In Tirolo col pancione

Giro in dolce attesa tra le montagne, partendo dalla Val Pusteria fino alle Dolomiti, passando per Innsbruck fino ai piedi del Grossglockner
 
Partenza il: 20/07/2013
Ritorno il: 27/07/2013
Viaggiatori: 2
Spesa: 500 €

In attesa del nostro primo figlio abbiamo voluto riscoprire una parte d’Italia che tutto il mondo ci invidia: le nostre Dolomiti. Per anni siamo stati attratti dal mare o da mete lontane, dimenticandoci che per raggiungere le montagne più belle non occorre volare dall’altro capo del mondo. Abbiamo voluto inoltre visitare il Tirolo austriaco che ha molto da offrire.

Come base abbiamo scelto San Candido – Innichen – in Val Pusteria, in quanto la zona è ben collegata sia con il resto delle Dolomiti come Cortina d’Ampezzo e la Val Badia, sia con l’Austria.

Come B&B abbiamo scelto il Garni Senfter di Rosemarie e Luisa, situato all’ingresso di San Candido, entrando dal lato che porta a Sesto, a pochi isolati dalla piazzetta del centro in una zona decisamente tranquilla e collegata direttamente con la statale della Val Pusteria, ottima base di partenza per tutte le escursioni in zona. Rosemarie e Luisa ci hanno trattato con il calore di due “mamme”, e ci siamo sentiti come a casa. Ci hanno dato una bella camera con balcone con vista sulle cime del Baranci, il monte che domina il panorama di San Candido, e dobbiamo ammettere ogni mattina tale colpo d’occhio ci ha proprio fatto sentire in vacanza, lontani dalla solita routine.

Viaggiare col pancione quasi al settimo mese di gravidanza, vuol dire avere particolari attenzioni, evitare sforzi e dislivelli elevati e cercare di affrontare ogni percorso con tempi più lenti e tranquilli. Ciò non toglie che si possono affrontare tanti itinerari indicati come semplici o per famiglie, in mezzo a panorami da favola. Fortunatamente si è trattato di una gravidanza tranquilla e priva di complicazioni lungo tutto il periodo, quindi sotto consiglio medico abbiamo affrontato il viaggio. Tutto è stato reso più gradevole dalle temperature fresche e dalle lunghe giornate soleggiate che abbiamo avuto le fortuna di trovare. Seguendo carte e indicazioni fornite dal Consorzio Turistico Alta Pusteria (Tourismusverband Hochpustertal – www.altapusteria.info – [email protected]) che su richiesta via email ci ha inviato molto materiale per posta, abbiamo potuto selezionare giorno dopo giorno itinerari semplici ed a quote non elevatissime, adatti a chiunque. Gli operatori turistici della zona sono veramente efficienti, c’è un servizio bus che ti porta in tutte le mete più importanti, impianti di risalita aperti fino a tarda ora, e il giovedì sera abbiamo trovato tanta ospitalità (…e ottime pietanze) nella sagra di paese.

Siamo partiti sabato 20 luglio, una di quelle giornate da “bollino rosso” e abbiamo trovato un gran traffico di tedeschi in via di ritorno sull’autostrada tra Verona e Bolzano in direzione Brennero. Spaventati dall’idea di passare altro tempo in coda in autostrada, siamo usciti a Chiusa – Valgardena e siamo risaliti per la Val di Funes. Si tratta di una delle vallate più caratteristiche e fotografate dell’Alto Adige. La chiesa a Santa Maddalena in Val di Funes sullo sfondo delle cime frastagliate delle Odle è assolutamente da non perdere. Abbiamo proseguito per il Passo delle Erbe, meta di tanti motociclisti, si passa sotto le cime del Sass de Putia, in uno scenario alpino decisamente intatto e si scende in Val Badia…è stata una bella allungatoia panoramica. La sera abbiamo cenato benissimo da Zim Klaus, sulla strada che va da San Candido a Sesto e, tra gulasch, crauti e canederli.

Domenica 21 luglio

Volevamo trascorrere una giornata tranquilla in Val Pusteria, e l’abbiamo dedicata alla valle laterale di Braies. Le attrazioni principali della vallata sono il lago omonimo e l’altopiano di Prato Piazza. Il lago di Braies si trova in fondo alla strada, preceduto da tre parcheggi che costano 5 euro al giorno. L’ultimo parcheggio si trova sotto l’hotel in riva al lago dove amava soggiornare l’arciduca Francesco Ferdinando D’Asburgo o il compositore Gustav Mahler, e il motivo per cui tali personaggi sceglievano questa località è semplice: il lago è stupendo, le cime imponenti della Croda del Becco e del Sasso del Signore si specchiano sulla superficie, tutto intorno i boschi di abete regalano un senso di pace al paesaggio, l’acqua bassa del sotto riva ha colori cristallini e passa al verde smeraldo nelle zone più profonde. Si può percorre il giro del lago su un comodo stradello con pochi dislivelli, passando vicino a cascatelle e spiaggette dove volendo si può fare il bagno, circondati da trote in acqua e mucche al pascolo sull’erba a terra. Nel lago è possibile pescare o fare un giro in barca a remi o fermarsi sulle spiaggette come se si stesse al mare. Un sentiero si dirama dallo stradello principale e percorre la Val di Foresta e raggiunge l’omonima malga… noi, “viaggiando quasi in tre”, ci siamo dovuti accontentare di fare il giro del lago.

A metà mattinata ci siamo spostati nell’altro ramo della valle di Braies diretti verso l’altopiano di Prato Piazza. La zona si raggiunge attraverso una strada a traffico limitato che viene chiusa alle 9:00 di mattina. Noi, come tanti altri ritardatari, abbiamo dovuto lasciare l’auto nel parcheggio al termine della strada (2 euro) e prendere la navetta (3 euro a tratta) che ogni mezzora conduce all’altopiano. Prato Piazza è il luogo ideale per fare passeggiate e riconciliarci con il resto del mondo. Si estende a circa 2000 metri di altezza, è dominato dalle cime della Croda Rossa e dalle guglie innevate del Cristallo, e pieno di fiori in estate. E’ uno dei punti panoramici più belli delle Dolomiti. Abbiamo pranzato in malga con uova, speck e patate e dopo pranzo abbiamo raggiunto il rifugio Vallandro con una semplice passeggiata in pianura tra prati, vacche al pascolo e baite ben tenute. Dall’altopiano un sentiero porta alla vetta del Monte Specie (circa 2.300 m) dal quale si gode di un gran panorama sulle Tre Cime di Lavaredo. Nel pomeriggio, dopo essere ritornati a San Candido nel B&B da Rosemarie e Luisa, ci siamo diretti a Cortina per sfruttare una serata che stava per diventare piovosa. Al rientro abbiamo deviato per il lago di Misurina, che quella sera offriva un’atmosfera particolare: al tramonto il cielo si era rasserenato, alcune foschie risalivano dalle vallate e lasciavano scoperte le cime facendo risaltare il rosa dei massicci dolomitici, il tutto si specchiava sulle acque del lago.

Guarda la gallery
montagna-ncmp5

Rotoballa all'Alpe di Siusi

montagna-qpeak

Riva di Tures

montagna-7bzs2

Valle Aurina

montagna-ba7c2

Castel Taufers

montagna-g4wt8

Cascate a Riva di Tures

montagna-d65yj

Tre Cime da Misurina di giorno

montagna-dkzyc

Tre Cime di Lavaredo

montagna-scqu5

Valle di Auronzo dalle Tre Cime

montagna-wynxp

Alpe di Siusi

montagna-yurps

Innsbruck

montagna-fhwkm

Fiume Inn a Innsbruck

montagna-jrmpd

Hofstrasse a Innsbruck

montagna-erqx1

Hofkirche percorso didattico

montagna-nz56b

Hofkirche

montagna-q9q9w

Lucifero al Volkskundemuseum

montagna-a9njg

Plan de Corones

montagna-fgwgm

Val Badia

montagna-5qkpy

Passo Gardena

montagna-cbx37

biblioteca del Castel Taufers

montagna-y3czs

Grossglockner e Pasterze

montagna-9vway

Castel Taufers - sala

montagna-6suar

panorama di San Candido

montagna-h53y4

Prati di Croda Rossa

montagna-emzue

Castelrotto

montagna-cvbhv

Heiligenblut

montagna-nde4j

Val Fiscalina

montagna-cyx5a

fiume Aurino

montagna-fky4j

marmotta sul Grossglockner

montagna-ee2vm

Val di Funes

montagna-86nyd

lago di Braies

montagna-zkk6e

Marmotta

montagna-nyex2

Tre Cime da Misurina di sera

montagna-v52ew

Sorapis da Misurina

montagna-nqzj6

Prato Piazza

montagna-vegh7

Monte Cristallo da Prato Piazza

montagna-e6dka

Hofburg - Sala dei giganti



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Alpe di Siusi
    Diari di viaggio
    week-end ad alpe di siusi

    Week-end ad Alpe di Siusi

    28.8.2021 Partiamo al mattino per trascorrere due/tre giorni in Alto Adige, precisamente ad Alpe di Siusi.Avevamo prenotato...

    Diari di viaggio
    tre tpc e due mezzi all'alpe di siusi

    Tre TPC e due mezzi all’Alpe di Siusi

    Approfitto dell’ultima settimana di congedo parentale per portare i miei figli, la grande di 5 anni e il piccolo di 9 mesi, una decina di...

    Diari di viaggio
    una settimana sulle alpi tirolesi

    Una settimana sulle alpi tirolesi

    Una settimana tra le Alpi del Tirolo, una regione transfrontaliera che comprende le provincie di Trento, Bolzano, Innsbruck e Lienz unite...

    Diari di viaggio
    in tirolo col pancione

    In Tirolo col pancione

    In attesa del nostro primo figlio abbiamo voluto riscoprire una parte d’Italia che tutto il mondo ci invidia: le nostre Dolomiti. Per...

    Diari di viaggio
    on the road sulle dolomiti

    On the road sulle Dolomiti

    Eccoci arrivati all’ultima avventura a bordo di Fiat Sedici. Quale conclusione migliore che esplorare “il tetto d’Italia”? Campo...

    Diari di viaggio
    weekend nelle dolomiti

    Weekend nelle Dolomiti

    Questa volta abbiamo soggiornato a Ortisei in un piccolo affittacamere molto accogliente fuori centro. Dal fatto che nelle struttura...

    Diari di viaggio
    sport, sole e neve in val gardena

    Sport, sole e neve in Val Gardena

    Come promesso vi racconto della mia vacanza invernale in Val Gardena. Abbiamo scelto la fine di marzo come periodo, pervia delle...

    Diari di viaggio
    ortisei e val gardena

    Ortisei e Val Gardena

    Abbiamo deciso di partire in settimana per evitare il traffico del weekend. Per quanto riguarda il traffico è stata una buona idea. È...

    Diari di viaggio
    trekking e mountainbike in val gardena

    Trekking e Mountainbike in Val Gardena

    Prima di tutto un complimento al fantastico sito di turisti per caso. Io sono di Treviso ma vivo già da molti anni in Germania. La scorsa...

    Diari di viaggio
    val gardena: paesaggi splendidi, da cartolina!

    Val Gardena: paesaggi splendidi, da cartolina!

    Ciao a tutti, dopo una bellissima vacanza a Karpathos, sono andata qualche giorno dopo Ferragosto in Val Gardena, a Selva. Sono stati dei...

    Video Itinerari