Trentino, che passione!

Val di Non, posti dove tornare
Partenza il: 04/09/2012
Ritorno il: 08/09/2012
Viaggiatori: 2
Spesa: 1000 €

1° giorno – Martedì 4 settembre

VAL DI NON – Sanzeno

Mattino – Castel Thun, situato in cima ad una collina a 609 m vicino a Vigo di Ton. Costituisce una delle quattro sedi del Museo del Castello del Buonconsiglio. Il castello si può raggiungere in auto fino al parcheggio sottostante (a pagamento € 4), poi si deve percorrere un breve tratto a piedi in salita di circa 200/300 mt. Se il parcheggio è pieno, ci sono altri parcheggi più lontani e serviti da bus navetta (a pagamento € 1). La visita al castello è a pagamento (dal 15/05 al 18/11 h 10.00 – 18.00; biglietto € 6 + € 2 guida), mentre i giardini antistanti sono gratuiti. La visita si sviluppa su 3 piani a partire dai locali di servizio fino alle stanze dei conti. Il castello non ha mai smesso di essere abitato. Il primo piano include delle presentazioni multimediali e degli allestimenti non proprio imperdibili ma gli altri due piani sono eccellenti per bellezza e storia. Di particolare pregio è la cosiddetta stanza del vescovo (3° piano), tutta realizzata in legno di cimolo. Qui furono girate le scene del film di Michelangelo Antonioni “Il mistero di Oberwald”. Bella anche la visita ai giardini e alla biblioteca, in una torretta separata. Nell’altra torretta vi è un piccolo servizio bar. I tre piani si visitano in 2 h circa senza soffermarsi troppo. Il castello fu costruito nella metà del XIII sec. e fu la sede della potente famiglia dei Thun; è un esempio tra i più interessanti di architettura castellana trentina, la struttura civile-militare è tipicamente gotica ed è circondato da un complesso sistema di fortificazioni formato da torri, bastioni lunati, fossato e cammino di ronda; imponente la “porta spagnola” (1566) costruita con massicci conci bugnati disposti a raggiera.

Cavareno (244 km – circa 2,5 h).

pomeriggio Museo Retico Via Nazionale n. 50, Sanzeno (dal 20/06 al 20/09 da mar a dom ore 10-18; Chiuso lunedì; ingresso 3,5 €). Si tratta di un museo che “racconta” delle antiche popolazioni della Val di Non fin dai tempi della preistoria con ritrovamenti concentrati in gran parte nell’area di Sanzeno e Romeno. I reperti che vi si trovano sono in parte copie (gli originali sono al Palazzo del Buonconsiglio a Trento) e in parte originali.

Santuario di San Romedio (dal 01/04 al 30/09 h 9.00 – 19.00); davanti al Museo Retico parte il sentiero per il Santuario. Si può arrivare ai piedi del santuario anche in macchina ma il sentiero merita. Il santuario si raggiunge in circa un’ora di camminata e il percorso è molto caratteristico poiché è costruito in un antico acquedotto e di circa 3 km scolpito nella roccia. Arrivati al parcheggio si arriva al santuario in 150 m (scalini in salita). Il Santuario sorge su uno sperone roccioso alto 70 mt. Si narra di come, sul finire del X secolo, il nobile Romedio, erede della prestigiosa casata tirolese dei Thaur, chiamato dalla voce di Dio, abbandonate tutte le sue ricchezze, decise di cercare la vera felicità e la comunione col Creatore ritirandosi in meditazione sulla cima di una roccia. Alla sua morte, coloro che gli erano stati fedeli, scavarono nella roccia la sua tomba e diedero vita al culto che dal lontano anno 1000 si perpetua ancor oggi. A partire dalla prima cappella costruita nel XI secolo, la fede degli umili nel loro Santo protettore fece sì che venissero erette, nel corso dei secoli, l’una sopra le altre tre piccole chiesette, due cappelle e sette edicole della Passione, vere custodi della sacralità e della magia del santuario. La fede nel Santo in Valle era davvero forte, tanto che, a partire dal XV secolo le pareti lungo la scalinata che conduce alla tomba dell’eremita, si riempirono di oggetti ex-voto, segni dell’immensa fiducia dei pellegrini nel potere del Santo. Il Santuario di S. Romedio è spesso ricordato anche per l’area faunistica adiacente l’ingresso in cui vivono in semilibertà due orsi (attualmente non è ospitato nessun esemplare). La loro presenza in questo luogo di culto è legata alla leggenda secondo cui Romedio, ormai vecchio si sarebbe incamminato verso la città deciso ad incontrare il Vescovo di Trento Vigilio. Lungo il percorso il suo cavallo sarebbe stato sbranato da un orso, Romedio tuttavia non si diede per vinto e avvicinatosi alla bestia sarebbe riuscito miracolosamente a renderla mansueta e a cavalcarla fino a Trento.



Commenti

Lascia un commento

Ti consigliamo
viaggio nel mani, peloponneso

Viaggio nel Mani, Peloponneso

La regione del Mani si trova nel Sud del Peloponneso, tra Messenia e Laconia. Un...

patrizio e le giuggiole di arquà petrarca

Patrizio e le giuggiole di Arquà Petrarca

Un episodio inedito dello Slow Tour Padano di Patrizio Roversi: durante l’itinerario...

villa vizcaya miami

Villa Vizcaya Miami

Villa Vizcaya Miami

Leggi i Diari di viaggio su Trentino-Alto Adige
Diari di viaggio
in tutti i laghi: val d'ega e dintorni

In tutti i laghi: Val d’Ega e dintorni

19 AGOSTO 2021: NOVA PONENTE Partiamo prima dell'alba per evitare traffico ed alte temperature. Il viaggio si svolge senza problemi in...

Diari di viaggio
scoprire la montagna in estate

SCOPRIRE LA MONTAGNA IN ESTATE

a 360 gradi. Il museo è un tributo all’alpinismo e alla figura di Messner e merita sicuramente una visita. Partiamo poi per una...

Diari di viaggio
dai gioielli nascosti della provincia di vicenza alla valsugana

Dai gioielli nascosti della provincia di Vicenza alla Valsugana

Questi due giorni di svago nascono per caso, da una visita ad amici nella zona di Vicenza organizzata all'ultimo minuto. Evitando di...

Diari di viaggio
week-end ad alpe di siusi

Week-end ad Alpe di Siusi

nostro hotel. 31.08.2021 (LAGHETTO DI FIE' – CASTELLO DI PRESULE - FIE' ALLO SCILAR, CASTELROTTO-SIUSI) Partenza da Alpe di...

Diari di viaggio
fuga di fine estate in valsugana

Fuga di fine estate in Valsugana

Amo camminare e scoprire mete diverse, le temperature africane hanno allentato un pò la presa e quindi parto da Milano Centrale alla volta...

Diari di viaggio
dalle valli trentine a gardaland

Dalle valli Trentine a Gardaland

Io e mio marito abbiamo sempre evitato di viaggiare in agosto per via del costo eccessivo delle strutture ricettive, dell'affollamento...

Diari di viaggio
natura meravigliosa in val di sole

Natura meravigliosa in Val di Sole

posto alla base della seconda cascata. Il rumore è ancora maggiore e si fonde inscindibilmente alla bellezza del luogo. Leggiamo...

Diari di viaggio
il trentino formato famiglia

Il Trentino formato famiglia

Quest’ anno i nostri piani non erano di andare in vacanza in montagna, ma causa corona virus ci siamo riorganizzati. Una volta capito che...

Diari di viaggio
i ponti coperti del trentino: val d'ega, val di fassa e val di fiemme

I ponti coperti del Trentino: Val d’Ega, Val di Fassa e Val di Fiemme

Da qualche anno, ogni estate, trascorriamo una settimana di vacanza in montagna. La nostra meta preferita è il Trentino Alto Adige che, a...

Diari di viaggio
il lago delle palafitte! un weekend sul lago di ledro

Il lago delle palafitte! Un weekend sul Lago di Ledro

Un week-end romantico in riva al lago per festeggiare il mio compleanno è quello che ci vuole. Se poi il lago in questione è...