Grecia Classica in inverno

Itinerario insolito per questa stagione, ma affascinante!
 
Partenza il: 27/12/2010
Ritorno il: 07/01/2011
Viaggiatori: 2
Spesa: 2000 €

Varlaam (tel 2432022277), comodamente raggiungibile in poco meno di 200 gradini, che risalgono agli anni Venti del Novecento. Grande e ben curato, ospita un piccolo museo, un cesto di corda originale (metodo per issare le provviste ai monaci) e begli affreschi tardo bizantini. (Orario invernale: 9:00 – 13:00 e15:00 – 17:00 – Orario estivo: 9:00 – 13:00 e 15:30 – 18:00). Nel pomeriggio visitiamo il Monastero Santo Stefano (2432022279), nella parte più meridionale delle Meteore. La roccia su cui s’innalza è collegata al versante opposto del colle da un ponte lungo 8 m, che una volta era mobile. Davvero affascinante la piccola chiesa di Santo Stefano, decorata di affreschi cinquecenteschi. Il monastero si completa con la foresteria, il cortile, le celle dei monaci e il refettorio. (Orario invernale: 9:00 – 13:00 e 15:00 – 17:00 – Orario estivo: 9:00 – 13:00 e 15:30 – 18:00). Il Monastero della Grande Meteora è chiuso, pertanto rinviamo la visita al mattino successivo. Passiamo il pomeriggio a riposarci in hotel e decidiamo di passare l’ultima serata greca a Kalambaka che pur essendo una cittadina quasi interamente moderna, essendo stata rasa al suolo dai nazisti nella seconda guerra mondiale, è graziosa e piena di vita. Ceniamo nella Taberna Panellion, che si trova sulla piazza principale. Cena tipicamente greca, fatta perlopiù di carne alla griglia. Terminiamo la serata davanti un malinconico ouzo di fine vacanza. 11° giorno – 6 gennaio: Kalambaka – Ioannina – Igoumenitsa (219 km – 2h51′) Dopo la colazione, partiamo per la visita al Monastero della Grande Meteora (tel 2432022279), sicuramente di grande impatto, situato sulla roccia più alta del complesso delle Meteore (613 m slm). Una serie di oscuri corridoi e piccoli scalini scavati nella roccia conducono all’antica torre con l’argano, il forno e alcune celle. Ma la cosa che colpisce di più è l’imponente chiesa all’interno del complesso, risale alla fine del ‘300 ed è tutta affrescata. (Orario invernale: 9:00 – 13:00 e 15:00 – 17:00; Orario estivo: 9:00 – 13:00 e15:30 – 18:00). Torniamo in hotel e ci prepariamo alla partenza. Prossima tappa: Ioannina. Arriviamo a destinazione in un’ora circa e ci immergiamo, nell’ultimo giorno, in una realtà ancora tanto diversa a pochi chilometri, circa 50, dal confine con l’Albania. La vivace vita, descritta dalle guide, dovuta alla presenza dell’università, è subito percepibile dal gran numero di giovani che troviamo in strada e nei locali. Il locale che scegliamo per il pranzo (Mystagogia) è perlopiù frequentato da studenti universitari. E’ molto grazioso, si sviluppa su tre piani con una grande terrazza coperta e la musica dal vivo. Ottimi e, purtroppo, abbondanti i piatti serviti. Dopo il pranzo ci dirigiamo verso la cittadella fortificata, dominata tra il 1788 e il 1821 dalla controversa figura del pascià Alì. Passeggiamo tra le stradine e saliamo all’antica Moschea. Bella la vista sul lago, i minareti e l’isolotto di Nissi. Un caffè in uno dei grandi bar con eleganti verande che si affacciano sul lago e poi ripartiamo per Igoumenitsa dove ci imbarchiamo sul traghetto della Endeavor Lines, piuttosto al di sotto degli standard (abbiamo dormito senza riscaldamento perché non funzionante, nonostante l’avessimo fatto presente).

12° giorno – 7 gennaio: Igoumenitsa – Brindisi – Roma (569 km – 5h51′) Sbarchiamo a Brindisi con un’ora di anticipo e proseguiamo per Roma.

Cosa non faremmo, potendo tornare indietro? Sicuramente non arrivare sul sito di Epidauro per trovarlo ormai chiuso (grr…), forse dormire a Kalambaka invece che Kastraki, sicuramente non aver destinato un’intera giornata al Museo Archeologico di Atene, e forse non utilizzare la Endeavor Lines come compagnia per il rientro. Anche se gli itinerari dei tour operator raramente si spingono oltre i sette giorni di programma, avendone avuto il tempo avremmo sicuramente dedicato almeno due settimane al viaggio per poter gustare più lentamente la faccia un po’ meno turistica della Grecia continentale fuori stagione.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Atene
    Diari di viaggio
    grecia on the road: atene, meteore, epidauro e isole ionie

    Grecia on the road: Atene, Meteore, Epidauro e isole Ionie

    Vi propongo il nostro itinerario di 15 giorni studiato con cura tra la Grecia continentale e le isole Ionie, tutto effettuato con la nostra...

    Diari di viaggio
    weekend ad atene

    Weekend ad Atene

    Negli ultimi due anni il nostro modo di vivere e di viaggiare è profondamente cambiato, privilegiando più i viaggi in Italia e...

    Diari di viaggio
    grecia continentale on the road

    Grecia continentale on the road

    Partiamo? Per un viaggio sorprendente! Si parte. Non si parte. Zona gialla. Zona rossa. Quarantena sì. Quarantena no. Prenotiamo. Non...

    Diari di viaggio
    la grecia che non ti aspetti

    La Grecia che non ti aspetti

    Speravamo quest’anno di poter recuperare i viaggi persi lo scorso anno, ma ci siamo ritrovati ancora nella stessa situazione, così...

    Diari di viaggio
    atene in un giorno

    Atene in un giorno

    La scelta di abbinare un viaggio nella città eterna Roma ad Atene, altrettanto eterna e magica città, è nata praticamente per caso o...

    Diari di viaggio
    atene e paros

    Atene e Paros

    Partecipanti: Gianluca & Claudia & Cristina, Carlo & Cristian, Donatella e Matteo Abbiamo prenotato questa vacanza già a...

    Diari di viaggio
    sotto questo sole

    Sotto questo sole

    Sifnos: Sentieri e Monasteri7/6/19Ric, c’è Elisabetta! Ops, nella fretta d’imbarcarmi le sono passato davanti senza...

    Diari di viaggio
    eubea: la nostra mèta avvolta nel mistero

    Eubea: la nostra mèta avvolta nel mistero

    Eubea, GreciaLa Grecia ci accoglie ogni estate da anni per una settimana di relax nel suo splendido mare Abbiamo già visitato tutte le...

    Diari di viaggio
    atene e il suo fascino trasandato

    Atene e il suo fascino trasandato

    colonnelli: durante l'occupazione del Politecnico da parte degli studenti nel novembre 1973 il governo ordinò l'entrata dei carri armati...

    Diari di viaggio
    le mie grosse grasse vacanze greche

    Le mie grosse grasse vacanze greche

    Per le vacanze estive di quest’anno la scelta è ricaduta sulla Grecia, visitata secondo un itinerario un po’ particolare che ci...