; Sonia, la mia ufficiale in seconda; la nostra moto, una Royal Enfield Classic...

    Diari di viaggio
    weekend lungo a positano: pro e contro

    Weekend Lungo a Positano: Pro e Contro

    I primi giorni dell'anno abbiamo organizzato un weekend in un posto che amiamo e dove non eravamo più andati da due anni a questa parte,...

    Diari di viaggio
    breve vacanza sulle montagne abruzzesi

    Breve vacanza sulle montagne abruzzesi

    Per il mese di luglio, decidiamo di tornare in Abruzzo, focalizzandoci maggiormente sulla zona della Majella rispetto a quella del Gran...

    Diari di viaggio
    la costiera amalfitana

    La costiera amalfitana

    pesto di alici.

    Video Itinerari