Gran Canaria 2007

Gran Canaria 2007 Sono stata a Gran Canaria con mia figlia nell'ottobre del 2007. Abbiamo acquistato il volo sul sito Tui.Io l'ho raggiunta a Roma e di lì siamo partite facendo scalo a Barcellona, con un volo Alitalia, e poi ...

  • di Erika50
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Gran Canaria 2007 Sono stata a Gran Canaria con mia figlia nell'ottobre del 2007. Abbiamo acquistato il volo sul sito Tui.Io l'ho raggiunta a Roma e di lì siamo partite facendo scalo a Barcellona, con un volo Alitalia, e poi a Gran Canaria, con un volo AirEuropa. Abbiamo noleggiato un'automobile sempre via internet, ritiro all'aeroporto, e ci siamo dirette verso Maspalomas dove avevo riservato un bungalow presso il Jardin Dorado, un complesso ben curato, costituito da tante unità abitative immerse nel verde e nei fiori, dotato di tutti i comforts al prezzo di 33 euro al giorno (x2) per solo pernottamento (c'è anche la possibilità di fare colazione e di pranzare e cenare ma noi l'abbiamo scartata per poter andare in giro per tutta la giornata). Il nostro bungalow era come una mini villa, costituito da un saloncino con divano , angolo cottura, camera da letto, bagno, cortiletto dove stendere i costumi da bagno e, dall'altra parte , accanto alla porta d'ingresso, tavolo con sedie ed ombrellone. Poco distante una piscina enorme immersa tra tante palme, molti lettini ed un bar.

L'isola l'abbiamo girata tutta ,sia nella parte interna che lungo la costa. Le spiagge più belle si trovano a sud-ovest. . La spiaggia più particolare è quella di Maspalomas con 250 ettari di dune dove abbiamo fatto diverse passeggiate , scattato centinaia di foto ed anche girato sul dorso di un cammello e, naturalmente, fatto il bagno. (Maspalomas è stata dichiarata "Riserva Naturale Speciale" anche per il Palmeto e lo Stagno) Partendo da qui ci siamo dirette verso ovest visitando Arguineguin, Amadores con spiaggia dalla sabbia dorata e mare cristallino, Anfi del Mar con una spiaggia dalla sabbia bianchissima e soffice come il talco ,immersa in una struttura alberghiera lussuosissima ma con libero accesso alla spiaggia, Puerto Rico una cittadina di pescatori. A noi è piaciuto molto Puerto Mogan: un vero gioiellino, un paesino tutto ricoperto da bougainvilles di tutti i colori, villette meravigliose , un porticciolo da diporto, ponticelli e tanti ristorantini dove mangiare del buon pesce. A Nord siamo state a Las Palmas, la capitale dell'isola, dove c'è la famosa spiaggia de Las Canteras, poi al quartiere storico di Vegueta, caratterizzato dai patios (cortili delle case piene di piante) , le piazze pedonali, i balconi in legno, le case acciottolate, i musei tra cui la Casa Museo di Cristoforo Colombo, in cui il navigatore soggiornò durante gli scali a Las Palmas. Poi la Cattedrale nella piazza di Sant'Anna in stile neoclassico e tardo gotico: noi siamo salite sulla Torre Sud da cui abbiamo goduto una vista superba della città. Un altro giorno siamo state ad Arucas dove abbiamo visitato una splendida cattedrale neo-gotica, Teror dove si svolgeva la festa in onore della Madonna del Pino, patrona dell'isola.

Poi siamo state ad Agaete (zona ricca di bananeti, aranceti, piantagioni di caffè) nel cui Puerto de Las Nieves abbiamo ammirato il Dedo de Dios, una formazione rocciosa che prende questo nome per il fatto che una volta aveva la forma di un dito puntato al cielo ( ora non lo si distingue più tanto bene perchè nel 2005 è crollata la parte più debole della roccia a causa di una tormenta tropicale).

Lungo le strade percorse, tra cui alcune piuttosto pericolose e piene di curve continue ,soprattutto nella parte interna perchè lungo la costa c'è l'autostrada,abbiamo ammirato paesaggi stupendi: palmeti, boschi di pini, pianure verdeggianti o brulle,montagne rocciose, picchi,aranceti, piantagioni di banane, precipizi L'isola viene definita "Il continente in miniatura" perchè sono presenti molti microclimi. A sud il clima è sempre caldo, al centro è temperato, nelle valli e nei boschi è subtropicale e sulle vette è continentale perchè a Gran Canaria cade anche la neve. L'isola è battuta da forti venti che vengono utilizzati dalle numerosissime centrali eoliche per la produzione di energia. E poi l'isola è disseminata da campi da golf: attualmente ce ne sono cinque ed altri quattro sono in costruzione.

Per quanto riguarda la gastronomia tutto è stato ottimo: la carne, il pesce,il vino, la frutta, i gelati...

I locali sono elegantisssimi, numerosissimi, il personale molto cortese.I prezzi per una cena non sono elevati perchè si può scegliere un secondo o di pesce o di carne che comprende sempre tanti contorni e noi ad esempio non abbiamo speso più di 30 euro in due. Inoltre decorano le portate con molto buongusto e fantasia.

Arrivederci al prossimo "Raccconto di viaggio".

  • 2771 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. lellinopaneevino
    , 10/8/2011 11:27
    Ciao Erika! Caspita, gran bel viaggio!!!! Spero che sia altrettanto bello anche per me! Ebbene si, il 22 agosto partirò per Gran canaria! Io e la mia fidanzata abbiamo affittato un appartamento a Mogàn. Il tuo diario di viaggio è veramente interessante e, dato che a breve soggiornerò per una settimana in quel "paradiso terrestre", non vorrei cadere (come spesso accade) nelle grinfie di ristoratori poco consigliabili. Per caso tu ricordi qualche nome di ristorantini belli ed economici presenti nell'isola? Se riuscissi a darmi qualche consiglio te ne sarei davvero grato. Sai com'è, preferisco andare sul sicuro! :)

    Ti auguro una buona giornata e ti ringrazio in anticipo per la tua disponibilità!

    Emanuele

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social