Abruzzo: appunti di viaggio

Viaggio on the road in Abruzzo tra mare, montagna e città.
Scritto da: anna-codino
abruzzo: appunti di viaggio
Partenza il: 22/08/2020
Ritorno il: 06/09/2020
Viaggiatori: 2
Spesa: 2000 €

Più che un diario di viaggio, questo vuol essere una raccolta di indicazioni pratiche che possono essere utili per chi decide di programmare una vacanza in Abruzzo. Le nostre fonti sono state: una guida del Touring Club Italiano un po’ troppo “seriosa”, ma purtroppo al momento del nostro viaggio la Lonely planet non esiste ancora, diversi diari di altri viaggiatori, alcune pagine Facebook (forse le più utili), sulle quali abbiamo chiesto consigli ed indicazioni (Meraviglioso Abruzzo, Viaggiando Abruzzo, Eccoci Abruzzo, Wild Abruzzo).

Gli abruzzesi sono molto fieri della loro terra, per cui chiedere consigli su cosa vedere può essere rischioso e ci si può ritrovare con molte mete interessanti, faticando a capire come metterle in sequenza.

A noi ha aiutato parecchio un post che divideva la regione in cinque zone da vedere:

1. Versante occidentale del Gran Sasso e L’Aquila (Zona S.Stefano di Sessanio, Assergi, Campo Imperatore);

2. Versante orientale del Gran Sasso e Teramano (Montorio al Vomano, Isola del Gran Sasso);

3. Parco Nazionale della Majella (Caramanico Terme, Valle dell’Orfento);

4. Parco Nazionale d’Abruzzo (Villetta Barrea, Pescasseroli, Scanno)

5. Costa: parecchio estesa ma il mare migliore viene segnalato da Ortona a Vasto.

Questo è stato il nostro itinerario: Varazze – Tufo di Carsoli (Aq) – Morino Vecchio (Aq) – L’Aquila –

Lago di Campotosto – Gole del Celano – Aielli – Opi – Pescasseroli – Villetta Barrea – Civitella Alfedena – Barrea – Lago di Scanno – Pescocostanzo e Bosco di S. Antonio – Fara S Martino – Sorgenti del fiume Verde e Gole S Martino – Roccascalegna – Guardagriele – Pescara – Torre del Cerrano – Vasto – Punta Aderci – Punta Penna – S. Vito Chietino- Ortona – Costa dei Trabocchi ( ciclabile) – Serramonacesca – Parco Lavino – Caramanico Terme – Valle dell’ Orfento – Roccamorice Eremo S. Bartolomeo in Legio – Corvara – Lago di Sinizzo – Grotte di Stiffe – Canoa sul fiume Tirino – Castel del Monte – Poggio Picenze – Campo imperatore – Rocca Calascio – Santo Stefano di Sessanio – Sulmona – Serre di Rapolano – Arezzo – Varazze.

Nei dettagli successivi i posti saranno indicati con uno, due o tre asterischi a seconda del nostro personale gradimento.

Sabato 22: Varazze – Tufo (Aq) – Morino Vecchio (Aq) – L’Aquila 721 Km

Prima tappa a Tufo * * per murales (circa 6 ore per arrivare, alcuni carini, molto caldo).

Seconda tappa Morino Vecchio * borgo abbandonato dopo terremoto del 1500. Non molto da vedere. Si raggiunge con circa 40 min camminata.

L’Aquila *** per due notti B&B I tre moschetttieri (60 € a notte senza colazione, pulito, circa 30 min a piedi dal centro, ma dal B&B è possibile arrivare a parcheggiare gratuitamente a poche centinaia di metri dal centro storico).

Cena ristorante Opera (coratella molto buona, il resto non eccezionale; 50 € con sconto The Fork). Gelato buono in Piazza Duomo in entrambe le gelaterie.

Domenica 23: L’Aquila – Lago di Campotosto Km 94

Mattinata giro L’Aquila: basilica S. Bernardino, Fortezza spagnola ( non agibile), giro sul trenino ( 6 € niente di eccezionale anche se utile per farsi un’idea della città) con sosta alla Fontana delle 99 cannelle, basilica di Collemaggio, chiesa di piazza Duomo.

Pranzo da Arrosticini Divini (molto buoni, 40 € bruschetta e arrosticini).

Bella città che porta ancora evidenti segni del terremoto (palazzi inagibili, cantieri, fili elettrici volanti, monumenti chiusi). Oggi primo giorno della Festa della Perdonanza, ricorrenza importantissima per gli aquilani (fiera e concerto visto sullo schermo da piazza Duomo. Valeva la pena andarci dal vivo davanti a Collemaggio).

Pomeriggio: lago di Campotosto ** (45 min di strada). Molto bella la strada per arrivarci dal Passo della Campanella, temperatura piacevole, volendo si può fare il bagno.

Lunedì 24: Gole del Celano – Aielli – Opi km 128

Gole del Celano *** a circa un’ora dall’Aquila: camminata di 4 ore (andata e ritorno) sino alla Cascata degli innamorati. Percorso fattibile anche se in parte su pietre, merita per un punto dove le rocce si avvicinano sino a formare un canyon.

Aielli * (circa 20 min dalle Gole): murales (sforzo del paese apprezzabile, ma i murales non sono niente di che).

Opi ** un’ora e un quarto di distanza. Campeggio Le Foci (20 € a notte) bello il campeggio, ma occorre attrezzatura più pesante del sacco a pelo estivo, perché di notte freddo e umido.

Martedì 25: Opi – Pescasseroli – Villetta Barrea – Civitella Alfedena – Barrea Km 47

Opi: paese carino e molto ben tenuto con alcuni musei gratuiti sulle tradizioni

Pescasseroli***: molto bello, ogni angolo è uno splendore per i fiori e la personalizzazione fatta dagli abitanti.

Villetta Barrea ** piacevole passeggiata lungo il fiume vicino al campeggio, dove si potrebbero vedere dei daini .

Civitella Alfedena ** carina. Visto museo del lupo (3 €) e annessa riserva con alcuni lupi che fanno un po’ pena.

Barrea ** notte al b&b La scarpetta di Venere (65 € con colazione) vista sul lago dal giardino. Per arrivarci saliamo scalinata per 10 min con bagagli perché lasciamo macchina a inizio paese ma si può parcheggiare anche più vicino (parcheggio in alto dal paese fuori dal centro storico, seguire per Bar 7 nani).

Cena alla trattoria Ai Vicoli (43 € servizio lentissimo e lunghe attese per i turni, cibo discreto).

Mercoledì 26: Lago di Scanno – Pescocostanzo e Bosco di S. Antonio – Fara S Martino km 181

Lago di Scanno * qualche difficoltà con il navigatore per arrivarci ci mettiamo quasi due ore. Parcheggio a pagamento 5 € per intero giorno. Si paga tutto compreso l’affitto del suolo (5 €) e dei tavoli (15 €). Parecchio affollato. Carino il sentiero del cuore (parte 50 m dopo il negozio di souvenir vicino al parcheggio), che sale per 40 min sino a un punto dove si vede il lago a forma di cuore. Non faticoso, ma ci vogliono scarpe da ginnastica.



    Commenti

    Lascia un commento

    Abruzzo: leggi gli altri diari di viaggio