Il primo viaggio non si scorda mai: Spagna

Una settimana alla scoperta della cultura spagnola e dei musei della sua capitale!
 
Partenza il: 18/02/2018
Ritorno il: 24/02/2018
Viaggiatori: 2
Spesa: 500 €

Quando ho iniziato a lavorare mi sono detta che avrei speso i miei soldi in viaggi… e non scherzavo. Lo stipendio non era alto e così, almeno per quelle che erano le mie prime ferie, ho dovuto rinunciare a far girare il mappamondo e ad occhi chiusi puntare con l’indice la mia destinazione. La prima meta è stata molto easy (e abbastanza scontata, e non solo come sinonimo di “ovvia”): Spagna. Ho diviso il viaggio in due parti: Barcellona e Madrid.

GIORNO 1

Arrivata a Barcellona, dopo un attimo di panico per capire come inserire i contanti nella macchinetta per il biglietto del treno (un carnet di 10 viaggi utilizzabile anche per il pullman) ed aver lasciato la valigia nel B&B, mi sono recata presso il Park Guel. La parte gratuita è molto semplice ma comunque ben tenuta, mentre la parte a pagamento (sul tardo pomeriggio è gratuita) è veramente graziosa con quei suoi giochi di colori.

GIORNO 2

Colazione veloce e subito in cammino verso la famosa Sagrada Familia. La parte dell’ingresso è un vero spettacolo, ma anche l’interno direi che merita la visita (soprattutto perchè con il biglietto di ingresso, si finanzia il termine della costruzione della Cattedrale stessa). La parte meno emozionante, ma dal mio punto di vista, è stato il retro. Sarà che la tecnica artistica si distacca veramente troppo tra i due lati. Dopo pranzo ho visitato Casa Batlò (a pochi metri si trova Casa Milà che però ho scelto di non visitare). Un vero e proprio museo: molto bella soprattutto l’idea degli occhiali che riproducono la “vecchia” casa.

GIORNO 3

No Buqueria, no party: e la giornata di relax inizia tra una passeggiata sulla Rambla, un giro al mercato e una visita alla zona del porto. Per poi spostarmi nel quartiere gotico. Devo dire molto carino, nonostante sia molto piccolo.

GIORNO 4

Certo, fare il primo viaggio ed incappare difronte ad un pannello su cui le diciture dei gate erano persino sconosciute ai piloti non è stato il massimo, ma l’importante è seguire sempre l’istinto e così sul volo per Madrid ci sono salita, non so come. E chi ci trovo? Quella coppia di cinesi che avevo aiutato ad acquistare online il biglietto per Casa Batlò. Aereo, treno e via. Siamo in hotel. Tempo di pranzare ed inizia la fila per entrare nel palazzo reale. Le foto, ovviamente, vietate ma forse meglio così: meno tempo per scattare e più per osservare tutta quella maestosità reale. Poco distante si trova sia la Piaza Real che il Mercato di S. Miguel e indovinate chi ritrovo? Il mio amico cinese. Forse era destino, forse uno doveva entrare nella vita dell’altra, non lo so. Di sicuro è nata una bellissima amicizia che ancora oggi resiste.

GIORNO 5

Partendo dalla Puerta del Sol inizia la mia folle corsa alla visita dei musei. Si parte dal Thyssen Bornemiszan il più grande ma meno famoso per terminare con il Museo del Pardo. Qui le opere non hanno bisogno di commento: sono storia! Se poi il tour de force vi sfianca, a pochi metri c’è il famoso Parco del Ratiro dove rilassarsi e prendere una buona boccata d’aria.

GIORNO 6

L’ultimo giorno dove posso trascorrerlo se non nell’ultimo museo di Madrid? Il Guernica è lì che mi aspetta e così mi trovo davanti al Sofia Reina quando ancora è chiuso. Peccato che pulili di correnti artistiche che a me non piacciono e quindi a parte un numero di quadri che si possono contare sulle dita di una mano, lì proprio non mi sono emozionata. Sarà che ero anche all’interno di un ex ospedale, ed io proprio “va de retro Satana”, non saprei. Ritorno a casa passando per Plaza de Cibeles. E qui finisce la prima vacanza. O meglio, la prima avventura!

Guarda la gallery
cultura-mcb1v

Sagrada Familia

cultura-q2jyy

Puerta del Sol

cultura-2g1gd

Palazzo Reale di Madrid

cultura-2ph3g

Park Guel



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Barcellona
    Diari di viaggio
    port vell, il luogo che mi ha fatto innamorare di barcellona

    Port Vell, il luogo che mi ha fatto innamorare di Barcellona

    Barcellona con amore Non ci possono essere sensazioni buone o cattive durante un viaggio, tutto dipende come al solito da quanto la nostra...

    Diari di viaggio
    a barcellona per l'epifania con i bimbi al seguito

    A Barcellona per l’Epifania con i bimbi al seguito

    Barcellona per me significa una tappa di una vacanza con i miei genitori, da ragazzina (e ancora conservo la maglietta Hard Rock con la...

    Diari di viaggio
    camminando per barcellona

    Camminando per Barcellona

    Barcellona, 5/6/7 dicembre, Fuga mamma e figlio 5 DICEMBRE Visitare Barcellona in due giorni si può, occorre mettere in conto lunghe...

    Diari di viaggio
    il primo viaggio non si scorda mai: spagna

    Il primo viaggio non si scorda mai: Spagna

    Quando ho iniziato a lavorare mi sono detta che avrei speso i miei soldi in viaggi... e non scherzavo. Lo stipendio non era alto e così,...

    Diari di viaggio
    4350 km dall'italia a gijon e ritorno in moto

    4350 km dall’Italia a Gijon e ritorno in moto

    Bellissimo viaggio in moto a tappe dal 10 agosto al 28 agosto attraverso la Francia e la Spagna per scoprire e rivedere paesaggi, città,...

    Diari di viaggio
    spagna del sud

    Spagna del Sud

    Volevamo fare una vacanza un po’ diversa dalle solite spiagge, mare ed appartamenti. Un po’ di visite in rete ad hotel e sistemazioni...

    Diari di viaggio
    crociera tra barcellona e marsiglia

    Crociera tra Barcellona e Marsiglia

    Io e Donatella il 15 ottobre 2018 compiamo trentanni di matrimonio (ho scoperto che sono le nozze di perla), per festeggiare l'evento ci...

    Diari di viaggio
    in spagna tra alicante, valencia e barcellona

    In Spagna tra Alicante, Valencia e Barcellona

    Per l'estate 2018 avevamo progettato un bel tour, con la macchina, nel nord della Spagna, da Santander a Barcellona, passando per i paesi...

    Diari di viaggio
    barcellona con gli occhi di un bambino

    Barcellona con gli occhi di un bambino

    Di Barcellona sono state scritte centinaia di guide e migliaia di post. Si conosce ormai tutto della bellissima città Catalana: la sua...

    Diari di viaggio
    esplorando barcellona

    Esplorando Barcellona

    artigianato popolare. Per ogni Comunità infatti è presente un cartello che illustra usi e costumi oltre alle produzioni e alle...

    Video Itinerari