Treviso, Trieste e Borghetto sul Mincio

Quattro giorni dedicati alla scoperta di questi gioielli veneti e friulani (e dei loro dintorni) accomunati da un forte legame con l'acqua.
Partenza il: 07/10/2020
Ritorno il: 10/10/2020
Viaggiatori: 3
Spesa: 500 €

Una finestra di bel tempo nello strano ottobre 2020, segnato dall’incertezza meteorologica nel nord Italia e dall’incombere del Coronavirus nella quotidianità di ognuno di noi, ci costringe a decidere per una partenza, letteralmente, all’ultim’ora.

1° GIORNO

Diverse centinaia di chilometri separano la Valtellina da TREVISO. Un viaggio lungo, ben ricompensato dagli scorci fascinosi della cittadina veneta sospesa sull’acqua. Una possente cinta muraria ben conservata ne abbraccia il centro storico. Fu eretta dalla Repubblica di Venezia nei primi due decenni del ‘500 con lo scopo di difendere Treviso dai nemici. Per costruirla fu deviato il fiume Botteniga, creati un fossato e un sistema di chiuse ancora visibili con i quali poter allagare in caso di necessità lo spazio circostante. Una volta entrati il rumore del traffico viene sopraffatto da quello delle cascatelle e si mischia allo sciabordio costante delle onde nei canali, fino a scomparire del tutto nei vicoli pedonali.

Soggiorniamo al B&B Hotel Treviso, un albergo a due passi dalle principali attrazioni con personale gentile e disponibile a elargire informazioni, camere minimal ma ampie, colazione buona, privo di parcheggio ma adiacente a un posteggio pubblico gratuito e con un ottimo rapporto qualità-prezzo.

Affamati, abbandoniamo i bagagli in camera per attraversare la vicina piazza Vittoria con il monumento dedicato ai caduti della Grande Guerra e imbucare Viale Cadorna dove si trova la pizzeria ristorantino da Roberto, individuata su tripadvisor e scelta per i giudizi positivi. In effetti il menù ampio di cucina e pizzeria, la terrazza esterna e l’abbondanza delle porzioni non deludono le nostre aspettative.

Pieni di energie positive, fisiche e mentali, siamo pronti per avventurarci nella Restera sull’Alzaia del fiume Sile, che è poi famoso per essere il corso di risorgiva più lungo d’Europa. Lo facciamo a bordo delle due ruote fornite gratuitamente dall’albergo. E’ il modo migliore per apprezzare in poco tempo e senza fatica la porzione del Sile affiancata dal tracciato denominato alzaia perché un tempo, sulle stesse pietre, gli animali da fatica trascinavano controcorrente i burci, cioè delle barche, fino al porto fluviale di Treviso. La Restera fa parte della ciclovia ‘il GiraSile’ che collega la città a Casale e a sua volta è inclusa nel parco naturale regionale del Sile. Noi arriviamo soltanto sino a Casier ma è abbastanza per immergerci in uno scenario unico nel suo genere: il cimitero dei Burci. Le robuste imbarcazione dal fondo piatto utilizzate per il trasporto di merci vennero via via abbandonate lungo le rive a seguito della fine dell’attività fluviale. In un punto particolare detto cimitero se ne trovano a decine. Camminando su passerelle in legno sospese sopra la superficie dell’acqua l’occhio viene attirato da legni curvi, robusti e flessibili assieme, dalla forma simile a quella di una costola umana. Tali elementi rendono il posto curioso, spettrale e singolare. Il percorso ciclo-pedonale poi si addentra nei boschi, costeggia tenute private e campi coltivati, e ritrova la luce abbagliante del giorno nella piazza con la parrocchia di Casier. Il paese era noto per le cave di ghiaia, rimaste attive fino a due secoli fa, e per la sua piarda, ovvero l’argine a curva dove le barche potevano attraccare per caricare e scaricare la mercanzia. Il Sile infatti rivestiva un ruolo fondamentale nel commercio essendo interamente navigabile da Treviso sino alla laguna. Gli uomini di 4000 anni fa già conoscevano tale caratteristica e facevano fiorire lo scambio di manufatti in rame e bronzo come spade e coltelli. Gli esemplari rinvenuti in tempi recenti dai macchinari impiegati nell’estrazione della ghiaia ne sono la testimonianza.

Guarda la gallery

Grotta Gigante a Trieste

Castello di Miramare, Trieste

Treviso

Piazza Unità a Trieste in occasione della Barcolana

Borghetto sul Mincio



Commenti

Lascia un commento

Ti consigliamo
Patrizio Roversi Slow Tour padano

Slow Tour Padano: tutte le puntate della seconda serie

La seconda serie di Slow Tour Padano è andata in onda su Rete4 dal 23 ottobre al 4...

Città bellissima

città bellissima

L’Antica Salumeria a Roma, Piazza Rotonda

L'Antica Salumeria a Roma, Piazza Rotonda

Leggi i Diari di viaggio su Italia
Diari di viaggio
Roma

Viaggio nella Città Eterna

Ottobre 2021, io e la mia ragazza avevamo da tempo deciso di prenderci una settimana di vacanza a metà mese per un viaggio a New York, ma...

Diari di viaggio

Fuga di fine estate in Valsugana

Amo camminare e scoprire mete diverse, le temperature africane hanno allentato un pò la presa e quindi parto da Milano Centrale alla volta...

Diari di viaggio

Salento Ionico

Giorno 1 Siamo partiti da Brindisi in due la mattina del 18 agosto e dopo 2 ore di auto (100 km) siamo arrivati a Torre San Giovanni...

Diari di viaggio

LA TRAVERSATA LONGITUDINALE DELLA ALPI: da Trieste a Nizza in bicicletta

24/07/21 Inizia una nuova avventura in sella. Oggi giornata dedicata al trasferimento da casa a Trieste in treno. Pedaliamo fino alla...

Diari di viaggio

MARCHE A TUTTO TONDO!

Finalmente come ogni anno le nostre solite ferie settembrine stanno per arrivare, cosi insieme a mia moglie e la nostra piccola Azzurra di...

Diari di viaggio

Presepe vivente a Civita di Bagnoregio

Domenica 5 gennaio 2020 La destinazione della nostra gita è Civita di Bagnoregio. In questa giornata, vigilia dell’Epifania, ammiriamo...

Diari di viaggio

SPRING BREAK SICULO

DAY 0 – LUN 23/04/2018 Reduci dai bagordi dell’indimenticabile weekend a Malta per il matrimonio del caro amico Beppe, atterriamo verso...

Diari di viaggio
Mazara del Vallo la città del muezzin e del suono delle campane

Mazara del Vallo

Mazara del Vallo è davvero una di quelle città che non ti aspetti, un crogiolo di Italia e Africa del nord che vive in perfetto...

Diari di viaggio
Oristano - Basilica Santa Giusta

IN SARDEGNA TRA STORIA E NATURA

Sabato 11 maggio Dal ponte scoperto del traghetto Nuraghes della Tirrenia, partito da Genova alle 20,30 della sera precedente, assisto alle...

Diari di viaggio

Brescia, Leonessa d’Italia

Io vivo in provincia di Brescia e mi ero da tempo ripromesso di fare il turista nella mia città e di visitarla con occhi diversi, senza lo...