Tre TPC e due mezzi all’Alpe di Siusi

Una settimana nel parco naturale dello Sciliar con due bambini
 
Partenza il: 06/08/2016
Ritorno il: 15/08/2016
Viaggiatori: 3+2 bambini
Spesa: 1000 €

Approfitto dell’ultima settimana di congedo parentale per portare i miei figli, la grande di 5 anni e il piccolo di 9 mesi, una decina di giorni in montagna… chiedendo aiuto ai nonni! Ed ecco qui la nostra avventura.

Sabato 6 agosto

Partenza per la Valsugana, col traffico di oggi la Modena-Brennero è assolutamente da evitare.

Pranziamo facendo pic nic sulle sponde del lago di Caldonazzo anche se a causa del vento non riusciamo a fare il bagno, pazienza lo faremo al ritorno.

Una volta arrivati a Trento, come d’accordi, telefono alla signora che ha le chiavi dell’appartamento privato che avevamo affittato tramite Home Away (proprietà numero #807977 a Fiè allo Sciliar, 950€ la settimana con pulizie, senza biancheria), ma purtroppo non mi risponde. Dopo un po’ di tentativi decido di disturbare direttamente il proprietario di casa… ormai siamo a mezz’ora di macchina da Bolzano e molto gentilmente mi dice che l’appartamento è già pronto e che possiamo tranquillamente suonare alla casa a fianco per prendere le chiavi anche se siamo in abbondante anticipo rispetto all’orario concordato.

Al nostro arrivo (ore 14:15 circa) però al campanello non risponde nessuno anche se ci sono segnali di vita… boh, non iniziamo proprio bene… così riprovo a chiamare sia la sig.ra Martina che ha sempre il cellulare spento e richiamo il proprietario che è su ai laghetti a pescare con le figlie ma sapendo del nostro problema corre giù ad aprirci casa. Intanto si fanno quasi le 15, provo per sfizio a risuonare all’appartamento della sig.ra Martina e finalmente esce il marito e mi consegna le chiavi, 5 min dopo arriva anche lei che mi spiega finisce di lavorare in ristorante proprio alle 15 e per quello non rispondeva (se ci avvisavate prima non rompevamo così tanto) e dopo 2 min arriva anche il proprietario di casa. Ce l’abbiamo fatta! Entriamo in questo bel appartamento situato in un Residence in posizione panoramica davanti al centro di Fiè. E’ su due piani, ma gentilmente ci forniscono anche di cancelletto per il piccolo. Al piano terra c’è la cucina, un mini bagno di servizio, una grande sala e un bel tavolo all’esterno. C’è anche il giardino “condominiale” dove mia figlia grande ha giocato con altri bambini. Al piano superiore ci sono due camere da letto, una matrimoniale (per i nonni) e una con una specie di letto a castello/soppalcato, un divano letto e lettino da campeggio (per me e i bimbi), un bagno con lavatrice e asciugatrice (ma senza bidet) e un bel terrazzo. L’appartamento è bello ma le molte attenzioni richieste (tenere asciutto il piano di marmo del bagno, non fare chiasso in giardino, il giorno della partenza portare tutti i rifiuti all’eco-centro… e tante altre) ci tengono un po’ sulle spine… non essendoci mio marito ho il terrore che i miei figli possano combinare qualche pasticcio…

Diciamo quindi che in generale l’appartamento è bello (non stratosferico) e ben equipaggiato, solo che non ci siamo sentiti “a casa nostra” ma “a casa Sua” e con due bambini piccoli è un po’ stressante.

Comunque, dopo aver sistemato le nostre cose, andiamo a fare una passeggiata verso il centro di Fiè percorrendo la strada pedonale-ciclabile. Facciamo due spese e rientriamo presto per cena.

Più tardi usciamo di nuovo, questa volta in macchina perché in paese c’è una festa in paese. Si mangia, si balla, ci sono mercatini dell’usato a fini solidaristici, trucca bimbi, giochi e soprattutto…. Ci sono i vigili del fuoco che fanno provare gli idranti… meraviglioso!

Rientriamo sul tardi con il piccolo addormentato nel passeggino, si risveglierà solo la mattina seguente! Wow mi piacciono le vacanze in montagna!

Domenica 7 agosto

Dopo una meravigliosa dormita partiamo alla volta dei laghetti. Parcheggiamo e ci avviamo a piedi con passeggino e zaino (purtroppo al mio piccolo non piace molto lo zaino… tutto il contrario della più grande che l’ho portata in fascia fino a quasi 2 anni). La giornata è splendida ma non abbiamo preparato i panini, decidiamo quindi di proseguire il sentiero e salire su verso la Malga Tuff.

La strada è in salita ma facilmente percorribile anche con i passeggini leggeri e ci si impiegherebbe circa 45 min… noi tra il passeggino, la grande che si ferma ad ogni fiorellino, i nonni non più giovanissimi, soste e merende ci impieghiamo una mezz’oretta in più…

Arriviamo in questa bella malga ai piedi del massiccio dello Sciliar, il panorama è notevole. C’è un bel prato dove fermarsi a riposare (ma c’è tanto sole), un parco giochi piccolino e alcuni animali. Ci sono anche due lama e due alpaca in libertà.

Pranziamo in malga nonostante la moltitudine di persone (prima domenica di agosto, si sapeva) e poi trascorriamo buona parte del primo pomeriggio a giocare, gattonare sul prato, guardare e accarezzare gli animali. Finalmente intorno alle 16 il piccolo crolla in passeggino così ho del tempo da dedicare anche alla grande, facciamo merenda e poi sulle 17-17.30 riscendiamo e torniamo a casa.

Lunedì 8 agosto

Visto che i laghetti in realtà non li abbiamo visitati, decidiamo di ritornarci e ci portiamo anche via i costumi. Passeggiamo prima intorno al laghetto pescabile (i permessi di pesca si acquistano al parcheggio e costano circa 20€ per prendere al max 4 trote) e poi ci accampiamo per il pic nic presso il laghetto balneabile… c’è anche il percorso Kneipp.

Dopo pranzo con mia figlia grande andiamo a fare il bagno, l’acqua è fredda, ma soprattutto il fondo fangoso non dona al laghetto un colore invitante, per carità, di necessità virtù, però non riusciamo a goderci un bel bagno. Inoltre ci si tuffa dai moli/banchine e per i piccoli non c’è un posto dove possano toccare. Ci asciughiamo e giochiamo un po’ nel bosco (costruiamo una capanna) e così si fa anche oggi ora di rientrare a casa.

Martedì 9 agosto

Giornata nuvolosa con pioggia. Decidiamo di andare a visitare il castello di Prosels. Partiamo senza troppe aspettative col piccolo in zaino e iniziamo la visita guidata in italiano alle 10:30. Gli interni sono praticamente spogli o comunque non con arredi originali, nella parte più antica poi c’è un’esposizione di quadri questo perché ogni anno danno l’opportunità ad un artista di esporre le sue opere in un altro edificio e come “compenso” chiedono venga lasciata loro in donazione una delle stesse. A parte questo la guida è brava, il castello è comunque interessante e la visita è stata piacevolissima. Pranziamo a casa e nel pomeriggio facciamo due passi a Fiè tra un temporale e l’altro.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Alpe di Siusi
    Diari di viaggio
    week-end ad alpe di siusi

    Week-end ad Alpe di Siusi

    28.8.2021 Partiamo al mattino per trascorrere due/tre giorni in Alto Adige, precisamente ad Alpe di Siusi.Avevamo prenotato...

    Diari di viaggio
    tre tpc e due mezzi all'alpe di siusi

    Tre TPC e due mezzi all’Alpe di Siusi

    Approfitto dell’ultima settimana di congedo parentale per portare i miei figli, la grande di 5 anni e il piccolo di 9 mesi, una decina di...

    Diari di viaggio
    una settimana sulle alpi tirolesi

    Una settimana sulle alpi tirolesi

    Una settimana tra le Alpi del Tirolo, una regione transfrontaliera che comprende le provincie di Trento, Bolzano, Innsbruck e Lienz unite...

    Diari di viaggio
    in tirolo col pancione

    In Tirolo col pancione

    In attesa del nostro primo figlio abbiamo voluto riscoprire una parte d’Italia che tutto il mondo ci invidia: le nostre Dolomiti. Per...

    Diari di viaggio
    on the road sulle dolomiti

    On the road sulle Dolomiti

    Eccoci arrivati all’ultima avventura a bordo di Fiat Sedici. Quale conclusione migliore che esplorare “il tetto d’Italia”? Campo...

    Diari di viaggio
    weekend nelle dolomiti

    Weekend nelle Dolomiti

    Questa volta abbiamo soggiornato a Ortisei in un piccolo affittacamere molto accogliente fuori centro. Dal fatto che nelle struttura...

    Diari di viaggio
    sport, sole e neve in val gardena

    Sport, sole e neve in Val Gardena

    Come promesso vi racconto della mia vacanza invernale in Val Gardena. Abbiamo scelto la fine di marzo come periodo, pervia delle...

    Diari di viaggio
    ortisei e val gardena

    Ortisei e Val Gardena

    Abbiamo deciso di partire in settimana per evitare il traffico del weekend. Per quanto riguarda il traffico è stata una buona idea. È...

    Diari di viaggio
    trekking e mountainbike in val gardena

    Trekking e Mountainbike in Val Gardena

    Prima di tutto un complimento al fantastico sito di turisti per caso. Io sono di Treviso ma vivo già da molti anni in Germania. La scorsa...

    Diari di viaggio
    val gardena: paesaggi splendidi, da cartolina!

    Val Gardena: paesaggi splendidi, da cartolina!

    Ciao a tutti, dopo una bellissima vacanza a Karpathos, sono andata qualche giorno dopo Ferragosto in Val Gardena, a Selva. Sono stati dei...