Al ritmo de Las Ramblas

La vacanza a Barcellona era nei nostri pensieri già da diversi anni, pregustata da tempo, ma preceduta un po’ per caso da Praga e Budapest… Finalmente, questa volta, si vola con destinazione Barcellona! Con un mese di anticipo inizia l’organizzazione ...

  • di A&L
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

La vacanza a Barcellona era nei nostri pensieri già da diversi anni, pregustata da tempo, ma preceduta un po’ per caso da Praga e Budapest... Finalmente, questa volta, si vola con destinazione Barcellona! Con un mese di anticipo inizia l’organizzazione del viaggio: chiediamo deplian e notizie all’Ente del Turismo spagnolo con sede in Piazza di Spagna a Roma ma che fornisce informazioni anche attraverso il sito internet: www.Enteturismospagnolo.It.

Consultiamo anche il sito di Barcellona: www.Bcn.Es Prepariamo un tour minuto per minuto, cercando di sfruttare nel modo migliore i tre giorni in terra catalana.

VOLO. Da Roma partono diverse compagnie aeree low cost: Click air, Ryan air, Vueling. Noi abbiamo optato per quest’ultima che offriva il prezzo migliore e buoni orari di partenza. Il costo per volo a/r per due persone con assicurazione è stato di € 230 (non comprensivo dell’imbarco bagagli: €4,5 a tratta).

ALBERGO.

Nonostante prenotiamo con un mese di anticipo e non in coincidenza di festività e ponti, molti alberghi ed hostal erano al completo, così alla fine scegliamo sul sito www.Booking.Com, l’HCC Taber della catena HCC che si è rivelato una buona soluzione (4 notti per 2 persone € 440 senza colazione). L’albergo è un edificio progettato dall’architetto Domenech I Montaner, ristrutturato nel 2007. La facciata esterna è molto carina, le camere sono un po’ piccoline ma pulite e la posizione è strategica, vicino a Plaza Catalunya che è il vero centro cittadino, punto di partenza per qualsiasi rotta. Vi consigliamo questa zona, l’Eixemple, per soggiornare perché non risente del caos delle Ramblas, è piena di locali e non è neppure una zona poco sicura come può essere quella vicino al porto o quella vicino all’Arco di Trionfo.

Finalmente si parte! Giovedi 10 Aprile. Arrivo a Barcellona, passeggiata per Las Ramblas e per il Barrio Gotico.

Partenza alle 9:40 da Roma Fiumicino e arrivo alle 11:30 a Barcellona. Subito fuori l’aeroporto c’è l’airbus, l’autobus che porta in centro città e precisamente a Plaza del Catalunya. Il biglietto ha un costo di € 4,10 e si può acquistare direttamente dal conducente.

Posiamo le valigie in albergo e alle 14:00 siamo pronti per immergerci nella capitale catalana. La prima tappa è l’ufficio del turismo a Plaza de Catalunya. Qui acquistiamo la Guida “Ruta del Modernismo” che è un utile sussidio per conoscere il Modernismo in Catalunia e dà diritto a sconti per gli ingressi a diversi punti di interesse (€ 12 per la guida e gli sconti per una persona ed ulteriori € 5 per avere diritto agli sconti per un accompagnatore). Alla fine del soggiorno il risparmio è stato minimo, nonostante abbiamo utilizzato diverse riduzioni, tuttavia la guida è un utile punto di riferimento per visitare la città ed è più completa rispetto alle normali guide turistiche. Attenzione, non c’è in Italiano: solo in Spagnolo e in Inglese. Seconda tappa è il Palau de la Musica per il quale sappiamo bisogna prenotare con ampio anticipo una visita guidata e, infatti, ci viene accordata due giorni dopo, il 12 aprile.

Sbrigate queste formalità di organizzazione, ci tuffiamo su Las Ramblas. Il termine Rambla deriva dalla lingua araba e significa “torrente” in allusione all’antico corso naturale delle acque che passavano qui. Oggi a noi dà ancora l’impressione di essere un fiume, un fiume di persone...Ed il miglior modo di percorrerlo è senza dubbio lasciarsi trascinare dalla corrente (anche perché se ti fermi gruppi di turisti ti vengono addosso!)

  • 1639 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social