Stati Uniti centrali (CO, WY, UT, SD, MT)

TOTALE MIGLIA: 3.000 Le miglia includono anche quelle fatte dentro ai parchi TOTALE SPESA: circa 2500 euro a persona Tutti i costi delle camere comprendono le tasse e quelli dei ristoranti una mancia del 10/15% PARTECIPANTI: Fabio (autista), Monica (nagivatore ...

  • di monica&fabio
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

TOTALE MIGLIA: 3.000 Le miglia includono anche quelle fatte dentro ai parchi TOTALE SPESA: circa 2500 euro a persona Tutti i costi delle camere comprendono le tasse e quelli dei ristoranti una mancia del 10/15% PARTECIPANTI: Fabio (autista), Monica (nagivatore e interprete) 30 luglio Milano/Denver Volo con British Airways via Londra (€ 2.070,76 + € 100,00 di assicurazione, sia per annullamento viaggio che medica; tutto prenotato con expedia). All’arrivo restiamo a girare sull’aeroporto di Denver per 45 minuti. Dopo un beve spavento in cui ci dicono che forse atterreremo a Colorado Springs, procediamo con l’atterraggio a Denver e capiamo quale era il problema: alla nostra sinistra vediamo un tornado! Ormai è tardi quindi dopo aver preso la camera andiamo a mangiare nell’irish pub di fronte all’hotel e andiamo a dormire.

Taxi: aeroporto/hotel ($ 50,00) Hotel: Ramada Inn (prenotato dall’Italia con expedia: € 207,12 per due notti) Cena: Irish pub ($ 16,00) 31 luglio Visita a Denver. Dall’hotel ci dirigiamo a piedi verso il centro, facciamo colazione e poi andiamo a visitare il Capitol dove c’è un gradino che indica il punto esatto in cui siamo a un miglio di altezza sul livello del mare. Saliamo sulla cupola per vedere il panorama ma c’è un po’ di foschia e le montagne non si vedono. Da qui prendiamo un pullman per andare nel centro commerciale di Cherry Creek dove facciamo un po’ di shopping. Purtroppo se non vi piacciono i musei (come a noi), Denver non ha molto da offrire. Decidiamo quindi di tornare in hotel a riposarci un po’ e tornare in centro più tardi quando fa meno caldo. Nel downtown la via principale è il Mall (16th street) dove si può fare una lunga passeggiata tra locali, ristoranti e negozi; c’è anche un tram gratis che la percorre tutta se siete stanchi di camminare. Dopo cena e due passi rientriamo in hotel.

Colazione: Corner Bakery ($ 16,00) Pranzo: Hard Rock Café ($ 26,00) Cena: Earls ($ 56,00) Tutti e tre sulla 16th street Hotel: Ramada Inn 01 Agosto – Denver/Silverthorne (211 mls) Ritiriamo la macchina alla sede Dollar dell’aeroporto. Con la scusa che dobbiamo andare in montagna cercano di darci una jeep a un costo maggiore ma decidiamo di tenere la nostra. Ci danno una Dodge Caliber (comunque un po’ più grande di quella prevista) che in montagna si comporterà benissimo.

Partiamo verso il Rocky Mountain National Park e abbiamo la prima sorpresa del viaggio: per uscire dalla tangenziale di Denver dobbiamo pagare! Ci fermiamo a fare colazione in un bar a Lyons e arriviamo all’ingresso del parco dove scopriamo che il National Park Pass non esiste più (o comunque non lo hanno qui!). Adesso hanno un pass annuale che vale anche per le Federal Recreational Lands che a noi non interessano ma fanno lievitare il costo a $ 80,00 invece di $ 50,00. Il paesaggio è montano e arriviamo fino a 3.700 mt di altezza. Piove e quando scendiamo dalla macchina per fare le foto fa un po’ freddo. Dopo l’ingresso facciamo una deviazione per il Bear Lake. Mangiamo un hot dog all’Alpine Visitor Center e usciamo dal parco da Grand Lake. Arriviamo fino a Silverthorne dove dedichiamo le ultime ore del pomeriggio allo shopping nei negozi dell’outlet mentre continua a piovere. Ceniamo con la prima bistecca della vacanza e a letto presto (come faremo per tutta la vacanza) Taxi: hotel/rental car ($ 50,00) Auto: Dollar (€ 360,00 incluso secondo viaggiatore e un pieno di benzina; prenotata dall’Italia con enoleggioauto) Autostrada: $ 4,00 Colazione: $ 7,00 Pass parchi: $ 80,00 Pranzo: alpine visitor center ($ 11) Cena: Red Mountain Grill a Dillon ($ 50,00) Hotel: Silver Inn ($ 74,00)

02 agosto – Silverthorne/Moab (389,00 mls) Colazione (finalmente mangio i primi pancake!) e partenza verso Moab. L’autostrada attraversa paesaggi bellissimi e in continuo cambiamento: prima le montagne (in questa zona ci sono le località sciistiche più famose degli USA), poi un piccolo canyon dove costeggiamo il fiume Colorado, poi spazi aperti con le tipiche rocce rosse e infine i vemilion cliffs dello Utah. Lungo il percorso attraversiamo il Colorado National Monument, una meta non molto frequentata, infatti ci siamo praticamente solo noi. Arrivati a Moab cerchiamo un motel e poi andiamo a vedere l’Arches Park. E’ veramente uno spettacolo, solo tenete in considerazione che per vedere gli archi da vicino bisogna fare delle belle camminate (da 1 a 5 km); un po’ per il caldo e un po’ perché siamo a fine giornata, decidiamo di farne solo un paio di quelle corte

  • 8352 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social