Santiago e la sua movida

18 luglio 2008 ... Partenza ore 8.00 dall'aeroporto di Treviso con destinazione Roma-Ciampino per poi arrivare a Santiago de Compostela alla sera.Una destinazione insolita per un viaggio per chi, come noi, non era l' per il Cammino. Io, il mio ...

  • di Gicchili
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in gruppo
    Spesa: Fino a 500 euro
 

18 luglio 2008 ... Partenza ore 8.00 dall'aeroporto di Treviso con destinazione Roma-Ciampino per poi arrivare a Santiago de Compostela alla sera.Una destinazione insolita per un viaggio per chi, come noi, non era l' per il Cammino. Io, il mio fidanzato a altri tre cari amici siamo partiti per questa settimana in Galizia sia per trovare mio cugino, sia per andare a visitare questa regione spagnola molto particolare sotto molti punti di vista.

Durante tutta la settimana abbiamo visitato le spiagge della Galizia, Muros, Finisterra, La Coruna, Porto, Vigo e Santiago. Ci siamo dedicati alla scoperta delle spiagge della Galizia, spiagge bianchissime con dei promontori da lasciare il fiato, ma anche alle cittadine di mare e alla vita vera spagnola. Una cosa che mi ha colpito di Santiago è la sua vita: in tutte le vie si trovano locali aperti tutta la notte dove poter incotrare persone e dove poter provare le specialità tipiche della zona come il Bacardi con il Nestea.

Un consiglio che posso dare è quello di noleggiare un auto e di decidere giorno dopo giorno la vostra meta. Noi pernottavamo in una pensione molto carina nella zona nuova di Santiago e ogni giorno ci spostavamo in macchina in una zona diversa. Direi che questo è un ottimo modo per vedere parecchio della Galizia rimanendo sempre nella stessa città per potersela godere di notte, momento dell'esplosione massima.

Una località da non perdere assolutamente è Finisterra. Siamo andati in una giornata bellissima di sole e caldo a abbiamo potuto goderci la vista dell'oceano e della costa galiziana dal faro della città. Una bellissima sensazione e una forte emozione.

Altra città che mi ha entusiasmato è stata Porto: appena arrivati sembrava una città lasciata molto a se stessa. Le case sono molto vecchie e vengono lasciate cadere. Poi abbiamo fatto un giro della città con l'autobus scoperto (ottimo mezzo per visitare una città se si ha poco tempo) e si è rivelata una magnifica perla sull'oceano: una tipica città mediterranea costruita con diversi stili e ambienti. SI passa infatti dal quartiere ultra moderno a quello più antico con le cantine del famoso vino Porto. Una cosa da non perdere all'interno della città è l'incontro tra il fiume e l'oceano che crea una nebbiolina molto suggestiva.

Abbiamo scelto il periodo della festa dell'apostolo a Santiago quasi involontariamente ma ci siamo ritenuti fortunati perchè abbiamo trovato la città piena di feste e concerti svoltisi tutti davanti la bellissima facciata della Cattedrale.

Santiago è la sua Cattedrale quindi bisogna visitarla. Appena si entra, l'attenzione è attirata da un magnificente altare dorato e dall'altezza delle guglie.

Per una settimana abbiamo speso un pò meno di 500 euro senza i voli ma la vita a Santiago è decisamente molto più bassa rispetto a qualle italiana: cenavamo con massimo 12 euro e tutto a base di pesce.

Mi raccomando, mettete Santiago e la Galizia nella lista delle destinazioni per i prossimi viaggi perchè merita veramente!!

  • 1935 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social