A spasso per Toronto, la New York canadese

 
Partenza il: 10/12/2018
Ritorno il: 15/12/2018
Viaggiatori: 2
Spesa: 2000 €

Toronto è da molti definita la New York canadese ed in effetti molte similitudini ci sono, come i suoi alti e specchiati grattacieli, le strade immense con negozi e locali di ogni genere e i parchi cittadini pieni zeppi di scoiattoli proprio come nel famoso Central Park newyorkese. Arriviamo all’aeroporto Pearson che sono quasi le 8 di sera e dopo la prassi doganale che richiede anche un modulo da compilare e pagare on line qualche giorno prima di arrivare in Canada, si prende la comoda linea di treno Up Express che in 45 minuti conduce a Union Station, un punto nevralgico della città dove convertono quasi tutte le linee della metropolitana. Il costo del biglietto a tratta è di 20 euro, un pochino caro ma dopotutto si sa, il Canada è un tantino più caro rispetto all’Italia ma non così tanto come avevo creduto fino al quel momento. In alternativa ci sono i bus che partono sempre dall’aeroporto e conducono alla stazione metro di Kipling dove proseguire verso la propria destinazione in città. A Dicembre inoltrato la temperatura a Toronto è già glaciale, abbondantemente sotto lo zero e le strade sono coperte di neve anche se pulite e libere dal ghiaccio almeno nei punti di passaggio. Il nostro hotel a Toronto dista una decina di minuti a piedi da Union Square e nonostante qualche incertezza iniziale lo troviamo in poco tempo e ci sistemiamo nella nostra camera matrimoniale pagata solo 50 euro a notte con inclusa colazione a base di caffè e bagel, il pane a forma di ciambella con semi di sesamo che tanto era stata la mia passione durante il mio primo viaggio a New York. Durante la stagione invernale è facile trovare in Canada offerte su hotel, anche molto raffinati, perché diciamo che questo non è proprio il periodo che attrae molti turisti per le strade del Canada anche se io devo ammettere di essermi letteralmente innamorata del Canada d’inverno, i paesaggi che regala sono pura magia e quindi ho vissuto splendidamente i 20/25 gradi sotto lo zero durante la mia permanenza canadese(un pochino meno in mio compagno di viaggio). Toronto è stata la mia prima tappa del viaggio in Canada e visitare i suoi emblemi più famosi richiede almeno tre giorni o anche più, soprattutto se visitate il Canada in inverno e siete freddolosi ed avete così bisogno di riscaldarvi, cosa che peraltro fanno i Canadesi stessi rintanandosi nei moltissimi centri commerciali della città che si sono sviluppati addirittura sottoterra, veri e propri cunicoli dello shopping sotterranei dove comprare, bere e mangiare. I canadesi come molte popolazioni non rinunciano quasi mai all’alcol e come spesso accade di vedere anche in altri paesi del mondo, Europa del nord in particolare, la birra viene consumata praticamente a tutte le ore del giorno e della notte da giovani e meno giovani e questi centri commerciali con annessi locali sono sempre super frequentati.

Il Simbolo di Toronto è senza dubbio la CN Tower, una torre di comunicazione alta 533 metri che può essere visitata anche al suo interno e che dispone di un rapido ascensore per salire al piano più alto dal quale si può godere di una vista su tutta la città. I biglietti di questa attrazione sono in vendita anche abbinati all’ingresso del grande acquario adiacente ad essa ad un costo di 40 euro. La visita all’acquario è super gettonata anche degli abitanti di Toronto stessi che ci portano spesso i bimbi per vedere da vicino moltissime specie di pesci tropicali e tartarughe marine. Poco distante dalla CN Tower si arriva all’ Harbourfront, un quartiere molto bello e verde di Toronto che si estende lungo le rive del lago Ontario, qui durante la stagione estiva si possono prendere delle imbarcazioni per raggiungere le isole vicine costituite prevalentemente da immensi spazi verdi dove i locali e i turisti stessi vengono per ritrovare forma fisica con camminate, jogging o semplicemente rilassatezza e distacco dal tram tram giornaliero.

Il mio viaggio a Toronto con conseguente proseguimento verso Cuba si è collocato in un anno in cui, dopo diversi anni consecutivi di viaggi in Asia, ho deciso che era giunto il momento anche di toccare un altro lato del pianeta terra. Nonostante il Canada mi sia piaciuto molto, durante la mia permanenza ho avuto moltissimi momenti di nostalgia nei quali sentivo forte il bisogno di ritornare alle origini in qualche modo e così ho trovato più volte conforto nel quartiere cinese nei pressi di Spadina road, questa china town canadese è una tappa obbligata per chiunque visiti Toronto. Il quartiere cinese di Toronto è molto esteso e non manca nulla, si può trovare qualsiasi chincaglieria e un sacco di posti dove mangiare cucina asiatica di buona qualità, molti anche i negozi di arte votiva asiatica dove trovare campane del Tibet, mala di preghiera buddista e molto altro ancora, insomma un vero toccasana per colmare quel mal d’Asia di cui sono affetta. Poco distante da Spadina road si trova un altro quartiere interessante da visitare la Little Italy, nella quale a differenza della sorella famosa di New York vede ancora italiani passeggiare tra i suoi vicoli, ormai anziani e che appartengono a una nutrita generazione di persone che lasciata l’Italia poco più che bambini, si sono imbarcati su grandi navi dirette in Canada con la speranza di fare fortuna e la cosa bella di questo quartiere e che si può fare amicizia con qualcuno di loro con molta facilità visto che la comunità di Italiani in Canada è numerosa e che sono sempre felici di parlare con un connazionale. In Canada si trova tutto il meglio dell’Italia, dalla mozzarella di bufala al parmigiano reggiano originale e addirittura frutta e verdura rigorosamente Made in Italy, insomma tutti quei prodotti d’eccellenza dello stivale. La tradizione culinaria canadese non ha dei piatti della tradizione o meglio nè ha pochi, vista l’estensione dello stato canadese la cucina cambia molto da un territorio ad un altro e se nella zona di Vancouver il pesce, salmone in testa, fa da padrone a Toronto non ci sono delle vere e proprie linee guida culinarie predefinite e il piatto, se vogliamo più consumato soprattutto tra i giovani è il Poutine, patatine fritte condite con formaggio fuso e ragù di carne, un pietanza di certo non proprio salutare ma che si può mangiare quasi ovunque eventualmente anche con la solo opzione del formaggio fuso al posto del ragù di carne se come nel mio caso si è vegetariani. Ad ogni modo sia che si decida di mangiare tradizionali o internazionale non deve mai mancare l’assaggio dei pancakes con una generosa irrorata di sciroppo d’acero, il vero simbolo del Canada, non a un caso infatti che la foglia dell’acero sia raffigurata sulla bandiera nazionale, questa delizia dolce la si trova in tutte le forme ed è una bella idea riportare a casa un vasetto di questo prodotto. Ovviamente Toronto offre la possibilità di visitare molti musei, il Royal Museum di Ontario è da non perdere, una nutrita collezione di arte moderna e naturale con molti spazi interattivi dove intrattenersi per diverso tempo , l’edificio si trova in pieno centro ed il biglietto d’ingresso di 15 euro, soldi assolutamente ben spesi. Toronto è senza dubbio una città tecnologica e di tendenza che lascia un bel ricordo magari un posto dove tornare in primavera o in autunno per vedere gli immensi alberi dei parchi pubblici passare dal bianco invernale al verde della primavera, fino al marrone dell’autunno.

Guarda la gallery
canada-u54h5

A spasso per Toronto, la New York canadese

canada-j3tjh

A spasso per Toronto, la New York canadese

canada-f5e9m

A spasso per Toronto, la New York canadese

canada-rjr1f

A spasso per Toronto, la New York canadese

canada-fujsf

A spasso per Toronto, la New York canadese

canada-w6ye8

A spasso per Toronto, la New York canadese

canada-17bgq

A spasso per Toronto, la New York canadese

canada-434tu

A spasso per Toronto, la New York canadese

canada-phtjy

A spasso per Toronto, la New York canadese

canada-jb9r7

A spasso per Toronto, la New York canadese

canada-w1pfm

A spasso per Toronto, la New York canadese

canada-qaaah

A spasso per Toronto, la New York canadese

canada-cbrdd

A spasso per Toronto, la New York canadese

canada-kyby7

A spasso per Toronto, la New York canadese

canada-wywe7

A spasso per Toronto, la New York canadese

canada-m4ym2

A spasso per Toronto, la New York canadese

canada-8v266

A spasso per Toronto, la New York canadese

canada-86h97

A spasso per Toronto, la New York canadese

canada-z9jyz

A spasso per Toronto, la New York canadese

canada-6q5sf

A spasso per Toronto, la New York canadese

canada-5afap

A spasso per Toronto, la New York canadese

canada-88925

A spasso per Toronto, la New York canadese

canada-mas4r

A spasso per Toronto, la New York canadese

canada-5yjfz

A spasso per Toronto, la New York canadese

canada-jc86e

A spasso per Toronto, la New York canadese



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Canada
    Diari di viaggio
    canada, road trip nelle montagne rocciose (calgary - vancouver - calgary)

    Canada, road trip nelle Montagne Rocciose (Calgary – Vancouver – Calgary)

    Decidiamo di riprovare il viaggio nei parchi delle Montagne Rocciose canadesi che avevamo già organizzato per l’estate del 2020 ma che...

    Diari di viaggio
    montréal

    Montréal

    Il Canada è uno stato immenso probabilmente per visitarlo tutto con lentezza, come piace a me, ci vorrebbero mesi e mesi e probabilmente...

    Diari di viaggio
    a spasso per toronto, la new york canadese

    A spasso per Toronto, la New York canadese

    Toronto è da molti definita la New York canadese ed in effetti molte similitudini ci sono, come i suoi alti e specchiati grattacieli, le...

    Diari di viaggio
    le cascate del niagara a natale, per vivere davvero un white christmas

    Le Cascate del Niagara a Natale, per vivere davvero un “White Christmas”

    L'idea di visitare paesi freddi sul serio mi è arrivata piano piano, vivendo tra Bologna e Riccione ed originaria di un paese in collina...

    Diari di viaggio
    canada orientale, fino alle nebbie di terranova

    Canada orientale, fino alle nebbie di Terranova

    1. Oggi è un giorno perfetto per volareIl sole splende su Malpensa, l’asfalto della pista surriscaldato in questo luglio milanese,...

    Diari di viaggio
    alaska, 49th state

    Alaska, 49th State

    Da qualche anno avevo in mente di organizzare un viaggio in Alaska, ma l’elevato costo dei voli aerei mi aveva sempre fatto desistere....

    Diari di viaggio
    nord est usa

    Nord Est USA

    Info pratiche17 giorni/16 notti Noleggio auto per 13 giorni. 2800 km percorsi. Costo totale per 3 persone: 6900 euroDettaglio: ...

    Diari di viaggio
    je me souviens

    Je me souviens

    Un lungo viaggio in aereo con scalo a Roma Fiumicino. Siamo un bel gruppo di 6 amici e 2 bambine. Il viaggio in areo mi dà sempre la...

    Diari di viaggio
    canada orientale on the road

    Canada orientale on the road

    1° GIORNO 31/07 ROMA-TORONTO Partiamo in mattina da da Roma Fiumicino con volo diretto su Toronto operato da Air Canada della durata di...

    Diari di viaggio
    canada ovest e pacific north west usa

    Canada ovest e pacific north west usa

    Il viaggio tanto agognato me lo sono conquistata!!! Inseguito e ottenuto il volo ad un prezzo ottimo riesco finalmente a coronare il mio...

    Video Itinerari