BANGKOK e KO SAMUI ESPERIENZA ORIENTALE

Eccomi qua, finalmente riporto il racconto del mio viaggio in Thailandia. Io e mia moglie siamo partiti il giorno 12/02/2006 da Fiumicino con la China airlines, con varie “fortune” ci capitano i primi posti della fila e quindi possiamo allungare ...

  • di nonnotama
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Eccomi qua, finalmente riporto il racconto del mio viaggio in Thailandia.

Io e mia moglie siamo partiti il giorno 12/02/2006 da Fiumicino con la China airlines, con varie “fortune” ci capitano i primi posti della fila e quindi possiamo allungare un po’ le gambe, il volo e’ tranquillo anche se 10 ore si fanno sentire e come.

Arriviamo a Bangkok dove passeremo 3 giorni prima di andare una settimana a Ko samui.

Aereo puntuale e alle 8.00 siamo gia’ al nostro albergo, il Twin Tower hotel , abbastanza vicino ai centri commerciali, prenotato via internet leggendo i consigli di vari viaggiatori.Hotel bello, molto pulito e economico per il prezzo, la colazione era discreta c’era molta scelta e si faceva a bordo piscina, carino, stanze molto puliti e grandi e con tutti i comfort. E’ raggiungibile solo con taxi e tuk tuk, perche’ a piedi ve la sconsiglio come vi sconsiglio tutta Bangkok, tranne la zona del grand palace e di ko sah road, sia per il gran traffico lo smog e il caldo afoso che c’e’, sia per la puzza allucinante che c’e’ da pertutto , e sia un po’ per la sicurezza, perche’ comunque e’ sempre un paese povero e la situazione e’ quella che e’ anche se la gente non ti disturba per niente, pero’ puo’ succedere qualche disavventura come e’ successa a noi, stavamo facendo una passeggiata per raggiungere il budda d’oro e ci stavano seguendo un uomo e una donna, quindi siamo saltati sul primo tuk tuk e via.

Apparte questo e’ andato tutto bene, abbiamo visti gli splendidi templi, grand palace, wat trimit, wat pho, gold montain, wat arun, ecc. Ci vuole almeno una giornata pienissima per vederli tutti e forse qualcosa di piu’.Sembra di essere in un altro mondo tutto pulitissimo, curatissimo, c’e’ un aria di sacra meditazione. Sono molto devoti. E’ curioso vedere i monaci che vanno in giro per Bangkok con questa specie di cesto e ricevono dalla gente sacchetti con vari doni da mangiare.I monaci sono sacri e non possono essere toccati secondo la loro religione e quandi i sacchetti gli vengono messi direttamente in questi cesti. Poi una giornata dedicata ai centri commerciali, GIGANTI, super tecnologici, pieni zeppi di tutto, dal negozio di marca, alle marche tarocche ma di discreta fattura, tutte le catene di fast food, entrarci e’ comunque rigenerante, perche’ anche qui sembra di essere da un'altra parte. Qui vorrei fare un appunto per gli acquisti, il tanto decantato risparmio non e’ che ci sia proprio.

Ok se si va all’ MBK center ci sono molti negozietti con cose tarocche ma di discreta fattura che paghi pochissimo, pero’ e’ sempre tarocco e alla fine si vede, anche se vado a Roma a Via sanio posso trovarne alcune, se si va nei negozi veri di marca tipo nel centro commerciale Siam center, la storia cambia perche’ i prezzi sono gli stessi che da noi. Su alcune cose pero’ vale sicuramente la pena spendere anche perche’ io ho speso tanto e comprato tanto.

Ultima giornata, gita ad Ayuttahia, la vecchia citta’ imperiale, bella giornata, bei posti, fuori da Bangkok, ci vuole circa 1 ora e 30, abbiamo prenotato a ko sah road da MAMA tour spendendo poco e con un buon servizio, trasporto, guida in inglese e pranzetto, circa 15 €.

Eravamo in 7 , ed abbiamo anche conosciuto un ragazzo, camillo, ribattezzato il GURU, per la grande esperienza del mondo asiatico. Vale la pena fare una visita per conoscere un po’ della storia passata della thailandia.

Comunque tirando le somme per noi sono bastati e avanzati 3 giorni pieni, e’ una citta’ che ci ha stressato altro che vacanza, ogni volta che si andava col tuk tuk in mezzo a quel traffico si rischiava il crepa core, anche se le prime volte e’ divertente, bisogna sempre contrattare e contrattare anche se alcune volte da pure fastidio, perche’ alcune volte ti vogliono proprio fregare, anche a noi e’ successa la famosa storiella che per fortuna avevo letto gia’ su tpc, un guidatore di tuk tuk invece di portarci subito al grannd palace ci aveva detto che era chiuso e prima per perdere tempo ci avrebbe portato al suo negozio, un altro taxi invece non ci ha caricato perche’ dovevamo per forza andare prima ad un negozio, un giorno per tornare in albergo dal grand palace abbiamo dovuto prendere il taxi boat, lo sky-train e poi un tuk tuk dall’mbk, per il mangiare vi posso citare l’unico ristorante dove ho mangiato bene, il SEAFOOD RESTAURANT E MARKET dove ti scegli e ti cucinano il pesce fresco dal banco, per il resto da dimenticare, non so voi ma io non mi fido a mangiare dai banchetti per strada e per mangiare molto bene penso che bisogna spendere piu’ che in Italia, sara’ che a casa mia mangio troppo bene

  • 8275 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social