Zanzibar

settimana di relax e visite a zanzibar

  • di migliorinia
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 1
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 
Annunci Google

Martedì 19\10\2010

Partenza con calma nel primo pomeriggio in direzione Malpensa, questa volta ho tempo e non ho voglia di farmi le 2 ore di coda in autobus quindi provo a prendere il Malpensa Express la scelta alla fine non paga dalla centrale all'arrivo in aeroporto passano comunque 2 ore. Cena al Ciao e dopo disbrigo delle pratiche di consegna voucher e check-in. Imbarco in anticipo volo tranquillo.

Note della giornata:

Nessun evento degno di nota

Valutazioni:

Malpensa express, è un treno che collega all'aeroporto,quindi frequentato da viaggiatori, tuttavia in tutto il treno non c'è un vano bagagli. Un messaggio registrato invita a lasciare i bagagli dove non intralciano. Ulteriori aggravanti sono il fatto di non partire dalla Stazione Centrale ma da Cadorna, se si aggiungono inoltre il prezzo non a buon mercato del servizio,l'inesistenza del biglietto di andata e ritorno e un ritardo di 10 minuti la valutazione è totalmente negativa. Voto 2\10

Aeroporto della Malpensa partenze, è passato in pochi anni da essere il secondo Hub di Alitalia e base di numerose compagnie private al niente,pochi voli in partenza tanta coda ai check-in caos ovunque, si salvano i controlli di sicurezza che sono rapidi. Attenzione all'orologio alle 22:00 chiudono tutti i punti di ristorazione e molti negozi anche prima. Rimane aperto solo il duty free oltre ai distributori automatici, quasi tutti gli aerei si raggiungono a mezzo autobus. Ristoranti diversi dal solito panino e trancio di pizza sono presenti sopra i check in 10. Voto 4,5\10

Mercoledì 27\10\2010

Sveglia in volo in sincronia con l'alba, uno spettacolo favoloso, dopo una colazione, la prima decente che ho trovato su un aereo, atterraggio all'aeroporto di Zanzibar, scendendo dalla scaletta si ha subito l'idea di essere arrivati in un altro mondo. Un'aria calda umida, odorante di sudore, fatica e combustibile aeronautico avvolge il passeggero. Il terminal ricorda un capannone agricolo, un magazzino tutto ma non un aeroporto, inizia subito l'incontro con la burocrazia Zanzibarina un mix tra modernità e richieste anacronistiche la modernità è rappresentata dalla foto con la webcam che viene fatta l'anacronismo con la richiesta di pagamento del visto esclusivamente in dollari americani ma solo con determinate tipologie di banconote. Non aspettatevi nastri per il ritiro bagagli,ogni aereo è scaricato manualmente e i bagagli sono consegnati a mano uno a uno, l'operazione è di per se veloce. Dopo la dogana, dove il doganiere era insospettito dal fatto che avessi solo due bagagli piccoli si entra a Zanzibar trovo subito il mio tour operator e dopo un po' si parte in direzione del villaggio. Attraversiamo l'isola in direzione Ovest-Est passando prima dalle strade della capitale Stone Town affollate di ogni tipologia di mezzi, dopo un po' abbandoniamo le strade trafficate e passiamo in delle zone rurali dove non c'è quasi nulla ogni tanto spunta una baracca una moschea,un negozietto che vende merci poverissime,sui pochi muri disponibili sono affissi manifesti elettorali(le elezioni saranno tra circa 2 settimane NdR) e pubblicità di operatori di telefonia mobile. Arriviamo al villaggio c'è solo tempo di sistemarsi farci una doccia e alle 11:30 ci aspettano già con un briefing informativo,dove vengono illustrate le caratteristiche del villaggio e cio' che esso offre. Dopo pranzo decido di andare in spiaggia subito vengo circondato da un sacco di zanzibarini che parlano tutti italiano e si fanno chiamare con nomi di cantanti italiani o calciatori, tra questi spicca un certo Faustino che è diverso da tutti gli altri dato che gira sempre con un'agenda in mano e urla meno degli altri. Mi porta nel suo ufficio e mi fa vedere i prezzi delle sue escursioni, che sono competitivi rispetto a quelle del villaggio, mi dice inoltre che la sera lui e i suoi amici faranno una festa sulla spiaggia. Dopo questo giro partita di beach volley. Dopo cena e dopo la presentazione del programma di animazione serale e delle opportunità di intrattenimento, vado a vedere questa festa. Dimenticatevi giochi di luci, ipod e dj solo con cui i giovani italiani si sanno divertire oggi,qui abbiamo un fuoco e delle lanterne per la luce e dei percussionisti che suonano i bonghi e qualunque altra roba faccia suono. I locali danzano in libertà senza alcun problema. Il silenzio cala verso mezzanotte

Note della giornata L'arrivo a zanzibar ti fa capire che non serve l'ipertecnologia né per viaggiare né per stare bene

Giovedi' 21\10\2010

Sveglia con calma e dopo un breve giro per il villaggio vado in spiaggia a contrattare con Faustino un'escursione per il giorno dopo a Stone Town e a una piantagione di spezie.Dopo aver mangiato e dopo un riposino in spiaggia vado a fare una passeggiata sulla spiaggia. E' il primo pomeriggio e la marea sta salendo quindi anche i ragazzi della spiaggia si sono ritirati nel loro ufficio o nelle loro botteghe, non ho voglia di fermarmi a contrattare o fare acquisti, quindi proseguo oltre ed arrivo ad Uroa, paese di pescatori locali dove abitano circa 1000 persone la maggior parte bambinic che appena vedono uno straniero provano a prendere qualunque cosa abbia in tasca,mi addentro poi per le vie di questo paese dove gli uomini sono seduti a parlare e a bere tea nei 2 bar,mentre donne e bambini provvedono all'economia domestica e alla sussistenza andando a fare la spesa e controllando le galline e gli altri animali che razzolano intorrno. Piu' tardi l'animatrice Alessia ci spiega che molti Masai ricevono un sacco di regali e proposte di fidanzamento o nozze da molte donne italiane single che vengono a zanzibar la prima volta per turismo e si innamorano delle attenzioni con cui i Masai le trattano e decidono quindi di trasferirsi.Dopo cena spettacolo di animazione con giochi a squadra

Annunci Google
  • 9836 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social