Giappone fai da te 2

Giappone fai da te tra cultura, tradizione e natura
 
Partenza il: 14/03/2019
Ritorno il: 24/03/2019
Viaggiatori: 2
Spesa: 2000 €

14/3 – arrivo 15 marzo Volo Alitalia diretto (prenotato con largo anticipo e pagato 550,00 euro) con arrivo a Tokyo-Narita.

Per risparmiare (visti i costi abbastanza alti del Narita express) abbiamo preso la linea Kelsei e poi abbiamo cambiato a Ueno per arrivare alla stazione di Shinjuku. Per dormire 3 notti abbiamo scelto lo Shinjuku Prince Hotel (ottima posizione e rapporto qualità/prezzo, albergo molto carino e stanze purtroppo abbastanza piccole come per la maggior parte delle camere standard in Giappone – 130 euro a notte)

Appena arrivati in albergo abbiamo lasciato le valigie e iniziato a girare la zona di Shinjuku (è il luogo dello shopping preferito dai tokyoti: ci sono boutique, grandi magazzini, negozi e centri commerciali sotterranei che si sviluppano tutto intorno alla stazione, già di per sé labirintica). Da non perdere il panorama dal grattacielo Tokyo Metropolitan Government. La parte migliore di Shinjuku è quella ad Est, sia di giorno che soprattutto la sera quando le luci a neon si accendono e Kabuki-cho prende vita. La sera non dimenticate di fare un giro a Golden Gai, un quartierino con moltissimi bar vecchio stile. Abbiamo cenato in uno dei più famosi locali per il ramen, Fuunji (pochi posti intorno al bancone e sempre gente in fila) e devo dire che era veramente buono e prezzi bassi, considerando che se prendi la versione grande non riesci a mangiare altro.

16/3 Il giorno dopo ci siamo svegliati presto a causa del fuso orario e abbiamo visitato i seguenti quartieri, acquistano l’abbonamento giornaliero per la metropolitana:

Ginza. Per scoprire Tokyo occorre prima esplorare il cuore di ogni quartiere, a partire dal centro della città e quindi dal Palazzo Imperiale e da Ginza, il più famoso quartiere commerciale di tutto il Giappone. E’ un importantissimo centro economico e anche uno dei quartieri più antichi di Tokyo. Già residenza degli Shogun (i “Signori della guerra”), è sempre stato un luogo esclusivo (il suo nome deriva infatti da Gin, argento).

Asakusa si trova nella zona nord est del centro di Tokyo, alla fermata finale della metropolitana nella linea Ginza (vedi la pagina come muoversi a Tokyo), Asakusa è una delle parti meno caotiche della capitale dove ancora si incontrano ragazze che passeggiano in kimono e numerosi risciò in giro per le strade (più per i turisti che altro). Asakusa fa parte di quella zona della città chiamata dai giapponesi shitamachi (città bassa), accanto al fiume Sumida. Da non perdere in questo quartiere il famoso tempio Sensō-ji.

Shibuya è senza dubbio una delle zone più dinamiche e conosciute della città. Il quartiere è illuminato da megaschermi, presenti su tutti i palazzi della zona, e vi si trova una grande varietà di negozi (soprattutto d’abbigliamento e musica) e ristoranti e love hotel. I giovani di Shibuya si esprimono attraverso l’arte del cosplay e la moda ganguro, rendendo così il quartiere ancor più colorato e particolarmente caratteristico. Da non perdere un attraversamento dell’incrocio più famoso di Tokyo: lo Shibuya Crossing.

Ueno, situata nella parte più orientale del centro di Tokyo, rappresenta un punto di eccellenza culturale grazie ai suoi musei, santuari e templi.

Giardini imperiali.

Cena: Yanbaru Shokudo, ottimo rapporto qualità – prezzo.

17/3 Monte Fuji – Poiché andare con i mezzi di trasporto non è proprio comodo a causa dei cambi da fare, abbiamo deciso di prenotare dall’Italia una escursione che ci ha portato al Monte Fuji, ad Hakone con una breve crociera in battello e poi con la funicolare per vedere dall’alto il panorama (110 euro a testa pranzo tipico giapponese incluso)

Cena: Zanmai Higashi – sushi e altro con ottimo rapporto qualità / prezzo

18/3 partenza per Hiroshima con il treno diretto e arrivo intorno alle ore 12.30. (poiché avevamo le valigie con noi, le abbiamo lasciate al deposito bagagli e le abbiamo riprese nel tardo pomeriggio).

Oggi abbiamo attivato lo Shinkanzen pass fatto dall’Italia per 7 giorni al costo di circa 232,00 euro a persona e che useremo fino alla fine della vacanza per utilizzare i treni (metro e linee private di treni escluse). Potete riservare i posti delle tratte che sceglierete durante il vostro itinerario nelle maggiori stazioni, oppure non prenotare e salire nelle carrozze dei posti non riservati con il rischio di stare in piedi in periodi di grande afflusso turistico. Visita Hiroshima Castle (interessante museo Samurai e bellissima vista dall’alto su Hiroshima) e Memorial Park (è certamente il luogo di interesse più visitato, all’interno del quale è presente il Centro della Pace (Hiroshima Peace Memorial Museum) progettato dall’architetto giapponese Kenzo Tange. Il Museo offre la possibilità di conoscere la città prima e dopo la bomba nucleare, con immagini, reperti, filmati, documenti che testimoniano quanto avvenuto e riproducono anche con dei plastici tutta la drammaticità e la forza distruttrice dello scoppio). Poi abbiamo preso il treno (30 minuti di viaggio) per imbarcarci sul traghetto per Miyajima (notte a Miyajima – Miyajima Seaside Hotel 250,00 euro colazione e cena tipicamente giapponesi incluse – hptel un po’ datato ma una cortesia e disponibilità impagabili e cena molto buona)

19/3 partenza per Kyoto (Hotel Gracery Kyoto Sanjo – ottima posizione e rapporto qualità prezzo – 90 euro a notte per una camera di buone dimensioni, fornita di molti accessori e molto carina e curata)

Bella città, tra moderno e antico, secondo me la più bella del viaggio. Il quartiere delle geishe… ormai non ha nulla di tradizionale, molto turistico, pieno di night clubs e ristoranti, ma ogni tanto si vedono ancora delle geishe che si aggirano per il quartiere… tutto il resto (dimostrazione di cerimonia del tè, danze e cultura tradizionale) sono altamente turistiche, ma piacevoli. Essendo arrivati in tarda mattinata abbiamo fatto soltanto una passeggiata Gion e Pontocho. Sono due quartieri celebri sia per le ochaya che per le okiya: le prime sono le case da tè, mentre le seconde sono le case delle geisha. Quel che salta subito all’occhio mentre si passeggia in queste zone, sono i numerosi edifici antichi e in legno.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Giappone
    Diari di viaggio
    giappone, terra di contrasti

    Giappone, terra di contrasti

    Non potevamo che decidere di esplorare questo paese straordinario con il suo mezzo più veloce ed efficiente: il treno. Possiamo...

    Diari di viaggio
    da dotombori a osaka castle, per vivere le due facce di osaka

    Da Dotombori a Osaka Castle, per vivere le due facce di Osaka

    La città di Osaka è un mix di trambusto e quiete che si alterna piacevolmente lasciando in bocca il dolce sapore di una città che,...

    Diari di viaggio
    più cervi o persone? questo il dubbio che rimane visitando la città giapponese di nara

    Più cervi o persone? Questo il dubbio che rimane visitando la città giapponese di Nara

    Quando ho deciso di visitare Nara devo ammettere che il mio obbiettivo principale era incontrare quella che consideravo la vera attrazione...

    Diari di viaggio
    fushimi inari, un sogno giapponese tra fortuna e natura

    Fushimi Inari, un sogno giapponese tra fortuna e natura

    Quando immaginavo il mio viaggio in Giappone gli obbiettivi sono sempre stati due: uno l'arcipelago di Okinawa, e l'altro il tempio dai...

    Diari di viaggio
    va dove ti portano i pokemon!

    Va dove ti portano i Pokemon!

    Si può fare un regalo alternativo al proprio figlio Oscar di soli 9 anni per la sua comunione? Certamente basta essere una madre atipica e...

    Diari di viaggio
    giappone: un viaggio di nozze strepitoso!

    GIAPPONE: un viaggio di nozze strepitoso!

    Da tempo ci sarebbe piaciuto visitare il Giappone. Dopo aver letto qui su Turisti per caso la recensione di SandraG1974 “Stupefacente e...

    Diari di viaggio
    i colori dell'autunno in giappone, viaggio di 3 settimane di con auto e treno

    I colori dell’autunno in Giappone, viaggio di 3 settimane di con auto e treno

    Viaggio di nozze di tre settimane in Giappone, una full-immersion nipponica che ti cambia dentro (al rientro in Italia, ci inchinavamo per...

    Diari di viaggio
    tre settimane in giappone self made spendendo poco

    Tre settimane in giappone self made spendendo poco

    Sfatiamo il mito che il Giappone è carissimo! Dipende da come ci si approccia, se si va con l’agenzia turistica certo i prezzi salgono,...

    Diari di viaggio
    giappone, viaggio nella terra dei samurai

    Giappone, viaggio nella terra dei samurai

    Mercoledì 10 aprile e giovedì 11 aprile: Venezia-Tokyo Partenza mercoledì 10 aprile da Venezia con volo Swiss e arrivo all’aeroporto...

    Diari di viaggio
    da tokyo a hiroshima, prima volta nel sol levante

    Da Tokyo a Hiroshima, Prima volta nel Sol Levante

    Dopo aver letto tantissimo di cose giapponesi tra libri, giornali, diari di viaggio e siti internet, dopo aver collezionato libri,...