Magici Ksour e Deserto Bianco

24 Aprile - 1 Maggio 2001 Una settimana di vacanza, una destinazione vicina, voglia di un pizzico di avventura.... E di tanto caldo. In una parola: Tunisia! La Tunisia e' un piccolo paese dell' Africa del nord, molto vicino all' ...

 

24 Aprile - 1 Maggio 2001 Una settimana di vacanza, una destinazione vicina, voglia di un pizzico di avventura... E di tanto caldo. In una parola: Tunisia! La Tunisia e' un piccolo paese dell' Africa del nord, molto vicino all' Italia e ad essa legata non solo geograficamente bensi' anche storicamente. La visiteremo abbastanza in fretta perche' il tempo a nostra disposizione non e' molto, ma scopriremo cose fantastiche, vedremo posti incantevoli, respireremo atmosfere magiche! Uniremo storia, natura, deserto, montagne, popoli in un puzzle multicolore che ci rimarra' per sempre nel cuore! Ci sposteremo con un' automobile a noleggio, una Uno, che ci portera' lungo piste incredibili. Seguiremo questo itinerario: Tunisi, Kairouan, Sbeitla, Tozeur, le oasi di montagna, Douz, Matmata, El Jem.

Martedi' 24 Aprile: Tunisi - Kairouan Appena atterrati in terra africana il caldo ci accoglie in un abbraccio morbido: un magnifico modo per passare dall' inverno alla primavera! C'e' uno splendido sole e le persone dell' agenzia di noleggio Camel Tour dentro all' aereoporto sono molto cordiali. Prendiamo in breve possesso della nostra Uno e, infilate le chiavi nel quadro, diamo inizio alla nostra avventura tunisina! Usciamo dalla capitale ed imbocchiamo la strada asfaltata che si dirige decisamente verso sud. Nostra prima meta e' la citta' di Kairouan, la quarta citta' santa dell' Islam dopo Mecca, Medina e Gerusalemme. Appena vi giungiamo, l' insistenza per cui sono famosi un po' tutti i nordafricani ci da' il benvenuto! Riusciamo in tempi piuttosto brevi a trovare una sistemazione spartana presso l' hotel El Menema, dove molliamo gli zaini per partire liberi all' esplorazione della citta'.

La vita a Kairouan ruota naturalmente intorno alla sua medina, dove ci immergiamo ora, godendo della liberta' che dona il perdersi fra le mille viuzze e le mille botteghe. Dalla strada principale, molto rumorosa ed affollata, partono numerose stradine secondarie, dove regna invece un silenzio quasi irreale, fra colori tenui bianchi ed azzurri che ci ricordano tanto la Grecia! E' tutto bellissimo: i pavimenti decorati su cui camminiamo, le porte colorate su muri tirati a candida calce, le vetrine delle botteghe che espongono merci di ogni tipo.

Passo dopo passo arriviamo su una stradina che costeggia il monumento piu' importante: la Grande Moschea. Quando sbuchiamo sulla piazza la vediamo in tutta la sua grandezza: sembra piu' una fortezza, coi suoi muri alti e privi di decorazioni, con la sua forma essenziale... Ma l' impatto e' davvero notevole. Spicca soprattutto l' alto minareto, che vanta il primato del piu' vecchio minareto del mondo, essendo stato costruito nel lontano 728 d.C. Dopo un buon te' caldo (in Africa e' la bevanda piu' comune ed e' molto dissetante) ci accorgiamo che sta calando la sera e cerchiamo dunque un ristorantino dove cenare. Ma le sorprese non finiscono qui: dopo cena assistiamo infatti ad uno spettacolo all' aperto di un gruppo di danza contemporanea tunisina, con una splendida ballerina che indossa una semplice sottoveste... E che ci fa dunque dimenticare momentaneamente di essere in un paese musulmano! Mercoledi' 25 Aprile: Kairouan - Tozeur Dopo una notte disturbata da frenate e clacson, ci alziamo di buon' ora e ci mettiamo subito in marcia. Ci dirigiamo sempre verso sud, lungo una strada per buona parte fiancheggiata da verdi ulivi. Arriviamo a Sbeitla alle 8 e, parcheggiata la Uno, ne visitiamo il sito archeologico: una meraviglia, assolutamente da non perdere! Le prime ore del mattino sono le migliori per la luce e per la solitudine che verra' rotta intorno alle 10 da interi pullman di turisti (soprattutto giapponesi!)

  • 1264 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social