Rovaniemi: Capodanno sotto zero

Il nostro Capodanno 2011 nella Lapponia finlandese

  • di Bimbecha
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 2000 a 3000 euro
 

Per questo Capodanno, decidiamo di regalarci il sogno ghiacciato di visitare la terra di Babbo Natale. Rovaniemi è il posto che fa per noi, nella Lapponia finlandese!

L’organizzazione del viaggio è un po’ ostacolata dal fatto che gli hotel danno il tutto esaurito e le prenotazioni sono possibili solo attraverso le agenzie. Ci affidiamo alla nostra agenzia e così abbiamo in mano due biglietti per Rovaniemi via Helsinki per il 28 Dicembre. Io sono spaventata a morte dal fatto che in Lapponia faccia così freddo: pare si raggiungano facilmente i meno 30 gradi… Beh, vedremo. Partiamo da Roma Fiumicino con volo Finnair intorno alle 11 dopo essere passati al banco del nostro Tour Operator (Norama) presente in aeroporto per ritirare i nostri voucher. Il volo è piuttosto tranquillo e arriviamo ad Helsinki intorno alle 16,30 (in Finlandia c’è un’ora avanti rispetto all’Italia). In aereo ci sono dei monitor sui quali mostrano le immagini del decollo in quella fase e le informazioni generali del volo (km da percorrere, orario del luogo di destinazione, temperatura dell’aria); in fase di atterraggio, mostrano, inoltre, i gate di partenza dei voli successivi. Scendiamo dall’aereo alla ricerca del gate 20: abbiamo solo pochi minuti perché già stanno imbarcando. Il volo da Helsinki a Rovaniemi è molto più breve, circa 1 ora e mezza.

Mettiamo piede finalmente in Lapponia! Anzi, la nostra agente Norama ci dirà che nelle fasi di atterraggio abbiamo già oltrepassato il Circolo Polare Artico! Ci sono -28°! Un freddo bestiale… Scesi dall’aereo, siamo al nastro ad attendere le nostre valigie e abbiamo tutto il tempo di osservare gli addobbi del piccolo aeroporto di Rovaniemi, tutto naturalmente sui temi artici e di Babbo Natale. Le valigie purtroppo non arrivano ma al banco ci dicono che sono ad Helsinki e che arriveranno con il volo della sera schedulato alle 21,30.

Fuori dall’aeroporto, ci aspetta il pulmino che ci porterà in albergo in circa un quarto d’ora. Che spettacolo guardare il panorama innevato dal finestrino, quasi non sento neppure una parola di quello che recita pigramente la guida, vedo la neve ovunque… un paesaggio surreale.

Sono circa le 18 quando arriviamo al nostro albergo, il Rantasipi Pohjanhovi. Ci assegnano la camera 407 e cominciamo ad ambientarci, tuttavia siamo un po’ preoccupati per le valigie. Non vorremmo trascorrere le nostre vacanze con le sole cose che abbiamo addosso… La camera è molto spartana: in legno chiaro l’arredamento, il parquet, un angolo salottino costituito da due poltroncine e un tavolino, tv (nessun canale italiano), frigobar e internet in camera gratuito via cavo (il cavo è già inserito nel modem: va collegato solo al proprio pc!); ancora più spartano (se non scomodo) il bagno: la doccia ha come piatto il pavimento quindi si allaga tutto ogni volta; inoltre il termo-arredo è sempre spento. Ripaga però tutti piccoli difetti che ha l’hotel la vista mozzafiato che ha la nostra camera! Dalla nostra finestra si osserva un panorama bellissimo: ci separa dalla foresta innevata il fiume Ounaskoski che è completamente ghiacciato, fatta eccezione per un tratto, proprio quello in corrispondenza del nostro hotel. Sulla sinistra sembra che possa essere toccato il ponte strallato dell’architetto Alvar Aalto che è sospeso sul fiume: in questo tratto, il fiume pare che non ghiacci proprio a causa delle correnti che si formano intorno ai piloni del ponte! Il ponte è anche detto “ponte candela” per la sua particolare forma triangolare e per un grosso lampione dalla luce arancione che ricorda la fiamma di una candela

  • 24416 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. skytour
    , 29/9/2013 20:22
    Ciao Bimbecha, ho letto tutto il vostro fantastico viaggio. Non vedo l'ora di emularlo questo inverno, e a tal proposito vi chiedevo un suggerimento per il viaggio Italia - Finlandia; cioè come suggerisci di vestirci dall'Italia per il viaggio? Dovremmo fare io e la mia ragazza un volo no-stop Milano - Rovaniemi e non abbiamo idea di cosa indossare per il viaggio per non essere sorpresi dal freddo all'aeroporto di arrivo.
    Grazie.
  2. Bimbecha
    , 9/12/2011 12:59
    Siamo felici di averti fatto provare almeno il riverbero delle emozioni che abbiamo provato noi. Fallo questo viaggio. Ne vale la pena!


    Grazie, B.
  3. Fabio Trombino
    , 10/11/2011 10:33
    Mi sono letto tutto il vostro reportage...
    Il viaggio che avete fatto voi è un sogno anche per me e non so se e quando potrò rifarlo....
    La vostra narrazione è stata perfetta ed, almeno con il pensiero, mi ha permesso di partecipare a quei momenti ...
    Un saluto dal vulcano Etna

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social