Siria, culla della civiltà

“ La sincerità è la perla che si forma nella conchiglia del cuore” Ogni tanto la nostra guida siriana ci elargiva frasi della saggezza araba e versetti coranici su cui farci meditare e farci comprendere che alcuni temi importanti come ...

  • di pinni55
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in gruppo
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

“ La sincerità è la perla che si forma nella conchiglia del cuore” Ogni tanto la nostra guida siriana ci elargiva frasi della saggezza araba e versetti coranici su cui farci meditare e farci comprendere che alcuni temi importanti come la ricerca della Verità e dell’Assoluto non hanno differenze confessionali, e che nelle tre religioni monoteiste si possono ritrovare le stesse intonazioni della preghiera .

E per comprendere appieno il mondo arabo, abbiamo voluto dare al nostro pellegrinaggio un motivo dominante, quello dell’incontro: l’incontro con l’Islam, con la religione cattolica Orientale, l’incontro con le grandi culture del passato e con le realtà del presente.

La Siria è terra di grandi civiltà, è la terra di Abramo, dei nostri padri, è la terra di S. Paolo, dei primi cristiani, è terra di santi, di martiri, di anacoreti.

I grandi popoli del passato hanno lasciato importanti testimonianze della loro arte e della loro cultura: le prime civiltà mesopotamiche a Ebla, i Greci ad Apamea, i Romani nella bellissima oasi di Palmyra in pieno deserto sulle vie carovaniere tra il Mediterraneo e l’Eufrate, i bizantini nelle “città morte” del Nord, i crociati nel Krak dei cavalieri e le civiltà islamiche nelle decoratissime moschee.

Abbiamo incontrato la storia di Abramo ad Aleppo e ad Ebla da cui è passato nel suo cammino da Ur fino alla terra di Canaan. Nel bellissimo complesso abbaziale a Deir Saaman, capolavoro dell’architettura siriana del periodo cristiano bizantino, abbiamo conosciuto la storia di San Simeone, il monaco del V sec.Detto lo Stilita perché visse gran parte della sua vita in cima ad una colonna di 15 metri predicando ai fedeli che accorrevano in massa ad ascoltarlo.

Siamo andati a Serjillah percorrendo un paesaggio bellissimo di uliveti, fichi, pistacchi. Serjillah è una delle città morte della Siria, morte perché abbandonate dai cristiani bizantini con l’avvento dell’Islam. Bellissime costruzioni in pura arte bizantina, dai soffitti spalancati sul cielo, sorgono desolate in questa zona un tempo fertile e ricca .

Poi il deserto e la Perla d’Oriente : Palmyra.

La strada nel deserto è un’unica strada dritta e scorrevole per il poco traffico. Ha emozionato non poco vedere lo svincolo che in poco più di un’ora porta in Iraq.

Palmyra è una città che conquista i cuori. Un’oasi di palme circondata dalla sabbia dorata.

La posizione l’ha resa così importante nei secoli, a 200 Km. Dall’Eufrate e a 200 Km. Da Damasco, sulle vie carovaniere dell’incenso e della seta da Babilonia al Mediterraneo.

Terra prima dei Nabatei poi dei Persiani, dei Greci, dei Romani. Palmyra è un concentrato di monumenti unici: dal Tempio di Baal, divinità di origine babilonese, all’arco monumentale che segna l’inizio del grande colonnato che congiunge il tempio alla valle dei morti, il bellissimo teatro romano, l’agorà, le terme. Ascoltiamo la storia di Zenobia, la grande regina di Palmyra che osò sfidare l’imperatore romano Aureliano.

Nel nostro pellegrinaggio abbiamo avuto la fortuna di incontrare anche importanti esponenti della chiesa cattolica locale di rito greco-melkita. Il metropolita di Aleppo, Jean-Clément Jeanbart ,che ha parlato della storia della chiesa cattolica in Siria dai primi cristiani ad oggi, il metropolita di Homs, Isidore Battikha,uomo di grande cultura e carisma, che ha raccontato della storica visita di Giovanni Paolo II in Siria, da lui preparata, e il patriarca di Antiochia , Gregorio III, che ha spiegato le differenze e i punti di comunione tra la chiesa cattolica romana e la chiesa cattolica orientale. Personalità di grande prestigio che hanno risposto alle domande del gruppo, anche le più semplici e curiose, con garbo e simpatia

  • 1069 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social