Tallin, Helsinki e la regione dei laghi

Pensavo ad un on the road in Finlandia già da due anni, dopo essermi innamorata di Helsinki, visitata nel febbraio 2017, con il mio compagno, anche lui amante del nord Europa...
 
Partenza il: 12/10/2019
Ritorno il: 21/10/2019
Viaggiatori: 2
Spesa: 1000 €

Pensavo ad un on the road in Finlandia già da due anni, dopo essermi innamorata di Helsinki, visitata nel febbraio 2017, con il mio compagno, anche lui amante del nord Europa. E così due anni dopo progettiamo il viaggio, decidendo di cambiare il punto di partenza, inserendo infatti la graziosa Tallin, e decidendo di fermarci all’altezza della regione dei laghi, e lasciare la Lapponia per un’altra occasione. E così abbiamo passato 9 giorni in una terra bellissima, ma ahimè carissima, tutto organizzato in modalità fai da te, e scegliendo un periodo poco turistico, ossia ottobre, senza le lunghissime giornate estive, senza la neve invernale, ma con colori autunnali da togliere il fiato.

12/10/2019 Spinti inizialmente dal fatto che non ci siano voli economici per la Finlandia, io ed Andrea, decidiamo di affidarci ad un low cost di Ryanair da Bergamo per Tallin, e di dedicare un giorno a questa piccola perla estone. Arriviamo nella capitale estone alle 22 sotto una pioggia battente, il che ci fa subito optare per un taxi che ci porti nel nostro hotel, Olevi Residenst, situato subito ai piedi della città medioevale, prenotato su booking alla cifra di 85euro per due notti con colazione; non ci aspettavamo molto e di fatti, non valeva un euro di più. Cena veloce in un Irish Pub a base di fish and chips, e poi subito a letto.

13/10 Dopo una pessima colazione in hotel, usciamo entusiasti alla volta del centro città; dopo aver passato una ventina di minuti bloccati sotto un portico a causa di un violentissimo scroscio d’acqua, finalmente il tempo ci grazia e riusciamo a visitare per bene la cittadina. E’ stata come me la immaginavo, piccola, graziosa, con le mura e i ciotolati antichi, una piazza anch’essa molto caratteristica ed ogni tanto qualche personaggio vestito in costumi d’epoca che cercava di attirarti nel solito ristorante turistico. A metà pomeriggio, dopo aver visto la parte antica, siamo scesi verso una zona moderna e dinamica, piena di negozi e di locali alla moda. La sera abbiamo cenato in un ristorante abbastanza vicino all’albergo, di cui non ricordo il nome, che ci ha servito un piatto tipico a base di ogni tipo di insaccato: decisamente bocciato.

14/10 Sveglia all’alba, visto che avevamo prenotato il traghetto per Helsinki alle 6 del mattino; due ore e quindici di traversata al costo di una trentina di euro in due. Già sulla nave, i prezzi iniziano a lievitare rispetto all’Estonia, e difatti la colazione composta da due caffè e due brioches, sfiora i 13 euro. Alle 8.30 siamo al porto di Helsinki e neanche a dirlo piove; prendiamo il tram e poi un bus per arrivare in aeroporto, dove avevamo noleggiato la macchina con un fornitore locale, mi pare Finn car; il ragazzo che ci consegna la nostra Clio station tra l’altro è un albanese ma che parla italiano, e ci ricorda fortemente di rispettare i limiti di velocità. A questo punto la nostra destinazione è la cittadina di Poorvo, a circa 40minuti dalla capitale. Nonostante la pioggerella che non cede, le casette rosse sul fiume sono davvero caratteristiche, così come l’antico municipio, le botteghe, i cafè e la stazione. Per ripararci dal freddo ci gustiamo un the caldo con un dolce alla cannella, che ritroveremo sempre in ogni bar finlandese e che io ho letteralmente adorato. Nel pomeriggio torniamo ad Helsinki dove abbiamo un appartamento per due notti fuori dal centro; per risparmiare spesa alla Lidl e cenetta in casa.

15/10 Finalmente primo giorno di sole e così come da programma iniziale, ci dirigiamo al Nuuksio National Park, un parco nazionale a meno di 50 minuti dal centro. Decidiamo di parcheggiare all’Haltia Center, un centro congressi ma anche un luogo ricreativo per bambini e da lì facciamo una bella camminata di circa due ore più relativo rientro. E proprio lì ho iniziato a vedere i veri colori dell’autunno finlandese, gli specchi d’acqua, i frutti rossi e i funghi giganti. La sera decidiamo di fare una capatina ad Helsinki, per rivedere il centro, due anni dopo la nostra prima visita. E’ sempre bellissima, la mia città del cuore, tra la cattedrale Ortodossa, quella protestante, il porto, Stockmann… Ceniamo al Restaurant Kannas, poco fuori dal centro, scelto visto che tripadvisor lo dava come frequentato anche da persone del posto. Si tratta di una specie di pub, con prezzi direi buoni visto il target finlandese. Io prendo lo stinco di renna con purè e il mio ragazzo un petto di pollo al formaggio con patate. Siamo rimasti soddisfatti, seppur lentino il servizio.

16/10 In macchina direzione Kuopio!! Più di quattro ore di macchina su un’autostrada e poi statale praticamente deserta, sempre diritta e con costanti autovelox che impongono limiti dagli 80 ai 100 km/h. Abbiamo fatto un’unica tappa in un piccolo autogrill, dove ovviamente l’unico caffè che servivano era americano e vi erano i camionisti intenti a mangiare piattoni unici alle 9 del mattino!! Verso le 13 raggiungiamo il nostro camping: Rauhalahti Holiday Homes. Abbiamo un cottage moderno, che da fuori richiama più un container, ma all’interno molto grazioso, con annessa sauna privata. Infatti decidiamo di fare un paio d’ore di camminata nei sentieri che circondano il cottage ed il lago circostante, e dopodiché ci infiliamo nella nostra sauna. La sera prendiamo la macchina e ceniamo alla Trattoria Sorrento, i cui gestori sono italiani, e dove ci gustiamo un’ottima pizza e due porzioni di tiramisù.

17/10 Questo è stato senza dubbio il giorno più freddo, la temperatura era di zero gradi e girare per Kuopio è stata davvero dura. Abbiamo visitato il centro, la cattedrale, il mercato al coperto, dove ho assaggiato la specialità locale, ossia il pane di segale con il Kalakukko, un pesce locale. Poi abbiamo raggiunto a piedi la torre di Puijo, una torre panoramica altra più di settanta metri per vedere tutto il complesso di isolotti e laghi che circondano Kuopio; lì accanto c’era il trampolino del salto con gli sci. Dopo tutto il freddo preso, ovviamente tappa sauna, ma sempre quella piccola privata; in effetti a pochi passi dal campeggio c’è la più grande sauna pubblica al mondo e sarebbe stata una bella esperienza andarci, ma aimè Andre non ha voluto saperne. Poi cena al ristorante, neanche a dirlo chiamato Saana, dove abbiamo mangiato un’ottima zuppa di patate e salmone.

Guarda la gallery
estonia-gn9rx

Tallin, Helsinki e la regione dei laghi



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Estonia
    Diari di viaggio
    attraverso le foreste delle repubbliche baltiche

    Attraverso le foreste delle Repubbliche Baltiche

    Da tempo avevo preso in considerazione un viaggio nelle Repubbliche Baltiche, ma poi, per una ragione o per l’altra, avevo cambiato...

    Diari di viaggio
    tallin, helsinki e la regione dei laghi

    Tallin, Helsinki e la regione dei laghi

    Pensavo ad un on the road in Finlandia già da due anni, dopo essermi innamorata di Helsinki, visitata nel febbraio 2017, con il mio...

    Diari di viaggio
    dieci giorni al fresco fra riga, tallinn e helsinki

    Dieci giorni al “fresco” fra Riga, Tallinn e Helsinki

    Amo viaggiare per visitare i luoghi di interesse, i monumenti e le attrazioni turistiche, quelle consigliate dai siti e dai diari di...

    Diari di viaggio
    ferragosto nei paesi baltici

    Ferragosto nei Paesi baltici

    Agosto 2018, io e Stefano decidiamo di prenderci una pausa in un’estate per noi piena di problemi. Stacchiamo la spina con una settimana...

    Diari di viaggio
    polonia e repubbliche baltiche on the road

    Polonia e Repubbliche baltiche on the road

    a Ryn. Noi continuiamo verso Olsztyn dove facciamo una sosta per visitare la cittadina molto carina, belle chiese un imponente fortezza e...

    Diari di viaggio
    tallinn, una città dal fascino fiabesco

    Tallinn, una città dal fascino fiabesco

    “E’ bello viaggiare con il figliolo!” ha sussurrato una coppia, guardandoci con interesse per la nostra intesa durante il tour....

    Diari di viaggio
    tallinn: dopo medioevo e urss, oggi grande modernità

    Tallinn: dopo medioevo e URSS, oggi grande modernità

    Due giorni pieni sono la durata perfetta per la capitale dell’Estonia. Noi ci siamo stati a fine aprile, ci vuole ancora un piumino...

    Diari di viaggio
    in auto nei paesi baltici

    In auto nei Paesi Baltici

    Cominciamo con qualche nota tecnica Il viaggio è stato effettuato all'inizio di agosto 2017. Di norma, il mese migliore sarebbe luglio,...

    Diari di viaggio
    natale tra helsinki e tallinn

    Natale tra Helsinki e Tallinn

    Siamo al settimo viaggio a ridosso del Natale, è diventata una piacevole “tradizione”: Amsterdam, Edimburgo, Madrid, Copenaghen,...

    Diari di viaggio
    alla scoperta delle repubbliche baltiche

    Alla scoperta delle Repubbliche Baltiche

    10 giorni nelle Repubbliche Baltiche Dei recenti viaggi che abbiamo fatto le Repubbliche Baltiche sono risultate le più efficienti dal...